Gli effetti della menopausa sulla pelle si fanno vedere? Puoi rimediare così

Come rendere meno evidenti gli effetti della menopausa sulla pelle? Ti diciamo noi come fare in poche mosse.

Dopo la menopausa la nostra pelle cambia ed è un processo davvero normale, naturale, che però si può in qualche modo contrastare ed attenuare.

effetti menopausa pelle
Canva Photo

Cosa accade esattamente? Un ruolo fondamentalo lo giocano gli estrogeni, che potremmo definire ormoni anti – age a tutti gli effetti.

Dopo la menopausa il nostro corpo inizia a produrne di meno e questo comporta che la nostra pelle diventa più secca.

A questo è dovuto il rossore del volto che spesso compare, unito ad una riduzione della produzione di sebo e alla comparsa di rughe più profonde.

A parte gli estrogeni, anche il collagene è un elemento fondamentale della pelle post – menopausa.

Sappiamo che questo si riduce del 2,1% all’anno e ciò inizia a partire dai 40 anni, ma che poi dopo la menopausa continua a farlo sempre più velocemente.

Addirittura si dice che durante i primi 5 anni post – menupausa, il collagene presente nella nostra pelle diminuisca del 30%.

In sostanza, prima della menopausa gli ormoni e le ghiandole sudoripare idratano la nostra pelle e la rendono luminosa, liscia, compatta.

Quando questi iniziano a ridursi, la nostra pelle diventa opaca, ruvida, secca, meno tonica.

Ecco perché, tra le altre cose, notiamo che inizia anche a perdere elasticità e a cedere in alcuni punti (non solo sul viso, ma su tutto il corpo).

Inoltre spesso notiamo la formazione di macchie tipiche proprio di questo periodo, che altro non sono che accumuli di melanina. Spesso queste sono accompagnate anche da cheratosi, cioè lesioni solari.

Tutto questo non può essere del tutto evitato perché, come abbiamo anticipato, è un processo naturale. Ma le conseguenze della menopausa possono essere di certo ridotte con qualche accorgimento.

Come fare quindi per rendere meno visibili gli effetti della menopausa sulla pelle? Te lo diciamo noi.

Ecco come rendere meno visibili gli effetti della menopausa sulla pelle

La prima cosa che dobbiamo dirti è di prestare molta attenzione ai prodotti che usi per la tua pelle, cosa che dovresti fare sempre, ma dopo la menopausa ancora di più.

effetti menopausa pelle
Canva Photo

Partiamo dalle basi. Quali saponi usare? Quelli delicati in sostanza, tra cui un esempio possono essere quelli a base di aloe, del tutto naturale e non aggressiva.

Questo è un passaggio fondamentale, perché potremmo rischiare di rovinare ancora di più la pelle usando i prodotti sbagliati e di farlo anche in profondità, cosa che renderebbe ancora più difficile poi curarla.

I saponi che dobbiamo assolutamente evitare sono quelli a base di tensioattivi, che alterano i lipidi presenti nella pelle.

No anche a prodotti che contengono solfati, parabeni, glycole propilenico, triclosan e ftalati, dannosissimi per la pelle.

Sì, invece, a prodotti che contengono fitormoni, che stimola la produzione di collagene (del cui ruolo abbiamo abbondantemente parlato prima).

Inoltre dovremmo anche massaggiare con cura i prodotti che usiamo, per fare in modo che possano penetrare in profondità.

Un ottimo rimedio per aiutare la nostra pelle e contrastare gli effetti della menopausa sono gli scrub, che eliminano le cellule morte e, quindi, promuovono la formazione di cellule rinnovate.

Quante volte farlo? Anche un paio a settimana per esempio, su tutto il corpo, non solo sul viso.

Inoltre dovremmo ogni giorno cercare di nutrire ed idratare la nostra pelle, cosa che ci permetterà di renderla compatta, nutrita, levigata.

Sappiamo però che esistono diverse tipologie di prodotti che si possono usare per idratare.

Le più comuni sono creme e sieri. Qual è il prodotto migliore tra i due per la pelle dopo la menopausa?

La distinzione è abbastanza semplice. Il primo è più concentrato, cioè contiene un’elevata percentuale di principi attivi.

Il secondo, invece, nutre maggiormente la pelle, ma dovrebbe essere usato in quantità maggiori dal momento che è meno concentrato e comunque può contenere principi attivi specifici che contrastano gli effetti della menopausa.

Detto ciò, per rispondere alla domanda iniziale, entrambi vanno bene, ma dovremmo avere cura di accertarci che queste contengano alcuni attivanti specifici per le pelli mature.

Tra questi ricordiamo il glucone delta – lattone, che possiede un potere emolliente e quindi leviga la pelle, il coenzima Q10, un energizzante che favorisce il rinnovamento cellulare, la glucosamina, che favorisce la formazione di nuovo acido ialuronico.

Attenzione anche alle labbra, che sono sempre una zona molto delicata (insieme al contorno occhi), ma che con l’età si assottigliano e diventano ancora più fragili. Sì quindi a balsamo labbra da usare ogni giorno.

I consigli comunque per mantenere la pelle levigata anche dopo la menopausa non sono finiti qui.

Importante anche fare esercizio fisico, che aiuta la circolazione e rende la pelle più luminosa, così come aiuta molto anche fare ginnastica facciale ed i massaggi liftanti.

Se vuoi sapere come si fanno, ecco la nostra guida.

Anche l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale. Tutto ciò che mangiamo, si riflette sulla nostra pelle, quindi attenzione a quello che ingeriamo ogni giorno.

In primis, dovremmo bere moltissima acqua e mangiare molta frutta e verdura. Poi dovremmo integrare nella nostra dieta sempre cibi che contengono la vitamina C, che stimola la produzione di collagene.

Anche dormire molto spesso è sottovalutato, ma in realtà fa bene anche alla pelle sempre, ma dopo la menopausa ancora di più.

Dormendo almeno 6 – 8 ore a notte, infatti, si riattiva il microcircolo e si evitano i segni del “sonno”, come occhiaie e borse sotto gli occhi.