Hai provato un piacere intenso senza toccarti lì. Ti diciamo noi cos’è

Si chiama orgasmo extra genitale e anche se il nome non ti affascina sappi che è qualcosa che potresti aver già provato: ecco come!

Tutti lo vogliono, tutti lo cercano, pochi lo trovano.

orgasmo extra genitale
(fonte: Canva)

Di chi parliamo? Ma ovviamente del piacere, soprattutto quello femminile, che spesso può essere etichettato come desaparecidos dai letti delle coppie (soprattutto quelle eterosessuali. Ehi, non è un gossip: ci sono degli studi che lo dimostrano!).
Oggi vogliamo parlarti di un tipo di piacere che non prevede la stimolazione dei genitali: è possibile che esista?

Orgasmo extra genitale: ecco cos’è e come funziona

Eccoci qua, direte voi. Già fatichiamo con l’orgasmo normale ed ecco che arriva quello “extra genitale”.

orgasmo extra genitale
(fonte: Canva)

Ma di che si tratta?
Partiamo dalle basi: un orgasmo extra genitale è una sensazione di forte piacere, che arriva al suo massimo (proprio come un orgasmo normale) di conseguenza ad una stimolazione che ha poco a che vedere con i genitali.
Insomma: dovresti raggiungere l’orgasmo facendoti toccare e massaggiare la schiena, le braccia, il cuoio capelluto… o qualsiasi parte funzioni per te!

Capita anche con altre zone erogene ma poco stimolate: i capezzoli, ad esempio, oppure le natiche. Insomma, si tratta di un orgasmo che riesce a nascere e crescere partendo da una stimolazione sicuramente sensuale ma che non è quella “classica”.
Bello, no?
L’orgasmo extra genitale è sicuramente un orgasmo raro, che non capita a tutti. Potrebbe esserti successo, però, di sperimentare un piacere intenso quando qualcuno ti tocca da altre parti e non aver capito il perché. Adesso che lo sai, quindi, puoi sfruttare il tuo potenziale oppure andare alla ricerca, insieme al tuo partner, del punto perfetto!
Ormai, tanto, te lo abbiamo detto qui: il punto G non esiste e quindi è ora di mettersi a cercare tutti gli altri “punti” che possano funzionare per noi!

Come si riesce a raggiungere questo tipo di orgasmo?

L’orgasmo extra genitale è un orgasmo che si raggiunge, principalmente, grazie ad un’allenamento particolare.
Quello del cervello!

Non ti stiamo dicendo, ovviamente, che sia semplice raggiungere l’orgasmo stimolando i gomiti (per dire) ma che ci vuole un minimo di allenamento e preparazione.
Così come per “l’orgasmo normale“, infatti, servirebbe non essere troppo concentrati sul risultato finale ed eccitarsi ed essere eccitati, presi dal momento.
Fortuna che ti abbiamo spiegato qui come eccitare te stessa e qui come eccitare il tuo partner!

L’idea che si nasconde dietro all’orgasmo extra genitale è proprio quella di concentrarsi sulle sensazioni e solo su quelle!
Ecco, quindi, che viene a mettersi al primo posto il nostro cervello: è lui che conta più di tutti e, ovviamente, lo sa!
Per provare questo tipo di orgasmo devi veramente impegnarti a… beh, non pensare all’orgasmo!
Insieme al partner potete provare a mappare il tuo corpo, per trovare i punti che, quando toccati, ti fanno veramente vedere le stelle. Scoprirai con sorpresa che non sono sempre e solo gli stessi due a farti provare piacere!

La buona notizia è che l’orgasmo extra genitale esiste: pensa, a volte ci capita di provare orgasmi anche quando dormiamo e nessuno ci sta toccando.
Insomma: si può fare!
Tutto sta nella tua capacità di concentrarti sulle sensazioni, senza pensare a risultati da raggiungere o a tecniche particolari da mettere in pratica.
Ehi, non che stiamo demonizzando le tecniche intime: se proverai la posizione del triceratopo avrai di certo da che divertirti!

Allora, che ne dici: stasera proverete ad avere un orgasmo… senza toccarvi?