Conservare l’insalata in estate: ecco i trucchi per averla sempre fresca

L’insalata è una delle verdure più consumate in estate: ecco i trucchi per conservare questo alimento e averlo sempre fresco. 

Con l’arrivo dell’estate tornano prepotentemente sulle nostre tavole anche le insalate. Dai vari tipi di lattuga, all’iceberg, fino ad arrivare a rucola e valeriana. Sono diverse le tipologie su cui possiamo spaziare.

conservare insalata
Fonte: Canva

E poi non la utilizziamo solo come contorno ma spesso arricchiamo l’insalata sia con altre verdure a crudo come pomodori, carote, cetrioli, ma anche con pezzi di formaggio, dadino di prosciutto cotto, tonno, o volendo anche petto di pollo grigliato e tagliato a striscioline, facendola diventare praticamente un piatto unico.

Insomma le idee non mancano per creare deliziose insalatone. Ma alla base c’è sempre lei, l’insalata che dovrà essere trattata in un certo modo onde evitare che si rovini. Scopriamo allora come conservare l’insalata per averla sempre fresca e a disposizione.

Ecco come conservare l’insalata con il caldo

Non c’è niente di peggio che mangiare un’insalata molliccia e con le foglie prive di vigore. L’insalata è buona quando è fresca e croccante, ma se perde la sua consistenza originale diventa poco appetibile.

conservare insalata
Fonte: Canva

Per far sì che, anche con il caldo, in estate, la nostra insalata si mantenga a lungo dovremo adottare alcuni piccoli espedienti. Dei trucchi che ci permetteranno di conservare l’insalata al meglio e poterla degustare sempre fresca. 

1) Non acquistarla troppo in anticipo rispetto al giorno in cui vogliamo consumarla. Il primo passo da compiere è quello di non acquistare l’insalata con largo anticipo ma comprarla quando sappiamo che la consumeremo. Quindi, se la mangiamo in giornata o il giorno seguente prendiamola, altrimenti rimandiamo l’acquisto. In questo modo saremo sicure di non consumare un prodotto che ha stazionato chissà quanti giorni in frigorifero.

2) Metterla in frigorifero. Con il caldo i cibi tendono a deteriorarsi ecco perché dovremo mettere anche la nostra insalata in frigorifero.

3) Attenzione all’umidità. Uno dei problemi principali quando acquistiamo l’insalata è che va incontro all’umidità, acerrima nemica dei cibi freschi come questo. Sia che la riponiamo nel frigorifero senza lavarla, ma solo dopo aver levato le foglie rovinate, sia che invece la laviamo così da averla già pronta all’uso dovremo porre estrema attenzione ad eliminare l’acqua in eccesso. A questo proposito il trucco è di avvolgerla in un canovaccio pulito e riporla nel ripiano basso del frigorifero.

4) Pulire l’insalata. Se vogliamo lavarla prima di metterla in frigorifero così da averla disponibile ogni qualvolta che ci serve basterà togliere le foglie più esterne, quelle rovinate o marce, quindi tagliamo il ceppo. Poi laviamo le singole foglie con acqua e bicarbonato, lasciandole a mollo per circa 15 minuti. Risciacquiamo bene e poi dovremo asciugare ogni singola foglia. Solo così saremo sicuri che la nostra insalata non si rovinerà. Il consiglio è prima di passarla nella centrifuga e poi di asciugare con un canovaccio le foglie una ad una. Qui trovi i trucchi di Benedetta Parodi per conservare l’insalata lavata e tagliata. 

5) Carta assorbente e contenitore ermetico. Una volta terminate le operazioni di pulizia, predisponiamo un contenitore a chiusura ermetica dove sul fondo mettiamo della carta assorbente che andrà a togliere l’umidità e di tanto in tanto la cambieremo così da evitare che l’insalata vada incontro al deterioramento.

Senza commettere questi errori imperdonabili, e con questi trucchi l’insalata durerà fresca in frigorifero per diversi giorni.