Con queste posizioni non puoi sbagliare: provare per credere!

Le posizioni migliori per provare l’orgasmo sono qualcosa che devi assolutamente provare: ecco la classifica delle prime tre!

Lo sappiamo, lo sappiamo: non dovremmo concentrarci solo sull’orgasmo quando parliamo di intimità!

posizioni migliori provare orgasmo
(fonte: Canva)

Effettivamente, il modo migliore per raggiungere il massimo del piacere quando ti dai da fare sotto le lenzuola, è proprio quello di non pensare all’orgasmo o almeno questo è quello che dicono gli esperti.
Noi, però, abbiamo trovato tre posizioni che possono veramente cambiare tutto: che ne dici, le proviamo?

Le posizioni migliori per provare l’orgasmo: ecco la classifica di oggi… sotto le coperte

Ci sono tantissime persone che non hanno assolutamente nessun bisogno di provare posizioni strane sotto le coperte.

posizioni migliori provare orgasmo
(fonte: Canva)

Quello che fanno o che hanno sempre fatto gli va sempre bene e non riescono assolutamente a pensare di poter portare a termine un rapporto senza raggiungere il massimo del piacere!
Ci sono altrettante persone, però, che non possono veramente fare a meno di cercare, spasmodicamente, la soluzione migliore per arrivare all’orgasmo.

Posto che pensare costantemente al massimo del piacere è il modo migliore per non raggiungere l’orgasmo, oggi abbiamo pensato di proporti una classifica decisamente strana.
Quella delle tre posizioni migliori per provare l’orgasmo!
Che ne dici: ti va di scoprire insieme a noi quale siano?

Sit-down and relax

C’è una posizione che possiamo assolutamente consigliarti e, infatti, la mettiamo al terzo posto tra le posizioni migliori per provare l’orgasmo.
Quella che chiamiamo sit-down and relax, cioè letteralmente: siediti e rilassati.
L’idea è quella di provare una classica posizione capace di far godere veramente gli uomini e trovare un twist che la renda interessante anche per te.

Immagina, quindi, di essere in una classica posizione doggy-style. Invece di rimanere su quattro zampe, però, lascia che il partner che si trova dietro di te rimanga inginocchiato e tu piegati indietro sulle gambe.
Adesso puoi “sederti” sul suo grembo e appoggiare comunque le mani a terra. Ora sì che siete pronti per darvi da fare!
Avete le mani libere per stimolare il tuo clitoride e in questa posizione bastano pochi movimenti per rendere il tuo piacere molto più intenso. Provare per credere!

Ti va un face-time?

No, ovviamente non ci riferiamo alla chiamata che puoi fare con il tuo smartphone!
Il face-time, almeno sotto le lenzuola, è un ottimo modo per darsi da fare!
Si tratta di una posizione che non prevede la penetrazione o almeno non la prevede subito.

L’idea è quella di lasciare che il tuo partner indulga con te in un rapporto orale decisamente molto interessante.
Lascia che sia lui a sdraiarsi all’indietro, a pancia in su, il più comodo possibile.
Ora, posizionati su di lui non le ginocchia ai lati della sua faccia e poi “scendi” comodamente fino a quando non ti sentirai a tuo agio e pronta in posizione.
Adesso non dobbiamo più spiegarti niente, vero? In questa posizione sei tu a decidere pressione, velocità e anche intensità del rapporto orale. Se non è una delle posizioni migliori per raggiungere l’orgasmo questa!

Tra le posizioni migliori per raggiungere l’orgasmo c’è anche quella “storta”

Ebbene sì, non solo posizioni dritte e comode.
Tra le posizioni migliori per raggiungere l’orgasmo, noi ti consigliamo la “storta”.
Tranquilla: nonostante il nome, non si tratta della posizione più scomoda di tutte di cui ti abbiamo, invece, parlato qui!
Ma come funziona questa posizione?

Praticamente immagina di iniziare un rapporto in una posizione “normale”, come quella del missionario.
A rapporto già iniziato, noi ti consigliamo di iniziare a metterti… beh.. storta!
Inizia a girare tutto il tuo corpo verso destra o verso sinistra, fino a portare anche le gambe sullo stesso “lato”.
Ora il tuo busto è girato e puoi lasciarti andare ad un rapporto… decisamente interessante!
Spostare solo le gambe ti permette di sentire di più e di avere maggiore presa su tuoi movimenti.
Insomma: provare per credere!