Basilico, hai sempre sbagliato ad annaffiarlo, fai così e ti durerà molto più a lungo!

Basilico: hai sempre sbagliato ad annaffiarlo, ma se adotti questo metodo vedrai che durerà molto più a lungo. 

Ancora per un po’ possiamo godere delle nostre preziose e profumate piantine di basilico, anche se la loro stagione sta ormai giungendo al termine. Queste ultime giornate miti consentono ancora di poter usufruire di questa pianta aromatica utilissima in cucina e non solo.

annaffiare basilico
Fonte: chedonna

Il basilico è infatti una pianta aromatica che serve a impreziosire i nostri piatti, rendendoli più profumati e saporiti. Perfetto per aromatizzare il sugo di pomodoro, ma anche per preparare il pesto, ben si presta in diverse ricette.

Dalle insalate, passando per i primi piatti, fino ad arrivare a sformati, conserve e infusi. Una cosa però è certa, se abbiamo una piantina di basilico in casa avremo notato come possa essere semplice farla seccare. Scopriamo allora il giusto metodo per annaffiare il basilico e farlo durare molto più a lungo.

Basilico marcio: ecco perché hai sbagliato ad annaffiarlo

Visto che in questo periodo il basilico inizia ad appassire, essendo una pianta stagionale, possiamo ancora goderne per poco. Alla luce del fatto che inevitabilmente a breve dovremo salutarlo, salvo che non abbiamo una serra in cui coltivarlo, ecco alcuni suggerimenti utili per annaffiarlo correttamente e farlo durare di più. 

annaffiare basilico
Fonte: Canva

Molti infatti, anziché acquistarlo nelle bustine, o usarlo essiccato, per quanto sia comodo, preferiscono tenere una piantina di basilico in vaso. In questo modo è possibile averlo sempre a disposizione.

Quello infatti già raccolto, nelle bustine dura pochi giorni, per poi appassirsi facilmente. Ecco che allora prenderlo dalla piantina conviene. In questo modo potremo averlo sempre fresco.

Inoltre, anche chi vive in appartamento non avrà difficoltà a coltivarlo in vaso, sempre però che conosca i trucchi per annaffiarlo correttamente. Molti infatti sbagliano proprio questo passaggio.

Se infatti si somministra troppa acqua alla pianta può accadere che marcisca e le foglie diventino gialle. Anche il contrario però può essere dannoso, ovvero dare poca acqua. Questa pianta aromatica necessita infatti di cure regolari e costanti e dimenticarsi di irrigarla può significare farla morire.

Ricordiamo poi che è estremamente importante posizionare la pianta di basilico in una zona di penombra e dove circoli aria. Se fa molto caldo è bene annaffiarlo come si deve, al massimo ogni due giorni, ma nelle giornate molto afose potrebbe essere utile farlo anche tutti i giorni.

Ovviamente prima di somministrare l’acqua dovremo verificare che la terra non sia già bagnata altrimenti rischiamo di far marcire la pianta. Se invece vediamo che la terra è secca allora significa che la pianta può aver sete, quindi è bene annaffiarla con una generosa quantità d’acqua.

Inoltre, verifichiamo che l’acqua sul sottovaso non ristagni altrimenti farà marcire le radici della nostra piantina.

Se poi essa ha preso una notevole quantità d’acqua piovana è opportuno metterla subito al riparo, svuotare il sottovaso e cercare di farla asciugare per evitare che marcisca. 

Se vediamo che la pianta sta morendo procediamo a potarla, in questo modo seguendo poi le indicazioni per l’annaffiatura, potremo sperare che rifiorisca.