Insalatona per tutti? Sì, ma occhio a quello che mettiamo dentro

Il piatto unico l’ insalatona più semplice, quello più complicato perché passare da una ricetta salutare ad una troppo calorica è una questione di attimi

Oggi mi faccio una bella insalatona e risolvo il problema del pranzo. Quante volte l’abbiamo detto e pure fatto, perché in fondo è una delle soluzioni più sane e più semplici da mettere in pratica. Ma è anche uno degli errori più grossi che dobbiamo evitare.

Sembra strano, ma l‘insalata mista, perché in fondo di questo stiamo parlando, è uno dei piatti unici o dei contorni più insidiosi in cucina non solo per chi sta a dieta. Il problema non è l’insalata, che di calorie ne ha davvero poche, ma il condimento esagerato e gli ingredienti che buttiamo dentro per insaporirla.

insalatona
canva

Ecco tutto quello che dobbiamo evitare per un’insalata sana e senza pentimenti. Partiamo da un ingrediente che molti utilizzano, inconsapevolmente ma anche colpevolmente. Stiamo parlando del mais in scatola, così dolce e così traditore.
Non è tanto per le sue calorie, perché 100 grammi di prodotto in scatola ne contengono solo 74. Ma è perché molti non ricordano che il mais è un carboidrato e quindi il nostro metabolismo lavora come se dovesse digerire la pasta. Inoltre ha un indice glicemico abbastanza alto. Quindi usiamolo con moderazione.

Insalatona per tutti? Attenzione al piatto

Alto classicone dell’insalata mista è la frutta secca ( tutte le proprietà ) oppure disidratata. Buona, nutriente ma insidiosa. Intanto perché 100 grammi di prodotto valgono almeno 500 calorie. E poi perché ci fidiamo più dell’occhio che del peso, quindi esageriamo. Ancora peggio la frutta disidratata, che troviamo già pronta e confezionata: in confronto a quella fresca ha molti più zuccheri e calorie, quindi evitiamo.

mais
canva

Ma nemici della nostra insalata sono anche altri ingredienti golosi. I crostini danno quel tocco ‘crunchy’ che manca. Ma se sono prodotti industriali, non sappiamo nemmeno bene quanto grassi contengono. E se li prepariamo noi, comunque sono fritti o al massimo passati in forno ma sempre carboidrati restano.

Quindi diciamo no, così come lo diciamo alla pancetta, a cubetti o a strisce, passata in padella anche senza altri grassi aggiunti. Gli insaccati, tutti gli insaccati, per una insalatona salutare e dietetica non ci servono.
E allora cosa possiamo mettere per un piatto che rispetti tutte le regole? Intanto nella ciotola o nel piatto la quantità dell’insalata verde deve essere pari almeno alla metà del peso finale. Poi per il giusto equilibrio servono le proteine con pochi grassi (quindi pesce, uova e carne bianca), cereali integrali quali la quinoa, il miglio, legumi come le lenticchie. E ancora altre verdure, meglio se crude o grigliate. Ma soprattutto, occhio a condimenti e salse, altrimenti tutto quello che vi abbiamo detto non serve a niente.