Altri guai per il Principe William: tanti fischi dal pubblico per lui e Kate

Il Principe William ha ricevuto lunghe bordate di fischi durante un evento pubblico: cosa sta cambiando in Inghilterra?

Il 2022 è l’anno del Giubileo di Platino della Regina Elisabetta, ma la Monarchia Inglese non sembra in salute. La colpa non è soltanto di Harry e delle sue accuse di razzismo e nemmeno solo di Andrea, accusato di violenza sessuale.

principe william fischi
(Pinterest)

In questi ultimi mesi, infatti, anche uno degli esponenti più importanti della Famiglia Reale, il Principe William, ha fallito in più di un’occasione.

In particolare, William ha commesso più di uno scivolone nel corso del suo viaggio nei Caraibi insieme a Kate. La stampa non gli ha dato tregua e il Principe si è trovato a dover compiere una di quelle azioni che sua nonna non avrebbe mai voluto vedergli fare: si è giustificato.

Durante il viaggio, infatti, William non ha pronunciato parole di scuse per le pratiche di schiavismo che il Regno Unito ha portato avanti per secoli nelle sue colonie.

Per questo motivo (e anche per altri) William e Kate sono stati duramente contestati dagli abitanti dei Paesi Caraibici del Commonwealth, trovandosi addirittura costretti ad annullare alcuni eventi previsti dal programma.

Le cose però, non vanno male solo oltreoceano.

Fischi e contestazioni per il Principe William in Inghilterra

Se oltre i confini nazionali la monarchia è sempre più spesso messa in discussione, almeno all’interno del Regno Unito la Famiglia Reale dovrebbe sentirsi al sicuro.

Principe William
(Pinterest)

Purtroppo invece ancora una volta William ha dovuto far fronte a durissime contestazioni arrivate dai suoi sudditi e alle quali, probabilmente, il Principe era preparato.

Come si sa, William, Kate e George sono grandissimi appassionati di calcio: le foto degli Europei sono rimaste impresse nella mente di milioni di persone!

Per questo motivo il Principe William è il patrono reale della Federazione Calcio inglese e, con questo titolo, presenzia a diversi eventi sportivi ufficiali.

William è stato fischiato mentre teneva un lungo discorso davanti ai tifosi del Liverpool allo stadio del Merseyside, che hanno addirittura fischiato l’inno nazionale.

Si potrebbe pensare, quindi, che i tifosi non si scagliassero direttamente contro il Principe William ma contro la Corona Britannica e tutto quello che rappresenta, ma le cose non stanno esattamente così.

Con ogni probabilità il William e Kate erano consapevoli delle contestazioni che avrebbero dovuto affrontare perché i tifosi del Meseyside sventolano anche bandiere che riportano “non siamo inglesi”.

Queste manifestazioni vanno avanti dagli anni Ottanta e non si sono mai interrotte, quindi non si tratta di un allarme particolarmente significativo per la Famiglia Reale.

Il motivo della contestazione risale al fatto che, nel 1989, a Hillsborough, persero la vita 96 tifosi durante un disastro avvenuto durante una partita tra il Liverpool e il Nottingham Forest.

I tifosi del Liverpool furono incolpati dell’incidente, e solo l’anno scorso le forze di polizia del South Yorkshire e del West Midlands sono state riconosciute colpevoli di aver insabbiato gli errori commessi dagli agenti nel corso di quell’episodio e sono state costrette a risarcire 600 cittadini britannici.

Da allora i tifosi del Liverpool contestano il Regno Unito fischiando all’inno nazionale e anche contro tutti i membri delle istituzioni che hanno a tiro. Soltanto la Regina non viene mai presa di mira dai “rossi del Livepool”, ma c’è anche da dire che Sua Maestà si tiene ben lontana dagli stadi di calcio.

William si meritava un trattamento del genere? Probabilmente no, dal momento che insieme al padre Carlo è il braccio destro della Regina.

Ti sei persa le ultime notizie sulla Famiglia Reale? Qui trovi tutti gli articoli sui Royals di Chedonna.it! Rimani informata!