Piatto caldo e vino freddo oppure il contrario? La risposta è questa

Abbinare il vino giusto al piatto giusto non è difficile ma servirlo alla temperatura sbagliata è un disastro. Impariamo come fare

Abbinare il giusto vino al giusto piatto è importante. Abbinare il vino alla giusta temperatura è il confine tra tutto e niente. Eppure per la fretta, perché ci fidiamo dei consigli o perché in buonafede pensiamo di essere nel giusto, rischiamo di combinare un disastro.

vino temperatura
canva

Se serviamo un vino ad una temperatura più bassa o più alta rispetto a quella giusta, non lo gusteremo mai al meglio e l’abbinamento non funzionerà. Non serve essere sommelier provetti per capire quale vino sta bene con quel piatto. Ma serve un minimo di preparazione per portarlo in tavola alla gradazione giusta. Ed esistono alcune regole che tutti possono conoscere e seguire per non fare sbagli.

Partiamo dai vini rossi che in fondo sono i più comuni sulle nostre tavole. Tutto quello che dobbiamo osservare è la loro annata di produzione e imbottigliamento. Quelli più giovani devono essere serviti ad una temperatura tra i 14° e i 16° mentre dobbiamo salire dai 16° ai 18° per i vini rossi di media struttura e con invecchiamento fino a 4 anni. Infine tra18° e 20° i vini rossi importanti, con lungo invecchiamento.

Il vino alla temperatura giusta, c’è la tabella

Più bassa invece è la temperatura di servizio dei vini bianchi. Quelli giovani e freschi possono essere serviti anche sotto i 10°. I vini bianchi con un affinamento più lungo invece hanno bisogno di una temperatura di servizio tra 10° e 12°.
Dobbiamo salire invece tra 12° e 14° i vini rosati che sono da considerare una via di mezzo fra i vini bianchi e quelli rossi per apprezzare meglio i loro profumi floreali e fruttati. E poi ci sono gli  spumanti e gli champagne, da servire ad una temperatura di 6°, massimo 8°.

vini bianchi
canva

Infine i vini passiti e liquorosi. Tra i 10° e i 14° è una temperatura che li farà apprezzare da tutti. Se li serviamo tra 14° e 18° invece emergerà di più il loro lato dolce e fruttato.
Ricapitolando, ecco una tabella sempre utile

spumanti secchi 4°-6°
spumanti dolci e vini frizzanti 6°-8°
vini bianchi secchi giovani 8-10°
vini bianchi secchi aromatici e vini rosati 10-12°
vini bianchi maturi 12-14°
vini rossi fruttati 14-16°
vini rossi di media struttura16-18°
vini passiti e vini liquorosi 10–18°