A 15 anni era famoso in tutto il mondo: in diretta racconta il terribile dramma

A 15 anni ha ottenuto un successo incredibile e il suo singolo Un bacio piccolissimo e ancora oggi è conosciutissimo anche delle nuove generazioni. Ecco il dramma raccontato in diretta tv dall’ex star della musica.

Ospite di Serena Bortone nel salotto di Oggi è un altro giorno, una ex star della musica ha raccontato in diretta il suo dramma familiare che ancora lo tormenta e gli impedisce di godersi la vecchiaia. Una vecchiaia arrivata dopo una vita intera di successi e canzoni indimenticabili tra cui il tormentone Un bacio piccolissimo, che gli ha assicurato una notorietà resistente al passare del tempo. Ma di chi stiamo parlando? Ecco il noto cantante che noi tutti ancora ricordiamo con affetto.

oggi è un altro giorno
Fonte: web

Era il 1964 quando questo noto e amatissimo cantante dalla voce di velluto rilasciava uno dei singoli più ascoltati di sempre sulle radio italiane: Un bacio piccolissimo. Un pezzo della cultura pop italiana che è semplicemente impossibile da dimenticare. Nonostante il grande successo ottenuto negli anni Sessanta, l’ex star della musica ha dovuto affrontare una vita assolutamente non facile e piena di dolore a causa di un dramma davvero terribile. Ecco di chi si tratta.

Era una star della musica negli anni Sessanta: in diretta racconta il suo dramma

Stiamo parlando del mitico Robertino Loreti, l’ex ragazzo prodigio che a 15 anni si è guadagnato la fama emozionando tutti con il singolo iconico Un bacio piccolissimo, finalista al Festival di Sanremo 1964 (che anche quest’anno ha riservato molte emozioni).

robertino dramma
Fonte: Rai

Quinto di otto figli, Robertino ha iniziato a lavorare molto presto come garzone in una pasticceria. Avendo da sempre una forte passione per la musica e una voce molto piacevole, ancora molto giovane si è unito a un coro rionale e ha partecipato come comparsa in alcuni film, fra i quali Il ritorno di don Camillo.

La sua carriera musicale ha preso il volo molto presto e a soli quattordici anni Robertino ha ottenuto il successo europeo, partecipando a un film danese e incidendo i suoi primi due 45 giri. Lo stile melodico tipicamente italiano delle sue canzoni è stato molto apprezzato nel nord Europa e nel 1962 ha iniziato a esibirsi anche negli Stati Uniti. Anche qui ha riscosso molto successo, arrivando a cantare perfino al prestigioso Carnegie Hall di New York. Nel 1964 è arrivato il successo anche in Italia, con il pezzo che tutti noi ricordiamo.

La vita difficile di Robertino

Nonostante i tanti successi, la vita di Robertino è stata segnata da una serie di drammi, raccontati in diretta a Oggi è un altro giorno (programma in cui molte star dello spettacolo  hanno fatto confessioni riguardo la loro vita privata). Primo fra tutti, la tragica morte del figlio, mancato un anno fa in seguito a una lunga malattia. Il cantante ha anche due nipoti che però non riesce mai a vedere. Si tratta dei figli di sua figlia, della quale però non ha voluto parlare, forse per via del rapporto litigioso avuto con lei.

Un dolore e un senso di solitudine davvero difficili da affrontare per l’ex star della musica, che è riuscita a commuovere tutti nello studio di Oggi è un altro giorno esibendosi a sorpresa dopo molto tempo. Nonostante un ictus che gli ha reso difficile fare l stesse cose che faceva prima, Robertino ha dimostrato di possedere ancora quella voce melodiosa che tutti amavano negli anni Sessanta. La dimostrazione che le vere stelle non si spengono mai.