Trucco occhi pastello in estate: se è triste e sbiadito fai così!

Il trucco occhi pastello in estate è allegro e leggero ma spesso non è brillante come vorremmo.

Si tratta purtroppo di uno dei problemi che si verificano più spesso quando la pelle si scurisce in virtù dell’abbronzatura oppure quando abbiamo una pelle naturalmente piuttosto scura.

ombretto pastello estate
(Chedonna)

L’impressione è quindi che gli ombretti pastello non scrivono sulla pelle scura o abbronzata, ma in realtà non è così.

Semplicemente, gli ombretti color pastello vengono pigmentati con polveri dai colori molto chiari. Si tratta della loro caratteristica principale e del motivo per cui ci piacciono tanto. il problema però è che questi colori così chiari vengono smorzati dai toni scuri della pelle sottostante.

Diventano quindi meno brillanti e meno definiti, finendo inevitabilmente per ingrigirsi.

Ci sono diverse possibilità per eliminare questo problema o per aiutare gli ombretti pastello a scrivere meglio: eccoli!

Tutti i segreti per far brillare il trucco occhi pastello in estate (anche sull’abbronzatura)

Quando un ombretto non scrive o scrive molto poco l’azione che compiamo più spesso e in maniera assolutamente istintiva consiste nell’aggiungere prodotto fino a ottenere il colore che desideriamo.

trucco occhi viola pastello
(Pinterest)

I motivi per cui si tratta di una strategia sbagliata sono più d’uno. Innanzitutto quando applichiamo uno strato troppo spesso di polveri si formano accumuli nelle pieghe della pelle della palpebra. Inoltre il colore tende a cadere dalla palpebra mobile verso le guance, in un fenomeno odiatissimo dalla make up artist e che prende il nome di “fallout” cioè “caduta”.

Questo porta a due conseguenze spiacevoli: l’occhio sembra più vecchio, perché la palpebra appare più rugosa e la base trucco finirà con l’essere facilmente rovinata e macchiata dalla caduta del colore.

L’approccio giusto invece è quello di ricorrere a due diversi prodotti o almeno a uno di essi.

Il primer occhi è assolutamente fondamentale quando si vanno a utilizzare sulla palpebra grandi quantità di ombretti in polvere (qui ti spieghiamo cos’è e come si utilizza). Questo prodotto, che può essere trasparente o colorato, permette di far aderire meglio la polvere alla pelle evitando quasi del tutto il problema del fallout.

Rende anche il trucco più opaco e, considerando che generalmente il trucco occhi pastello si caratterizza per un finish matte, è assolutamente l’ideale.

Se non abbiamo a disposizione il primer occhi bisogna sapere che ci sono diversi prodotti cosmetici che spesso ci troviamo in casa e che risultano molto utili per sostituirlo.

Se invece il problema non è tanto l’effetto fallout quanto il fatto che i colori sembrano spenti, grigi e poco attraenti, c’è un’altra soluzione.

Il consiglio è di realizzare una base bianca sulla palpebra mobile prima di applicare l’ombretto. A tale scopo si possono utilizzare le matite bianche per occhi oppure correttori o fondotinta molto chiari (in particolare quelli che utilizziamo per l’inverno).

In questo modo la base bianca catturerà una maggiore quantità di luce e aiuterà a “rifletterla” sotto il colore pastello che apparirà immediatamente più definito, vivido e vistoso.

far vedere ombretto pastello
(collage da Pinterest)

Il consiglio è di applicare il prodotto che costituisce la base e poi utilizzare un pennellino piatto oppure la punta di una beauty blender per sfumare i bordi. In questo modo si eviterà “l’effetto panda” e non daremo l’impressione di avere due grandi macchie bianche sugli occhi.

Gestione cookie