Non piango per le cipolle, ma per come la uso: da oggi non sbaglio più

Non tutte le cipolle sono uguali e non vanno bene per tutte le ricette: ecco alcuni trucchi semplici per non sbagliare mai

C’è un ingrediente che nelle nostre case difficilmente manca, anche se non tutti lo gradiscono e non tutti lo digeriscono bene. Ma immaginare molte ricette senza la cipolla è praticamente impossibile. Solo che, per quanto possa sembrare strano, c’è chi la usa male. Magari non sta nemmeno a leggere la ricetta e va in automatico, oppure è abituata a fare così.

cipolle
foto Chedonna

Oggi quindi ti insegno qualche trucco per capire quando è meglio usare la cipolla rossa e quella bianca, quella dorata e il cipollotto, ma anche lo scalogno. Non stiamo parlando del classico soffritto, quello è catalogato ed è pure facilissimo. Io ti sto semplicemente dicendo che non tutte le cipolle sono uguali e non tutte vanno bene per ogni ricetta
Partiamo con la cipolla bianca che al mercato e al supermercato troviamo di diverse misure ma anche di diverse forme, perché c’è quella arrotondata e quella piatta, che è pure buonissima fa fare gratinata.

Erroneamente molti pensano che quella rossa sia più forte e quella bianca invece più delicata mentre è l’esatto contrario. Ecco perché il trucco è sempre quello di cuocerla e di non mangiarla a crudo, perché altrimenti sentiremo tutto il suo sapore intenso.
La cipolla bianca è perfetta per i soffritti e questo probabilmente già lo sapevi. Però io te la consiglio anche quando devi preparare un bollito, una torta salata con le verdure, sulla pizza o sulla focaccia. E poi è perfetta per le marinature o per il pesce come le sarde in saor.

Non piango per le cipolle: rosse e ramate, io le utilizzo così in cucina tutti i trucchi

Ora passiamo alla cipolle rosse, che non è sslo quella di Tropea o di Cannara, anche se sono le due varietà più conosciute. Cotta o cruda, rende benissimo lo stesso perché il sapore rimane delicato, poco avvolgente e molto suadente. Merito degli zuccheri all’interno, ma attenzione. Più invecchia e più la cipolla rossa diventa forte. Quindi ti consiglio di cercare quelle novelle e al massimo chiedi consiglio a chi te le vende.
Il loro utilizzo è svariato: a crudo nelle insalate verdi e con i fagioli, con la tartare di carne, ma anche nell’impasto degli hamburger o delle polpette. Va bene anche se prepariamo un arrosto, ma non uno stufato o uno spezzatino

In stretto ordine, ecco la cipolla ramata o dorata che ha un sapore più intenso oltre ad un colore più vivo. La usi per il soffritto? Fai bene. La metti come base quando prepari il risotto? Ottimo: ma si adatta perfettamente anche nelle ricette a lunga cottura, come ragù e salse a base di pomodoro, minestre, spezzatini e stufati.
Il cipollotto è considerato una via di mezzo tra la cipolla e l’aglio. Quindi è corretto usarlo nei piatto che prevedono un soffritto con aglio e cipolla insieme. Soprattutto ha il vantaggio di essere leggero e quindi è la scelta che ti consiglio quando prepari piatti a base di pesce oppure nelle frittate.

Gestione cookie