Ciliegie a dieta: fanno ingrassare o dimagrire? Ecco la risposta

Finalmente sono tornate sulle nostre tavole le ciliegie ma è possibile consumarle a dieta o fanno ingrassare? Ecco la risposta.

Le ciliegie fanno la loro comparsa in questo periodo dell’anno. Nella tarda primavera ed in estate sono nel pieno del loro rigoglio. Maggio in particolare segna il loro arrivo ecco perché è facile trovarle nei banchi del mercato.

ciliegie dieta
Fonte: Canva

Meglio ancora se riusciamo ad acquistare ciliegie a chilometro zero e coltivate senza agenti chimici o pesticidi. Molti hanno infatti alberi da frutto piantati nei propri giardini da cui ricavano squisite ciliegie.

Ma visto che è proprio ora che consumiamo più spesso le ciliegie una domanda che in tanti si pongono in vista dell’estate e della prova costume è se questi dolci frutti si possono consumare a dieta. Le ciliegie fanno ingrassare o dimagrire? Scopriamolo.

Le ciliegie a dieta: ecco come consumarle

Originarie dell’Asia le ciliegie sono frutti tipici della tarda primavera e dell’estate, nel tempo si sono poi diffuse in Grecia e da lì in tutto il bacino del mediterraneo già ai tempi dell’Impero Romano.

ciliegie dieta
Fonte: Canva

Un frutto molto gradito sia dai grandi che dai bambini e dalle notevoli sostanze nutritive preziose per il nostro organismo: stiamo parlando della ciliegia. La domanda che tutti si pongono però in questo periodo è se le ciliegie facciano ingrassare o dimagrire e se è consentito consumarle a dieta.

Intanto iniziamo con lo specificare che le ciliegie sono frutti poco calorici, esse apportano 60 calorie ogni 100 grammi. Contengono molte vitamine, tra cui la C, dalle proprietà antiossidanti oltre ai polifenoli.

Utili contro l’invecchiamento, le ciliegie sono anche preziose per combattere gli stati infiammatori, inoltre, forniscono numerosi sali minerali, tra cui magnesio e potassio, ottimi per i muscoli ma anche per il sistema nervoso e per regolare la pressione.

Non dimentichiamo poi che le ciliegie sono ricche di acqua, esse ne contengono infatti circa l’86% quindi aiutano a contrastare il senso di fame ma offrendo anche la giusta idratazione al corpo.

Con queste premesse è facile intuire come dunque le ciliegie siano frutti consentiti a dieta. Anzi, sono consigliate nell’ambito di una dieta ipocalorica e se si pratica sport. Esse infatti essendo ricche di acqua aiutano a recuperare i liquidi persi nel corso dell’attività fisica.

Grazie alla presenza di antociani poi le ciliegie sono utili per la salute dei capillari e la microcircolazione. Essendo poi a basso indice glicemico possiamo quindi facilmente dedurre che non fanno ingrassare ma possono consumarle anche i diabetici. Anzi, aiutano a dimagrire visto che grazie al discreto contenuto di fibre stimolano la motilità intestinale, favorendo dunque la perdita di peso.

Anche se le ciliegie non sono frutti che fanno ingrassare è opportuno non abusarne come tutte le cose. Quindi la quantità consigliata è di 200 grammi al giorno che possono anche essere divise in due razioni.

In questo modo soddisferemo il palato quando abbiamo voglia di uno snack o di qualcosa di dolce ma senza ingrassare. Ad esempio possiamo inserirle nello spuntino di metà mattina o di metà pomeriggio. Oppure possiamo aggiungerle a colazione accompagnandole ad uno yogurt bianco magro e qualche cereale integrale.

Infine si possono consumare prima di andare a letto se siamo colti da un improvviso attacco di fame. Esse contengono anche melatonina, dunque, favoriscono il riposo notturno.