Guazzetti di calamari e patate: il piatto di pesce da provare a Pasqua

Preparare un secondo piatto per i pranzi o le cene importanti senza troppe difficoltà è il desiderio di tutti: il guazzetto di calamari e patate è la risposta giusta

Un secondo piatto eccezionale con ingredienti che in fondo sono normali. Il guazzetto di calamari e patate è una di quelle ricette che stanno benissimo nella cena della vigilia di Natale come nel pranzo di Pasqua, ma anche per tutti i nostri pasti importanti.

guazzetto di calamari
canva

Se vogliamo sostituire i calamari con i totani, nessun problema: l’importante è che sia pesce freschissimo.

Guazzetto di calamari e patate, condiamoci anche la pasta

In alternativa al guazzetto che è poco ‘sugoso’, possiamo cuocere lo stesso piatto con più pomodori pelati e con il sugo condire un bel piatto di pasta, per un menù completo.

calamari
canva

Ingredienti:
900 g di calamari
6 patate medie
400 g di pomodori pelati
1 spicchio di aglio
1 cipolla bianca media
1/2 bicchiere di vino bianco secco
4-5 cucchiai di olio extravergine d’oliva
1/2 peperoncino
olive nere q.b.
2 bicchieri di brodo vegetale
1 ciuffetto di prezzemolo
sale q.b.

Preparazione:

Il primo passo da fare è quello di pulire i calamari (ecco come prepararli fritti ) e tagliamoli a pezzetti piuttosto grandi. Poi teniamoli da parte e passiamo al resto.
Peliamo le patate e tagliamole a tocchetti, più o meno delle stesse dimensioni dei calamari in modo che serva un tempo simile a quello necessario per i calamari e teniamo anche questi da parte.

Peliamo le cipolla, spelliamo lo spicchio di aglio e tritiamoli insieme al ciuffetto di prezzemolo e al mezzo peperoncino. Poi prendiamo un tegame e mettiamo a soffriggere tutto con 4 cucchiai di olio. Quando ha preso calore aggiungiamo i calamari e lasciamo che prendano sapore per cinque minuti tenendo la fiamma medio bassa.
A quel punto sfumiamoli con il vino e alziamo leggermente la fiamma, in modo che evapori l’alcol. Uniamo anche i pelati schiacciati direttamente con le mani oppure con una forchetta, i tocchetti di patate, un po’ di olive (la quantità va a gusto)
Mettete anche le patate, le olive e due bicchieri brodo vegetale, che possiamo sostituire con 2 bicchieri di acqua calda). Assaggiamo e regoliamo di sale, poi mettiamo il coperchio facendo cuocere a fuoco lento per 20 minuti.

Durante la cottura diamo un occhio al tegame, ma senza girare con un cucchiaio perché rischiamo che le patate si rompano. Basterà evitare che il guazzetto di calamari e patate si attacchi muovendo ogni tanto il tegame.
Appena vediamo che il sughetto si è asciugato proviamo a infilare una patata con i rebbi della forchetta. Se affonda senza problemi, possiamo spegnere, altrimenti andiamo avanti altri 5 minuti allungando con un po’ di brodo. Serviamo caldo con un giro di olio in ogni piatto