Banane a dieta: si possono mangiare o fanno ingrassare?

In tanti si chiedono se le banane si possono mangiare a dieta o se fanno ingrassare: scopriamo come mangiarle. 

Tra i frutti che molto spesso pensiamo di dover eliminare quando iniziamo una dieta ipocalorica c’è la banana. Forse tale convinzione è dovuta alla consistenza della banana molto meno succosa rispetto agli altri frutti e abbastanza pastosa.

banane a dieta
Fonte: Canva

In effetti le calorie contenute nella banana non sono poche rispetto ad esempio alla frutta estiva come pesche, anguria e così via. Ma ciò non significa necessariamente che vada eliminata del tutto se si è a dieta. Essa è infatti un’ottima fonte di sostanze nutritive.

Scopriamo allora se possiamo consumare le banane a dieta o se fanno ingrassare. Ecco come e quante possiamo mangiarne nell’ambito di un regime ipocalorico sano ed equilibrato.

Ecco come mangiare le banane a dieta

Tra i frutti che si possono consumare tutto l’anno troviamo le banane, esse sono generalmente importate dai paesi tropicali visto che necessitano di climi caldi e umidi per crescere.

banane a dieta
Fonte: Canva

In tanti però si chiedono se sia possibile consumare banane a dieta o se è meglio evitarle perché potrebbero far ingrassare. Un quesito che incuriosisce tutti coloro che intraprendono una dieta ipocalorica, specie ora in vista dell’estate.

L’idea che la banana possa far ingrassare deriva dal fatto che dona subito senso di sazietà e questo può far presupporre che tale frutto faccia anche ingrassare e sia pesante. Eliminare però del tutto le banane dalla dieta può risultare un errore.

Mangiare le banane a dieta infatti è consentito. Ricordando però che le stesse forniscono 90 calorie ogni 100 grammi di prodotto e quindi tenendo conto del fatto che sono più caloriche rispetto a tanti altri frutti come ad esempio le ciliegie o le fragole.

Nonostante ciò le banane sono anche un’ottima fonte di fibre e questo significa che donano senso di sazietà, per cui mangiandole saremo poi meno affamati ai pasti. Esse rallentano il rilascio di zuccheri nel sangue e forniscono molti sali minerali tra cui potassio, fosforo e magnesio.

Inoltre, contengono anche alcune vitamine tra cui la C, e alcune del gruppo B. Gli sportivi le prediligono visto che apportano anche una discreta quantità di carboidrati a rilascio lento.

Infine, non dimentichiamo che le banane tolgono anche la voglia di dolce riducendo così l’appetito.

Detto ciò allora quante banane si possono mangiare se si è a dieta? Premesso che sono consentite in una dieta ipocalorica occorre però come tutte le cose consumarle sempre nelle giuste quantità che tradotto significa una banana al giorno.

Meglio se per consumarle scegliamo la mattina, inserendola come spuntino, o anche a metà pomeriggio. Per chi fa sport sono perfette dopo essersi allenati perché permettono di recuperare dagli sforzi nel minor tempo possibile.

Inoltre, forse non tutti sanno che le banane sono frutti da concedersi anche prima di dormire visto che conciliano il sonno, essendo ricche di triptofano.

Quindi via libera alle banane anche se si è a dieta, importante è mangiarle sempre rispettando le giuste quantità e distribuendole nei momenti più opportuni nell’arco della giornata, come gli spuntini.