La gioia di vivere lo accompagna dalla nascita, è il segno più felice dello zodiaco

Gli astri ci rivelano quale segno zodiacale coltiva la felicità dalla nascita e la considera il suo bene più prezioso.

Essere felici, allegri, ottimisti e sereni è un dono di natura ma anche una scelta. Si sceglie di tutelare la propria felicità e di metterla al primo posto, davanti a tutto. Tra i 12 segni dello zodiaco ce n’è uno che fa esattamente questo dalla sua nascita.

segno zodiacale felice
Photo CheDonna

Il segno più felice dello zodiaco preferisce concentrarsi sugli aspetti positivi della vita, vedere il bicchiere mezzo pieno e trovare il buono in ogni difficoltà. Nati tra Novembre e Dicembre, vedono la vita come una fonte di infinite opportunità da cogliere. Scopri anche chi è il segno più negativo, pessimista ed ansioso dello zodiaco.

E’ il Sagittario il segno più felice dello zodiaco

Appartenere al segno del Sagittario significa nascere con un’aura di positività ed ottimismo. Significa avere la tendenza a vedere il bello ed il buono in tutto, ad essere fiduciosi, a non abbattersi e a essere disposti ad aiutare gli altri, chiunque abbia bisogno, senza chiedere nulla in cambio. Il Sagittario è un segno buono e caritatevole.

segno zodiacale felice
Photo CheDonna

Quando un Sagittario è ne paraggi si avverte energia positiva. Questo segno è governato da Giove, il pianeta della giovialità, della realizzazione e dell’ottimismo. E’ questo pianeta che irradia di gioia questo segno di fuoco. Il Sagittario è un segno dinamico che ama le avventure, i viaggi in modo particolare poiché questi gli permettono di conoscere persone nuove e rapportarsi con nuove culture. Di ogni suo viaggio porta un cimelio ricordo e li dispone tutti meticolosamente nella sua casa, poiché si tratta di ricordi che lo hanno impreziosito. Questo è il motivo per il quale la sua casa ti sembrerà caotica e confusionaria, in realtà è il miscuglio di elementi molto contrapposti tra loro a dare questo effetto.

Questo segno detesta la routine, ha bisogno di cambiamenti, azione e movimento, questo potrebbe dipendere dal fatto che è un segno di fine stagione, l’autunno nel suo caso. La fine di una stagione sancisce un nuovo inizio e quindi il suo adattamento alle diverse situazioni è innato.