Trucchi per favorire il senso di sazietà quando siamo a dieta

Quando siamo a dieta ci sembra di avere sempre fame: ecco i trucchi per favorire il senso di sazietà e placare l’appetito prima. 

Quando siamo a dieta la sensazione è quella di sentirci sempre un po’ vuoti. Quel senso di fame che ci accompagna perennemente e che non ci fa vivere la nostra vita tranquillamente.

senso di sazietà
Fonte: Canva

Il pensiero fisso del cibo, quando si avverte un senso di fame continuo, non è di certo poi così piacevole. E allora è bene sapere che per eliminare questo tormento continuo della fame esistono alcuni accorgimenti.

Piccoli trucchi che ci permettono di non essere sempre affamati e di placare quel fastidioso senso di appetito costante. Scopriamo quali sono i segreti per favorire il senso di sazietà, quali sono i cibi che ci aiutano e come assumerli.

Ecco i trucchi per favorire il senso di sazietà a dieta

Quando siamo a dieta la fame è molto spesso una sensazione costante che non ci abbandona, ma che anzi, ci tormenta. Come fare a favorire il senso di sazietà senza però assumere cibi che compromettono la nostra dieta?

senso di sazietà
Fonte: Canva

Intanto bisogna ammettere che quando si segue un regime ipocalorico è normale provare più appetito del solito, sia perché il nostro organismo è abituato ad assumere più cibo, sia perché dal punto di vista psicologico sappiamo di dover mangiare meno e questo fa aumentare la voglia di cibo.

Nonostante tutto però esistono degli accorgimenti che possono aiutarci a favorire il senso di sazietà. La fame è regolata da due ormoni: la grenalina e la leptina. Il primo stimola l’appetito, mentre il secondo favorisce il senso di sazietà.

Quando si dimagrisce aumenta la grenalina perché il corpo ricevendo meno cibo va in modalità ‘carestia’ e quindi inizia a produrre più di questo ormone per favorire la ricerca di cibo. Allo stesso tempo la leptina diminuisce e quindi saremo sazi più difficilmente.

Vediamo allora i trucchi che ci salveranno a dieta aiutandoci a stimolare il senso di sazietà più facilmente.

1) Conoscere l’indice di sazietà dei cibi. Ciò significa che dovremo scegliere quegli alimenti che a parità di volume apportano meno calorie. Tra questi possiamo elencare le zucchine e i cetrioli ma anche il cocomero e melone. Tali elementi sono ricchi di acqua e fibre, saziano ma non ingrassano. Qui trovi un elenco.

2) Prediligere cibi amari. Per placare il senso di appetito forse molti non sanno che i cibi dal gusto amaro sono i migliori in questo senso. In particolare parliamo di verdure come, carciofi, radicchio, rucola, cicoria, ma anche le melanzane. Tutto ciò è dovuto al fatto che nell’intestino ci sono dei recettori che se vengono stimolati dal gusto amaro, rallentano lo svuotamento dello stomaco.

3) Servire le verdure come antipasto. Una buona abitudine è quella di consumare le verdure all’inizio del pasto. Prima di mettere sotto ai denti un piatto di pasta o una pizza dovremmo infatti consumare una porzione di verdure. Questo ci permette di ridurre notevolmente il senso di fame e offrirci quel potere saziante che poi non ci fa introdurre troppo cibo nel resto del pasto.

4) Scegliere cibi ricchi di fibre. Le fibre solubili rallentano lo svotamento gastrico, ecco perché dovremmo scegliere quei vegetali che ne sono ricchi. Ad esempio i legumi, le patate, le carote, ma anche la mela con la buccia, gli agrumi, le pere, le pesche, le prugne, e tra i cereali non dimentichiamo l’avena e la crusca di avena. Le fibre quando vanno a contatto con l’acqua creano una sorta di gelatina che favorisce il senso di sazietà e regola anche l’assorbimento degli zuccheri e dei grassi.

5) Bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno. La dose raccomandata, poi se si arriva a due litri ancora meglio. L’acqua aiuta infatti a diminuire il senso di appetito e dona subito un senso di sazietà aumentando il volume gastrico. Non solo, essa aiuta a combattere la cellulite stimolando la diuresi.