Come congelare gli asparagi e averli sempre disponibili: ecco i trucchi utili

La stagione degli asparagi è quasi giunta al termine: ecco come congelare tali ortaggi e averli sempre disponibili. 

Tra gli ortaggi tipicamente primaverili troviamo gli asparagi. Buoni, leggeri e gustosi sono ricchi di sostanze nutritive e dalle innumerevoli proprietà benefiche. Diuretici, antinfiammatori, antiossidanti, depurativi gli asparagi sono in gran parte composti d’acqua ma anche da fibre, proteine e carboidrati. Non contengono invece grassi.

congelare asparagi
Fonte: Canva

Estremamente versatili, gli asparagi si possono declinare in innumerevoli ricette, perfetti con i primi come pasta e risotto, ma anche nella frittata, o nella vellutata fino ai classici contorni. Di asparagi se ne possono trovare diverse varietà. Da quelli bianchi ai violetti e verdi e infine quelli selvatici.

Spesso però il periodo per consumarli è davvero breve, la stagione degli asparagi infatti inizia verso la fine di marzo e si protrae per tutta la primavera, e visto che allora stanno per finire, scopriamo i trucchi per congelare gli asparagi e averli disponibili tutto l’anno. 

Ecco i trucchi per congelare gli asparagi

Per quanto siano buoni e gustosi gli asparagi durano davvero poco, si trovano solo a primavera e rinunciare a preparare squisiti piatti durante l’anno è un vero peccato. Ecco perché è importante conoscere i trucchi per congelare gli asparagi. In questo modo potremo averli sempre disponibili tutto l’anno. 

congelare asparagi
Fonte: Canva

Ma quali sono i metodi per congelarli? Gli asparagi si possono conservare in freezer sia da crudi che dopo averli sbollentati. In questo modo dureranno per circa 5 mesi. Scopriamo allora i trucchi per congelarli. 

Gli asparagi si possono congelare da crudi. Per farlo basterà lavarli bene sotto l’acqua rimuovendo tutti gli eventuali residui di terra. Eliminiamo quindi la parte finale del gambo, quella più coriacea. A questo punto li asciughiamo bene e poi li riponiamo nelle bustine gelo. Possiamo congelarli interi o ridurli in pezzi più piccoli. 

Se invece li congeliamo da cotti, dopo aver pulito gli asparagi e averli lavati sotto l’acqua, eliminando le parti più coriacee andranno sbollentati. Per farlo mettiamo l’acqua a bollire quindi immergiamo gli asparagi e lasciamoli cuocere per 3 minuti. A questo punto li scoliamo e li mettiamo in una ciotola piena di acqua gelata e ghiaccio. Lo shock termico bloccherà immediatamente la cottura e li manterrà sodi e perfetti per essere cucinati nelle nostre ricette. Possiamo anche in questo caso scegliere se congelarli interi o tagliarli a pezzi, anche a seconda dell’utilizzo che poi ne faremo. 

Per scongelare i nostri asparagi non è difficile. Non dobbiamo toglierli dal freezer troppo tempo prima, basterà toglierli dal congelatore e metterli direttamente in padella o in pentola a cuocere. Grazie a questi due metodi potremo avere gli asparagi disponibili per buona parte dell’anno. Qui inoltre puoi conoscere anche gli errori da non commettere con gli asparagi. 

Se invece si pensa di utilizzare gli asparagi nell’arco di pochi giorni basterà conservarli in frigorifero. In tal caso basterà avvolgere il fondo dei gambi con carta da cucina e conservarli in frigorifero consumandoli entro 4-5 giorni, risposti in una bustina di carta per alimenti. Più passano i giorni e più gli asparagi tenderanno a perdere parte del loro sapore, quindi, il consiglio è quello di consumarli freschi il prima possibile, o altrimenti congelarli.