Come essiccare il basilico per averlo disponibile tutto l’anno: trucchi utili

È iniziata la stagione del basilico: impariamo i trucchi utili per essiccare questa profumata pianta aromatica così da averla sempre disponibile. 

Tra le piante aromatiche tipicamente estive il basilico rappresenta senza dubbio una di quelle più utilizzate in cucina. Ottimo con i sughi di pomodoro è capace di esaltare moltissimi sapori.

basilico essiccato
Fonte: Canva

Pensiamo ad esempio ai contorni a base di verdure tipicamente estive. Il basilico è capace di rendere speciale anche un semplice piatto di pomodori e mozzarella grazie al suo tipico odore. Non solo, il basilico è anche l’ingrediente principale del pesto alla genovese.

Spesso però siamo portati ad utilizzarlo solo dalla tarda primavera e per tutta l’estate, ovvero il periodo in cui il basilico cresce rigoglioso. Come fare per averlo sempre disponibile? Scopriamo i trucchi per essiccare il basilico.

Ecco i trucchi per essiccare il basilico

Con l’arrivo del clima mite torna anche prepotentemente l’odore del basilico nelle nostre case. In tanti infatti si dotano di una piantina di basilico anche sul davanzale della finestra, se non hanno un giardino. Utile per cucinare, il basilico è una pianta aromatica che ci ricorda il sapore fresco dei piatti tipicamente estivi.

essiccare basilico
Fonte: Canva

Pensiamo al pesto o al sugo di pomodoro, che senza basilico perde parecchi punti. Spesso però capita che passata la stagione del basilico lo utilizziamo in misura minore, fino ad acquistare quello coltivato in serra se proprio non si vuole rinunciare.

Come fare allora se vogliamo avere il basilico sempre disponibile tutto l’anno per insaporire le nostre ricette? Basterà essiccare le foglie, in questo modo lo avremo sempre a disposizione. Ecco il procedimento per avere sempre il basilico in cucina anche quando fa freddo e la stagione è ormai passata.

Prima di arrivare al procedimento per essiccare il basilico dobbiamo staccare le foglioline dalla pianta. Dal momento che è una pianta molto delicata, che necessita di tanto sole ed acqua, per staccare le foglie dovremo porre la giusta attenzione.

Per evitare di rovinarle stacchiamo le foglie dallo stelo con le mani scegliendo quelle più grandi. A questo punto lo laviamo con acqua fredda in una ciotola, avendo cura di eliminare l’acqua in eccesso con uno scolapasta. Per evitare che le foglie si anneriscano le tamponiamo con carta da cucina.

Ora ricopriamo una teglia ampia con carta da forno e ci mettiamo sopra le foglie di basilico copriamo con una retina se vogliamo o della carta d’alluminio, avendo cura di lasciare qualche buco per far penetrare il sole, e lasciamo asciugare al sole per un paio di giorni.

Trascorso il tempo giriamo le foglie e le lasciamo essiccare ancora fino a che il basilico non si sarà essiccato del tutto naturalmente.

Un altro metodo è realizzare dei mazzi di basilico e legarli con uno spago da cucina, quindi li mettiamo appesi capovolti in un luogo aerato come una cantina ma asciutto. Evitiamo di esporli alle fonti di calore. Nell’arco di 3-4 giorni dovrebbero essere a posto.

Infine sminuzziamo il basilico con un coltello e lo trasferiamo nei vasetti di vetro dopo averli sterilizzati. 

Se poi si ha un essiccatore si può procedere utilizzando tale strumento per essiccare il nostro basilico.