Se ancora non lo hai fatto, è ora di provare la doppia stimolazione

Two is megl che one” o forse sei troppo giovane per ricordarti di questa iconica frase? Oggi parliamo di doppia stimolazione perché è proprio vero che due è meglio di uno!

Inglese maccheronico, pubblicità degli anni ’90 e un giovane (e sconosciuto) Stefano Accorsi a parte, cerchiamo di fare il punto della situazione.
Ma di che cosa stiamo parlando oggi?

doppia stimolazione
(fonte: CheDonna – realizzata su: Canva)

Non preoccuparti, niente di troppo complicato o di troppopruriginoso“. Abbiamo deciso di metterti a parte di uno dei “segreti” meglio tenuti per quanto riguarda l’intimità… peccato che non capiamo proprio perché debba essere un segreto!
Allora, sei pronta a scoprirlo insieme a noi?

Doppia stimolazione: il segreto per avere rapporti intimi sempre soddisfacenti

No, no, tranquilla: non iniziare a credere che questo articolo ti stia suggerendo di raddoppiare il numero di persone con cui ti troverai ad avere un rapporto.
Per quanto le relazioni (anche intime) a tre siano una realtà per tantissime persone, è veramente troppo complicato cercare di dare consigli a riguardo. Ci sono troppe cose da fare!

doppia stimolazione
(fonte: CheDonna – realizzata su: Canva)

Quando parliamo di doppia stimolazione parliamo semplicemente di una tecnica talmente semplice, talmente a portata di mano (gioco di parole non voluto, promettiamo) e talmente poco sfruttata che abbiamo deciso di dedicarle un articolo a parte.
Perché? Perché siamo sicure che, nonostante siano anni che ti dai da fare con il tuo partner, ti è capitato poche volte di mettere in pratica la doppia stimolazione.

Il motivo è solo uno: spesso ci dimentichiamo che grazie a questa semplice tecnica il tuo piacere si amplifica… quanto meno del doppio!
Ehi e se veramente two fosse megl che on?
Ma la risposta è assolutamente sì, che domande! Ok, ma adesso che abbiamo chiarito questo punto… di che cosa parliamo?

Come provare la doppia stimolazione

Anche se abbiamo capito che il punto G non esiste (ti abbiamo spiegato qui tutto, tranquilla) o che, almeno, non è un punto esattamente preciso, questo non vuol dire che dobbiamo smettere di cercare i punti piacevoli… nel nostro corpo!

La doppia stimolazione, quindi, si riferisce proprio a questo. Un’area all’interno della tua vagina (che sia il punto G, abbiamo detto, poco ci importa) viene stimolata dal pene del tuo partner mentre l’altro punto, importantissimo, è all’esterno: è il tuo clitoride!
Ovviamente, a parlarne così, sembra che ti stiamo consigliando di provare uno di quei giochi che si fanno tra amici, quando devi darti delle pacche sul petto e al tempo stesso fare dei cerchi con l’altra mano.

In realtà la doppia stimolazione è molto più semplice di quanto possa sembrare! Puoi fare “da sola” per quanto riguarda la parte esterna oppure chiedere al tuo partner di accarezzarti o di usare un sex toys adeguato. Mentre vi date da fare, però, non scordatevi di continuare il vostro rapporto intimo! Probabilmente è meglio provare posizioni che prevendono una penetrazione poco “frenetica” (quindi quella del triceratopo potrebbe essere veramente perfetta, una volta che avrete smesso di deriderla).
Infine, se volete, potete anche cambiare tutto: usa un sex toys per la stimolazione interna (così da renderla stabile, prolungata e da direzionarla tu nel “punto giusto”) e lascia che il partner si occupi del tuo esterno. I fuochi d’artificio sono assicurati!

Cosa cambia quando la usi

Cosa cambia quando provi la doppia stimolazione? Ma che domande, semplicemente… tutto!
La doppia stimolazione è un metodo veramente molto semplice per assicurarsi che il rapporto sia piacevole anche per te.
(Perché lo sappiamo bene che, soprattutto se sei una donna in un rapporto eterosessuale, le chance di raggiungere l’orgasmo sono molto basse).

Ci sono tanti miti e equivoci che riguardano il piacere femminile e uno di questi è legato alla possibilità o meno di avere orgasmi e di quale tipo.
Vaginale, clitorideo e chi più ne ha più ne metta: di certo non hai voglia di metterti a leggere dei trattati scientifici a riguardo!
Se la penetrazione non ti ha mai (o quasi mai) fatto arrivare al punto più importante, non devi preoccuparti. Capita a molti di non trovarlaeccitante“, proprio perché non è detto che la penetrazione, da sola, possa fare molto per te!
Quando, invece, pensate alla penetrazione come ad un aiuto in più (e non come al “pezzo forte” del rapporto), le chance di divertirsi entrambi aumentano a dismisura.

Con la doppia stimolazione, quindi, più stimoli fuori e più anche “dentro” sei più recettiva e pronta a lasciarti andare al piacere.
Il che non è male, vero? Dopotutto per provarla ci vuole veramente poco e i risultati possono essere veramente incredibili: vale di certo la pena fare un tentativo, non trovi?