Pizza di scarole, la ricetta di Antonino Cannavacciuolo: i veri segreti di un classico

Un piatto tradizionale, la ricetta di uno chef stellato che lo conosce perfettamente: ecco la pizza di scarole con la ricetta di Antonino Cannavacciuolo

La pizza di scarole è una vera ricetta tradizionale rimasta immutata nel tempo. Ce ne sono tante versioni diverse, anche con la pasta sfoglia. Ma noi sposiamo in pieno la ricetta di Antonino Cannavacciuolo, perché nessuno meglio di lui sa come si fa.

pizza
foto Chedonna

Pizza di scarole, la ricetta di Antonino Cannavacciuolo: tutti i passaggi

Uno dei vantaggi nella pizza di scarole, non solo per la ricetta di Antonino Cannavacciuolo, è che la possiamo congelare e tirare fuori dal freezer quando ci serve. Ecco la ricetta completa.

Ingredienti:
600 g farina
30 g acciughe sott’olio
20 g pinoli
15 g lievito di birra
10 g uvetta
2 cespi di insalata scarola
1 tuorlo
1 spicchio di aglio
150 g di latte intero
olio extravergine di oliva
sale
pepe

Preparazione pizza

Partiamo con la pasta: primo passaggio, sciogliamo il lievito di birra in 50 grammi di acqua tiepida. Poi impastiamo la farina con il lievito, il latte e altri 100 grammi di acqua.
Amalgamiamo bene tutti gli ingredienti, aggiungiamo 15 grammi di sale e andiamo avanti ad impastare fino a quando il composto diventa omogeneo e liscio. Formiamo la classica palla e mettiamola in una ciotola grande. Copriamo con la pellicola alimentare e lasciamo poi lievitare per circa 2 ore.
Intanto che aspettiamo, possiamo preparare anche il ripieno della pizza di scarole. Mettiamo ad ammollare l’uvetta in una ciotolina con l’acqua. Poi puliamo la scarola, laviamola e asciughiamola con un canovaccio pulito. Tagliamola a pezzi lunghi più o meno 3 cm.

Soffriggiamo lo spicchio di aglio in una padella con un filo di olio extravergine. Quando l’aglio diventa dorato, lo possiamo eliminare. Aggiungiamo le acciughe e lasciamole sciogliere nell’olio. Aggiungiamo quindi la scarola, l’uvetta strizzata e i pinoli. Assaggiamo, regoliamo di sale e pepe, poi cuociamo per circa 5 minuti. Alla fine scoliamo l’acqua in eccesso e aspettiamo che sia raffreddato.
E ora l’assemblaggio finale. Riprendiamo l’impasto e dividiamolo in due parti uguali. Stendiamole entrambe con il

fino ad ottenere due cerchi.
Poi ungiamo con olio extravergine una teglia rotonda e foderiamo sia il fondo che i bordi con uno dei cerchi di pasta. Bucherelliamo il fondo e versiamo il ripieno. Chiudiamo la pizza di scarole con l’altra metà dell’impasto, sigillando bene i bordi e poi bucherelliamo in superficie.
Spennelliamo con il tuorlo sbattuto con un cucchiaio di latte e inforniamo la pizza a 180° per 45-50 minuti (dipende dalla forza del forno). Tiriamo fuori, lasciamo intiepidire la nostra pizza di scarole e poi serviamola.

Gestione cookie