Test della Fiducia | Quanto ti fidi di coloro che ti stanno accanto?

Con il test della fiducia ti permetteremo di capire quanto ti fidi davvero delle persone che ti circondano. Sei forse troppo sospettosa?

Uno dei grandi problemi della vita è riuscire a instaurare un rapporto equilibrato con il prossimo. Fidarsi di tutti, infatti, espone al grandissimo rischio di essere truffati, raggirati e sfruttati.

test immagine fiducia
(Chedonna)

Al contrario, non fidarsi di nessuno finisce per isolarci completamente dagli altri, rendendoci persone triste, negative e solitarie.

Trovare il giusto equilibrio ma soprattutto imparare a capire le persone prima che abbiano la possibilità di ingannarci è molto difficile.

Questo significa che nel corso della propria vita le persone imparano a velocità differenti. Ovviamente più sono rimaste “scottate” dal comportamento di persone dalle cattive intenzioni e più difficile sarà per loro fidarsi delle persone che incontrano.

In pratica la nostra storia personale influisce moltissimo sulla fiducia che riponiamo negli altri. 

Come ha influito e influisce ancora la tua storia personale su di te? Quanto hai imparato sulle persone e come ti comporti nei loro confronti?

Test della Fiducia

Per eseguire questo test ti chiediamo di osservare l’immagine che ti proponiamo per alcuni secondi. Dopo averlo fatto hai due modi di procedere: puoi scegliere l’elemento che hai visto per primo oppure quello che ha colpito di più la tua attenzione. Fatto questo non ti rimane che leggere di seguito il profilo corrispondente alla tua scelta.

test immagine fiducia
(Chedonna)

Questi test vanno considerati un passatempo per esplorare alcuni lati della propria personalità. Non possono in alcun modo sostituire un’analisi valida e completa dal punto di vista psicologico.

1 – L’uomo sulla sinistra

Nella cultura e nella storia umana l’uomo e il principio maschile in generale sono sempre associati alla razionalità.

Più spesso delle donne gli uomini sarebbero guidati dalla ragione, dalla progettualità, dalla capacità di prevedere gli imprevisti e di mettere a punto delle strategie per limitare i danni o ottenere i propri scopi.

Sempre in linea molto generale in una coppia l’uomo si assume il ruolo di far “quadrare le cose” in ogni caso, anche quando le difficoltà sembrano enormi, senza farsi prendere dal panico. Del resto, tradizionalmente la responsabilità di essere il “capofamiglia” è sempre stata a carico degli uomini.

Se hai scelto la figura maschile significa che non ti fidi molto degli altri. Quando incontri qualcuno per la prima volta spendi molto tempo e molte energie nell’osservarlo e studiare le sue azioni al fine di comprendere quali siano davvero i suoi scopi e le motivazioni che lo muovono.

Questo ti permette di giudicare sempre con molta oggettività le persone che ti circondano. Significa che non ti lasci influenzare dalla prima impressione ma dai sempre agli altri la possibilità di dimostrare chi sono davvero. Naturalmente, se capisci di non poterti fidare, la persona che hai di fronte viene esclusa immediatamente dalla tua vita.

2 – La donna sulla destra

Contrariamente all’uomo sulla sinistra, che appare ripiegato su se stesso, la donna sulla destra ha il corpo arcuato con il petto e il ventre esposti. Questa posizione di estrema vulnerabilità rappresenta benissimo due tipiche espressioni del linguaggio comune: “prendere le cose di petto” e “agire di pancia”.

Tradizionalmente infatti si pensa che le donne agiscano quasi sempre sull’onda dell’emozione, dell’istinto o del sentimento.

Anche se questo non è sempre vero (non tutte le scelte della vita possono essere compiute in questo modo!) bisogna ammettere che le donne in genere fanno molto affidamento sul proprio istinto e sulla propria capacità di capire subito di che pasta sono fatte le persone.

Questo significa che sei una persona che tende a valutare le persone sull’onda della prima impressione. Nel giro di pochissimi istanti, guidata dal tuo infallibile istinto, decidi se fidarti o non fidarti di qualcuno.

Probabilmente nella tua vita questo approccio ha sempre funzionato egregiamente, ma non è detto che andrà sempre così o che questo stile di comportamento possa essere sempre utile. Si tratta infatti di un approccio piuttosto immaturo. Cerca di dare una seconda opportunità alle persone e non giudicare sempre il libro dalla copertina. Potresti sbagliarti ed escludere dalla tua vita delle persone che invece potrebbero rivelarsi preziosissime!

Vuoi continuare a giocare con Chedonna? Fai il Test della Tristezza per scoprire un tuo pregio a partire dalle cose che fai per tirarti su.

3 – Il cuore

Il cuore è probabilmente l’elemento che si nota di più e più facilmente in tutta la composizione. Viene composto dai profili delle due figure laterali e si staglia sui toni chiari di un paesaggio marino.

Il cuore è un simbolo universale di unione, amore e affetto. Questo significa che rappresenta la condivisione di sentimenti ma anche di obiettivi e di storie personali.

Se hai scelto il cuore significa che tendi a fidarti troppo spesso e troppo facilmente delle persone, anche di quelle che hai appena conosciuto o che hai incontrato pochissime volte nella tua vita.

Essere ottimisti è una buona cosa, ma di certo non lo è esserlo tanto da diventare ingenui, perché si rischia di essere presi in giro e ingannati dalle persone con cattive intenzioni.

Ti consigliamo di diventare leggermente più sospettosa al fine di imparare a difenderti meglio dalle persone che non vogliono il tuo bene ma vogliono solo sfruttare il tuo tempo, le tue risorse e le tue capacità.

Che per farlo tu scelga il cuore o l’istinto non importa: costruisci la strategia che vada meglio per te, ma fallo!