15 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

CUCINA: CIAMBELLA MANGO E FRAGOLE, passo passo con Greta Isella

  • CUCINA: CIAMBELLA MANGO E FRAGOLE, passo passo con Greta Isella
Mango e fragole, un abbinamento che mi piace molto, anche come colori. Avevo voglia di una ciambella, non troppo dolce ed adatta per la colazione o la merenda per la pupa: ecco il motivo del malto al posto dello zucchero, non del

Mango e fragole, un abbinamento che mi piace molto, anche come colori.
Avevo voglia di una ciambella, non troppo dolce ed adatta per la colazione o la merenda per la pupa: ecco il motivo del malto al posto dello zucchero, non del tutto salutare per gli adulti e a maggior ragione per i bimbi. INGREDIENTI: 100 g di farina di farro 50 g di farina di riso 5 fragole 1/3 di mango 2 cucchiai di nocciole tostate 3 cucchiai colmi di malto di riso 1 bustina di cremortartaro 1 presa di sale 3 cucchiai di olio di semi di girasole deodorato 100 ml di latte di riso PROCEDIMENTO: 1. Iniziate dunque col pulire e tagliare la frutta a fette, non troppo sottili (diciamo spessore 1 cm). L'impasto è molto facile e veloce, basta miscelare dapprima gli ingredienti secchi, quindi le due farine, il cremortartaro, il sale e metà delle nocciole tritate grossolanamente.
In una ciotola o bicchiere, mescolate a freddo il latte vegetale col malto di riso, sbattendoli con una forchetta; non devono essere mescolati alla perfezione, basta che il malto sia stemperato quel tanto che basta per evitare di faticare a mescolarlo al resto.
Incorporate al resto. 2. Ungete uno stampo (diametro 18 cm) per ciambella.
Chiaramente potete pensare di utilizzare un qualsiasi altro stampo o delle mini tortiere monoporzione.
Disponete sulla superficie la frutta, alternando mango e fragole, e le rimanenti nocciole spezzettate grossolanamente. 3. Mettete in forno già caldo a 170 gradi.
Non deve cuocere molto a lungo, è un dolce di piccole dimensioni, l'impasto è abbastanza bagnato e quindi deve asciugare un po', ma iniziate a fare la prova dello stecchino dopo 20 minuti.
Non fatevi ingannare dallo stecchino umido: la frutta può inumidirlo rimanendo ovviamente bagnata, ma la ciambella in sè potrebbe essere cotta. 4. Aspettate che si raffreddi, togliete dallo stampo e, a seconda dell'orario, buona colazione o buona merenda. Scrivimi e consulta il mio sito: mailto: greta@cuocamattarella.it” greta@cuocamattarella.it www.cuocamattarella.it

Articoli Correlati