Menù campagnolo: zucchine, cipolle e fichi per tre ricette deliziose

É facile preparare un Menù domenica campagnolo a poco prezzo sfruttando in pieno la natura: tre idee, dal primo al dolce, per stupire tutti

Mai come in estate è la campagna a suggerirci il menù dei pranzi, in famiglia o in compagnia.

menù domenica
canva

E oggi vi suggeriamo tre piatti golosi ma anche facili da preparare, tutti con il sapore della natura: ecco il nostro menù campagnolo.

Menù della domenica campagnolo

Risotto cremoso con zucchine e salsiccia

Risotto anche d’estate e non un’insalata di riso? Un’idea interessante e molto facile da preparare, mettendo insieme ingredienti di stagione e altri che possiamo usare sempre: abbiamo bisogno di salsiccia, zucchine e formaggio spalmabile oltre al riso e al brodo vegetale, preparato nel modo classico (dado o verdure fresche).

La salsiccia deve essere fatta saltare velocemente in padella senza aggiungere grassi e poi nello stesso colore facciamo tostare anche il riso, cuocendolo come di solito con il brodo. Dopo aver grattugiato le zucchine, aggiungiamole nel tegame e a poco dalla fine uniamo anche il formaggio spalmabile. Infine, dentro anche la salsiccia e mantechiamo con il burro tagliato a pezzetti. Un primo piatto semplice, veloce, estivo, di classe

Risotto estivo con i sapori dell’inverno? Provate, sarà una sorpresa

Cipolle ripiene di formaggio

Il secondo di questo pranzo campagnolo è un modo originale per portare in tavola delle cipolle ripiene, ripieno con un formaggio filante oppure un formaggio morbido.
Ci servono cipolle bianche, formaggio, pecorino, pangrattato, uova, noce moscata, maggiorana. La prima fase è cuocere le cipolle a vapore per avere una base solida. Poi svuotiamo l’interno in modo da avere dei contenitori solidi, senza rovinare il fondo.

A quel punto dobbiamo solo preparare il ripieno con la polpa delle cipolle, il formaggio a pezzetti e grattugiato, il pangrattato e le erbe maggiorana. Riempiamo le cipolle vuote, chiudiamole e via in forno per la parte finale della cottura. Sono buone calde, tiepide, a temperatura ambiente, sono buone sempre.

Verdure ripiene di formaggio, ma diverse dal solito: una vera chicca

Biscotti ai fichi caserecci

Che pranzo campagnolo sarebbe senza un dolce fatto con le nostre mani e che nasce sulle piante? In questo caso quelle dei fichi, che in estate diventano uno dei frutti più richiesti sulle nostre tavole.
La base è una pasta frolla fatta a mano con farina 00 e farina di nocciole, burro, zucchero, uova, latte e amido di mais, oltre al lievito. Per il ripieno invece fichi, zucchero semolato e la scorza di limone

Impastiamo con le mani fino a formare un panetto che metteremo a riposare in frigorifero. Ma per accelerare i tempi, prepariamo già il ripieno: tagliamo a pezzetti i fichi aggiungendo il resto e cuociamo fino a farlo diventare una marmellata.
Poi riprendiamo la frolla e stendiamola con un mattarello. Formiamo prima i rotoli ripieni di marmellata ai fichi e lasciamo a riposare in frigorifero. Poi tagliamo una serie di biscotti e cuociamo in forno preriscaldato: sarà il profumo a guidarci.

Biscotti ai fichi caserecci, un vero piacere che nasce dalle nostre mani

Buon appetito