Dieta anti afa: ecco i cibi giusti per combattere il caldo

Con le temperature in salita occorre seguire una dieta anti afa: ecco i cibi giusti per combattere il caldo e viverlo al meglio. 

Con le colonnine di mercurio in salita è importante adeguare una dieta che aiuti l’organismo a difendersi dal caldo. La dieta anti afa si rende quindi necessaria quando le temperature salgono così da contrastarne gli effetti.

dieta anti afa
Fonte: Canva

Ma quali sono i cibi da prediligere quando arrivano queste giornate caldissime? Intanto è importante scegliere quegli alimenti ricchi d’acqua che aiutano a contrastare la disidratazione.

Inoltre, sono importanti anche i cibi che contengono carotenoidi in quanto proteggono la pelle dai raggi solari. Da evitare infine i cibi ricchi di grassi e poco digeribili ma anche le bevande alcoliche. Scopriamo cosa inserire nella dieta anti afa.

Ecco i cibi anti afa da inserire nella dieta

I cibi tipicamente estivi vanno dalle insalate alle paste fredde, dalla frutta e i suoi derivati come frullati, smoothie, centrifugati, macedonia e via dicendo. Non considerando le verdure sia crude che cotte.

dieta anti afa
Fonte: Canva

Ma anche i gelati a patto di saperli consumare nel modo giusto e gli yogurt, meglio optare per quelli magri. Qui trovi le caratteristiche e come sceglierli. 

E se i nutrizionisti si raccomandano di non saltare i pasti, dall’altro lato, anche se la fame è poca a causa del caldo, non resta che indirizzarsi su frutta e verdura, in questo modo di certo non si sbaglia. Vediamo allora quali sono i cibi da inserire nella dieta anti afa.

1) Frutta e verdura. Tra i cibi che non dovrebbero dunque mai mancare nella dieta anti afa troviamo al primo posto la frutta e la verdura. Ogni qualvolta si necessiti di fare uno spuntino la frutta può essere una buona opzione. Specie quella estiva e chilometro zero meglio ancora, in quanto fornisce vitamine e sali minerali. Inoltre, scegliendo ad esempio frutti come pesche, albicocche, cocomero, meloni introdurremo anche molta acqua. Bene anche le verdure di stagione, il cetriolo ad esempio è ricchissimo d’acqua. Ma ottimi sono anche i pomodori, tipicamente estivi o le insalate.

2) Carboidrati a pranzo. Un piatto di pasta a pranzo, meglio ancora se integrale, condito con salse leggere come quella a base di pomodoro sia cotto che crudo, ma anche di altre verdure può essere un’ottima soluzione. Non appesantisce e in più fornisce le energie necessarie per la giornata. Bene anche le insalate a base di cereali, ad esempio quelle di farro, orzo e così via. Inoltre, se non seguiamo un regime ipocalorico possiamo anche inserire un secondo a base di carne o pesce cotto senza grassi e una verdura di contorno.

3) Cena leggera. Meglio fare un pasto più completo a mezzogiorno piuttosto che alle 8 di sera. Avremo più tempo per smaltirlo. A cena possiamo puntare ancora una volta sulle verdure, sia crude che cotte e una porzione di carne, pesce o uova cotti senza grassi. Bene anche un’insalata di orzo o farro. Ma evitiamo fritture, affettati, grigliate, e soprattutto gli alcolici.

Non dimentichiamo infine di bere almeno 2 litri di acqua al giorno, la dose raccomandata per un adulto. E se abbiamo perso molti liquidi dovremmo anche bere un po’ di più per non disidratarci.