Verdure ripiene: tutti gli errori che commettiamo più spesso

Le verdure ripiene sono un piatto unico da gustare in ogni occasione: ecco tutti gli errori che commettiamo più spesso.

Le verdure ripiene non sono solo un contorno ma possono diventare anche un buonissimo piatto unico da servire in qualsiasi occasione. Ideali per un pranzo all’aperto, pratiche da portare al sacco in spiaggia o per un pic nic.

verdure ripiene errori
Fonte: Canva

Ora che arrivano le belle giornate sono un piatto perfetto da consumare tra amici, in compagnia di ospiti o semplicemente in famiglia. Potremo spaziare su diverse tipologie di verdure. Dai classici pomodori alle zucchine, passando per carciofi, funghi, melanzane, peperoni, patate e chi più ne ha più ne metta.

In base anche a quello che troviamo di stagione, perché ricordiamo che è sempre importante rispettare la stagionalità degli alimenti, potremo preparare delle squisite verdure ripiene a patto di non commettere questi errori.

Ecco gli errori da non fare con le verdure ripiene

Le verdure ripiene rappresentano da sempre un grande classico in cucina. Versatile, gustose, saporite e perfette da servire come piatto unico, o come contorno, possiamo davvero prepararle come più ci piacciono.

verdure ripiene errori
Fonte: Canva

Dalla carne al tonno, passando per riso, formaggi o ricotta e, infine, anche solo con del semplice pangrattato. I modi per realizzarle sono davvero numerosi. Calde, tiepide o fredde, possiamo servirle come meglio crediamo.

Le verdure ripiene saranno gustose in ogni caso, a patto però di non commettere alcuni errori che ne andrebbero a compromettere il risultato. Pensiamo ad esempio a verdure mollicce e spappolate.

Oppure verdure che rilasciano acqua o che risultano mezze crude. Insomma gli sbagli possono davvero essere dietro l’angolo e cadere in errore non è poi così difficile. Scopriamo allora come procedere e quali sono i passi falsi da evitare per ottime verdure ripiene.

1) Non svuotare bene le verdure. C’è chi commette l’errore di non svuotare bene le verdure. Se dobbiamo riempire dovremo anche togliere una parta della polpa. Al contrario c’è chi le svuota troppo e questo poi contribuisce alla rottura delle verdure. Premesso che alcune verdure meglio si prestano di altre ad essere riempite, pensiamo ad esempio ai peperoni che hanno già una forma perfetta per ricevere il ripieno, così come le zucchine rotonde. Altro discorso è quando dobbiamo svuotare verdure più difficili come pomodori o zucchine lunghe, tanto per citarne alcune. Per farlo dovremo considerare di lasciare una parete di almeno mezzo centimetro facendo attenzione a non forarle. Inoltre, svuotarle in modo uniforme permette che si cuociano in maniera più uniforme.

2) Buttare l’interno delle verdure. L’interno delle verdure non va buttato nella pattumiera. Dobbiamo anzi utilizzarlo come ripieno unendolo agli altri ingredienti.

3) Non togliere l’acqua di vegetazione. Come ben sappiamo le verdure sono ricche di acqua. Dai pomodori alle zucchine, passando per le melanzane, molte di esse poi ne contengono più di altre, quindi in questo caso è bene far perdere alle verdure l’acqua di vegetazione altrimenti rischiamo di ritrovarci verdure ripiene spappolate e mollicce. Per farlo basterà farle riposare da 30 minuti ad un’ora capovolte su uno scolapasta, aggiungendo anche un pizzico di sale.

4) Precuocere in ogni caso le verdure. Se il ripieno cuoce più velocemente delle verdure, dovremo fare una precottura delle verdure, basterà sbollentarle in acqua, altrimenti se il ripieno prevede una cottura più lenta (pensiamo ad uno di carne) allora o le riempiamo da crude o al contrario facciamo una leggera precottura del ripieno. Insomma, bisogna regolarsi a seconda della ricetta e della verdura. Dunque, non c’è una regola precisa.

5) Non rispettare il riposo. Quando si uniscono più ingredienti, il segreto per gustare il piatto al meglio è farlo riposare, in questo modo i sapori avranno tempo di amalgamarsi fra di loro e insaporirsi rendendo il piatto speciale e gustoso.