Tris di verdure, tris di bontà: il menù della domenica è naturale

Peperoni, piselli, funghi: il menu per il prando di domenica  non è mai stato così facile da preparare e così naturale, perché queste ricette rispettano gli ingredienti

Ancora peperoni, ancora piselli, ancora formaggio, ancora funghi? Sì, perché in estate dobbiamo puntare sulla verdura fresca e ci sono mille modi diversi per prepararli.

menu domenica
canva

Ecco un primo, un secondo e un contorno facili e freschissimi, buoni per tutti.

Menù della domenica: Peperoni, piselli e funghi

Gnocchi colorati alla verdure fresche

Gnocchi freschi, gnocchi secchi non importa. Quello che conta è la preparazione e il condimento, tutta natura e tutta freschezza. Ci servono piselli, peperoni gialli, carote, cipollotti ma anche la passata di pomodoro e del brodo vegetale
Un primo piatto molto espresso, perché il condimento si prepara intanto che cuociano gli gnocchi. Carota a cubettini, peperoni a dadini, piselli possibilmente freschi perché in estate non mancano e sgranarli è anche facile. Mettiamo tutto in padella, allungando con il brodo vegetale e quando la verdura comincia a cuocere aggiungiamo la passata di pomodoro. Poi basterà lessare gli gnocchi,
lasciarli insaporire con il condimento per un paio di minuti e poi impiattiamo.

Gnocchi colorati alla verdure fresche: tutto pronto in 30 minuti

Frittata con peperoni, olive e formaggio

La frittata con i peperoni, olive e formaggio è il rimedio ideale per un pasto o una cena al volo. Insieme alle uova ci servono anche peperoni rossi o gialli, groviera, olive nere, brodo vegetale, passata di pomodoro, basilico per insaporire.
I peperoni tagliamoli a striscioline larghe, poi quando l’aglio ha preso colore aggiungiamo anche i peperoni e facciamoli cuocere. Tagliamo il formaggio a dadini e le olive a rondelle, siamo pronti per preparare la frittata: aggiungiamo tutto alle uova sbattute, mescoliamo bene con un cucchiaio di legno e abbassiamo la fiamma al minimo.
Incoperchiamo e lasciamo cuocere a fiamma bassa da un lato e dall’altro, facendo attenzione quando la giriamo: un piacere low cost.

Frittata con peperoni, olive e formaggio: come preparare la cena in mezz’ora

Funghi gratinati in forno alla vecchia maniera

Come contorno portiamo in tavola i funghi gratinati: champignon, ma anche porcini quando è stagione, gallette, pioppini e altre varietà. Dopo averli puliti bene, prepariamo il trito aromatico per insaporire il piatto.
Poi facciamo cuocere bene i funghi e sfumiamo con il vino bianco. Portiamo i funghi a cottura, ma questa è solo la prima parte perché sta per arrivare quella più bella: funghi in una teglia, spolverizziamo la superficie con il pecorino grattugiato e passiamo sotto il grill del forno. Il tempo di gratinare i funghi e portarli in tavola.

Funghi gratinati in forno alla vecchia maniera: la tavola ci rende felici

Buon appetito

Gestione cookie