I liquid hair, la tendenza preferita delle celeb di tutto il mondo

I liquid hair sono l’ultima tendenza hair sbarcata direttamente ha Hollywood e scelta da tutte le celeb più iconiche. Ecco di cosa si tratta.

Le tendenze hair della primavera 2022 – così come quelle moda e beauty – sono davvero variegate.

Liquid hair
Pinterest Photo

Passiamo dai “lumi lights”, i giochi di luce e metà tra il biondo miele ed una nuance naturale, al lily cut, il taglio medio che prende il nome dai petali sovrapposti del fiore del giglio.

Il mezzo ci sono le onde “foilayage”, che consentono di mischiare al balayage gli “highlights“ e di avere un finish “blushed“ ed i tagli corti, come il mixie cut, tanto per citarne uno.

Ma c’è anche un trend che arriva direttamente da Hollywood ed il preferito delle celeb più iconiche: parliamo dei liquid hair. Ma cosa sono esattamente e come si ottengono?

Liquid Hair: tutto ciò che c’è da sapere sulla tendenza del momento

Liscissimi, lucenti, fluidi: i liquid hair sono il sogno di moltissime celeb di tutto il mondo.

Liquid hair
Pinterest Photo

Trattasi di una tecnica che permette di far sì che la chioma rifletta la luce, come se fosse acqua in movimento.

Molto simile ai Glass Hair, la tendenza che spopolò nel 2018, che però prevedeva un blob liscissimo, questa prevede una chioma molto più naturale.

I liquid hair comunque richiedono una base scura con riflessi caldi (ad esempio color bronzo) e delle strisce di luce equilibrate. L’effetto finale sarà comunque una chioma lucente, setosa e morbida.

La cosa principale è riuscire a creare insomma un giusto equilibrio tra lunghezza e colore, riflessi compresi ovviamente.

Ma come ottenere questo effetto? Innanzitutto la conditio sine qua non questo trend sia perfetto è che il capello sia sano.

Su un capello sfibrato, non curato, che tende a spezzarsi facilmente ci sarebbe ben poco da fare e l’effetto finale non sarebbe di sicuro lo stesso.

Se effettuata dal parrucchiere, in genere questa tecnica prevede l’applicazione di uno shampoo apposito che possa aprire le squame del capello e poi il trattamento vero e proprio a base di prodotti professionali specifici.

Fatto ciò, il parrucchiere asciugherà prima i capelli con il phon e poi passerà una piastra che permetterà al trattamento di restare intatto per diverse settimane.

A proposito di piastra, se vuoi sapere come capire se la temperatura è quella giusta per i tuoi capelli, puoi consultare la nostra guida.

Detto ciò, ovviamente questa tecnica è molto più efficace su chi ha già i capelli lisci per natura, oppure ha effettuato un trattamento lisciante alla cheratina, ad esempio.

In ogni caso, è sconsigliata su chi ha i capelli molto lisci, perché la stiratura e il trattamento levigante potrebbero stressarli.

Ma i liquid hair stanno bene su tutti i tagli? Non esattamente. Stanno di sicuro bene a chi ha i capelli almeno medio – lunghi, perché sui tagli troppo corti è molto difficile avere l’effetto desiderato, dal momento che non sarà visibile il movimento.

Allo stesso modo, sui capelli molto scalati non starebbero bene per lo stesso motivo.

I tagli perfetti su cui applicarli sono quindi quelli lunghi e medi e pari, oppure comunque quasi pari.

Un esempio? Lo Sliced Bob, leggermente più lungo davanti e corto dietro, che è sempre un caschetto, ma più lungo del normale.

Come abbiamo anticipato, realizzare i liquid hair a casa è comunque possibile, ma non è una cosa che si fa in pochissimo tempo, quindi richiede un po’ di buona volontà.

La prima cosa da fare è un trattamento da fare prima dello shampoo, con un impacco a base di oli, che nutre il fusto del capello.

Fatto ciò, dobbiamo procedere con il lavaggio, ma in questo caso è consigliato il Reverse Shampooing, uno “shampoo al contrario”, che consiste cioè nell’applicare prima il balsamo e solo successivamente lo shampoo.

Questo è utile perché rende i capelli lisci, ma allo stesso tempo voluminosi, quindi non correremo il rischio di avere i capelli troppo “attaccati” alla testa.

A questo punto possiamo procedere con un balsamo balsamo spray leave – in, che non richiede il risciacquo e che è ci permette di avere dei capelli già di per sé lucenti, luminosi e molto soffici.

Alla fine dobbiamo ovviamente passare alla piega. Come effettuarla? Con una spazzola rotonda, di cui ci serviremo per asciugare i capelli.

Successivamente poi dobbiamo passare su tutta la nostra chioma una piastra a vapore, che conferisce al capello l’effetto specchio ed il gioco sarà fatto.