Si può consumare il miele a dieta o fa ingrassare? Ecco la risposta

Molti si chiedono se si possa consumare il miele a dieta o se fa ingrassare: scopriamo in che modo incide sull’alimentazione e in quali quantità può essere introdotto. 

Tra i prodotti più utilizzati come rimedi della nonna, ma anche per dolcificare bevande o per sostituire lo zucchero troviamo di sicuro il miele. Una sostanza preziosa prodotta dalla api che può avere molti benefici effetti sul nostro corpo.

miele fa ingrassare
Fonte: Canva

Definito anche come nettare degli dei questa sostanza pregiata nasce come alimento di riserva. Essa infatti rappresenta una scorta per l’inverno grazie al lavoro instancabile delle api mellifere, ovvero quelle che lo prelevano dai fiori, e di quelle operaie che lo lavorano trasportandolo nei favi.

Essendo però tra le sostanze più dolci, tutti si chiedono se sia possibile consumarlo quando si è a dieta o se faccia ingrassare. Scopriamo se e quanto miele è possibile introdurre nella dieta e se ci fa prendere peso.

Miele a dieta: ecco quanto consumarne per non ingrassare

Per rendere dolce una tisana, sopra ad una fetta di pane, o con il formaggio, sopra alla ricotta o con lo yogurt, il miele può essere impiegato in mille usi e può anche sostituire la dose di zucchero in una ricetta dolce. 

miele fa ingrassare
Fonte: Canva

Dalle proprietà antinfiammatorie, antibatteriche e antimicotiche il miele è un farmaco naturale ma se siamo a dieta possiamo consumarlo liberamente oppure può farci ingrassare?

Composto dal 95% da zuccheri, tra cui fruttosio e glucosio, il miele è un alimento ben digeribile capace di donare molta energia. Ha un contenuto calorico più basso rispetto allo zucchero classico. Fornisce infatti 304 calorie ogni 100 grammi di prodotto contro le 390 dello zucchero.

Inoltre, rispetto allo zucchero ha un potere più dolcificante quindi se ne può usare di meno. Contiene poi piccole quantità di vitamine e minerali quindi rispetto allo zucchero, che fornisce calorie vuote, il miele è migliore per la salute.

Questo però non significa che bisogna abusarne. Se infatti siamo a dieta, ed è qui che vogliamo rispondere alla domanda, è bene non esagerare con le quantità.

Premesso che tutti gli alimenti possono far ingrassare se assunti in dosi eccessive rispetto al proprio fabbisogno, il miele non fa eccezione. Dal momento che ha una forte componente glucidica mangiandone troppo può far ingrassare. 

E allora se siamo a dieta qual è la quantità di miele consentita? Possiamo anche assumerlo ogni giorno purché rispettiamo la quantità di un paio di cucchiaini al dì. Meglio però abbinarlo ad altri macronutrienti come proteine o grassi visto che esso ha un basso potere saziante. 

Ciò significa che abbinandolo ad altri cibi che riducono l’assorbimento degli zuccheri eviteremo i picchi insulinici responsabili dell’accumulo di grasso.

Quindi sebbene il miele non sia un alimento da considerarsi dietetico, e quindi da assumere in quantità eccessive se si è a dieta e si vuole perdere peso, è comunque possibile inserirlo nel proprio regime alimentare rispettando le quantità raccomandate.