Gli errori con l’ombretto sono sempre in agguato dopo i 50 anni: evitiamoli!

Commettere errori nella scelta dell’ombretto dopo i 50 anni ci fa invecchiare di tanti anni in pochi secondi! Ecco quali ombretti sono out!

Dai 50 anni in poi la pelle perde elasticità e luminosità e il viso cambia forma leggermente, allungandosi e “scendendo” verso il basso. Si tratta di cambiamenti piccolissimi e graduali a cui, però, dobbiamo imparare a prestare la massima attenzione.

Errori ombretti 50 anni
(Chedonna)

Farlo significa soprattutto imparare a scegliere e utilizzare solo i prodotti e le tecniche giuste. Questo significherà anche doversi lasciare alla spalle colori, prodotti e tecniche di applicazione che avevamo utilizzato per tanti anni e che ormai erano entrate nel nostro “DNA di bellezza”.

Ecco allora un breve excursus su quali sono i prodotti, i colori e le texture che ci invecchiano quando si parla di trucco occhi.

Gli errori da non commettere nella scelta dell’ombretto dopo i 50 anni

L’ombretto – come dice la parola – serve a creare delle “ombre di bellezza” in corrispondenza degli occhi, rendendo lo sguardo più affascinante e mettendo gli occhi in evidenza.

ombretti 50 anni
(Chedonna)

Da giovani e nel pieno della maturità dovremmo sentirci libere di sperimentare con tutti i tipi make up, dal più appariscente al più discreto.

Possiamo permetterci assolutamente di farlo, dal momento che abbiamo ancora una palpebra liscia e compatta nonché un volto pieno e dai tratti morbidi.

Con l’età, come abbiamo detto, le cose cambiano, quindi alcuni tipi di trucco occhi diventano “sbagliati” perché accentuano i cambiamenti “in negativo” del nostro viso e lo fanno apparire più vecchio.

Scegliere solo ombretti luminosi

Dato che con l’età il nostro colorito diventa via via più spento, la tentazione di affidarci a prodotti luminosi e riflettenti è davvero forte. Si tratta però di un errore da non commettere.

Le particelle metalliche contenute negli ombretti dal finish luminoso, infatti, tendono a riflettere la luce illuminando tutte le grinze delle palpebre, facendole apparire più rugose di quanto non siano.

Inoltre, se il prodotto è di scarsa qualità conterrà anche particelle metalliche piuttosto grossolane, che a causa dei movimenti continui della palpebra e delle piccole rughe tenderanno a staccarsi facilmente e cadere.

Se proprio si desidera utilizzare prodotti luminosi sarà bene utilizzare solo prodotti in polvere (quindi non quelli in crema dal finish gloss) e solo quelli dalla grana finissima.

Utilizzare colori scuri su tutta la palpebra

Molte donne hanno fatto del perfetto smokey eyes un elemento irrinunciabile del proprio make up. Il problema di questa tecnica sta nel fatto che utilizza molto prodotto di colori scuri e su quasi tutta la palpebra.

Questo tende a far apparire gli occhi più stanchi e più incavati, inoltre fa diventare le occhiaie più evidenti e le “amplifica” dando l’impressione che si siano allargate anche alla palpebra.

Questo non significa che non si possano utilizzare colori scuri. Al contrario, è sempre una buona idea utilizzarli, ma solo in piccole quantità, solo nell’angolo esterno dell’occhio mantenendo molto chiaro il resto della palpebra e solo sfumandoli molto bene. Se sei in cerca della tecnica segreta per una sfumatura impeccabile ti consigliamo di leggere questo articolo e di farne tesoro!

Scegliere colori neutri (che è ok) ma del tono sbagliato

Anche se si dovrebbero lasciare da parte i colori troppo scuri e troppo freddi, che ingrigiscono il viso, si potrà comunque optare per un make up occhi che renda lo sguardo profondo e misterioso.

Per farlo nel modo giusto i segreti sono diversi. Innanzitutto si dovrà scegliere con grande cura i colori degli ombretti, in maniera da applicare solo colori armonici con il nostro sottotono.

ombretto giusto 50 anni
(Chedonna)

Se abbiamo un sottotono freddo (cioè abbiamo guance rosate e occhiaie tendenti al bluastro) dovremo indirizzarci su colori freddi come il rosa e il marrone scuro ma privo di arancione. Assolutamente banditi colori come il blu e il viola, che “riecheggeranno” il colore delle occhiaie.

Se abbiamo un sottotono caldo (con guance dorate e occhiaie verdognole) sarà molto meglio optare per colori caldi come lo champagne, il pesca e il rame.