Le posizioni migliori da provare in base ai centimetri di lui

Quali sono le migliori posizioni in base ai centimetri del tuo lui? Dai, tanto sappiamo che te lo stai chiedendo: eccole per tutte le misure!

Da che mondo è mondo, quando si parla di fare l’amore in una coppia eterosessuale, si arriva sempre a parlare prima o poi del momento clou.
La penetrazione! Certo, questo per gli uomini sembra essere praticamente un dato indispensabile anche se molte donne (te compresa, probabilmente) non riescono a raggiungere l’orgasmo grazie solo a questa pratica.

migliori posizioni in base ai centimetri
(Fonte: Unsplash)

Tra i tanti problemi che concorrono a rendere le differenze tra uomini e donne complicate, c’è anche quella dei centimetri del tuo partner.
Come comportarsi quando sono tanti e come comportarsi quando sono poche?
Non preoccuparti, abbiamo un paio di posizioni da suggerirti per massimizzare il piacere!

Le migliori posizioni in base ai centimetri del tuo partner: per chi non è dotato e per chi è dotato… troppo

Un luogo comune vorrebbe che tutte le donne stiano attente alla dimensioni del proprio partner, in maniera quasi maniacale.
La realtà dei fatti, invece, è veramente molto diversa: provate a chiedere alle vostre amiche di darvi una misurazione anche parziale o approssimativa del pene del loro partner o di uno dei loro ex.

migliori posizioni in base ai centimetri
(fonte: Unsplash)

La risposta è spesso il più attonito silenzio: e chi se lo ricorda o chi ci ha mai fatto caso?
Se, generalmente, le misure non sono quasi mai un problema può capitare a volte che in casi estremi (troppo lunghi o troppo corti) si creino dei problemi sotto le lenzuola.
Niente di complicato, capiamoci. Se, però, già la penetrazione risulta essere non il modo migliore per raggiungere l’orgasmo femminile, forse è meglio concentrarsi su quello che possiamo fare in casi del genere.

Oggi abbiamo deciso di proporti due posizioni per chi è super dotato e due posizioni per chi non lo è così tanto. Sono ottime per rendere la vostra vita intima ancora più intrigante: che ne dite, ci diamo da fare?

Cosa fare se lui è super dotato: ecco le posizioni utili

Lui ha un pene veramente di dimensioni… estreme?
Invece di urla di gioia (come si immaginerebbe qualsiasi uomo con una mentalità da cavernicolo) probabilmente ti è capitato di avere qualche esclamazione di dolore.
Non è sempre detto che lungo è bello… anzi!
Probabilmente siete già riusciti a trovare una quadra tra di voi ma che ne dici di provare queste due posizioni? Forse potrebbero darvi una mano!

  • cucchiaio: dobbiamo davvero ricordarti qual è la posizione del cucchiaio? Sappiamo che la sai ma un ripassino non fa mai male: tu sei sdraiata di schiena ed il tuo partner ti abbraccia da dietro: in questa maniera siete praticamente non solo nella posizione migliore per farlo ma anche liberi con le mani in modo da potervi toccare ed accarezzare!
    Sei tu, grazie alla posizione del cucchiaio, a gestire l’angolazione della penetrazione e puoi muoverti in modo da stabilire anche il ritmo. Meglio di così!
  • il “riposino”: no, tranquilli, non dormirete mica! Quello che dovete fare, semplicemente, è sdraiarvi l’uno sull’altra a pancia in su.
    Fai sdraiare prima il tuo partner su qualsiasi superficie sia abbastanza comoda per durare abbastanza quanto il vostro rapporto (il pavimento potrebbe essere troppo… duro!).
    Tu ti sdrai su di lui, appoggiano la schiena al suo petto: ora siete entrambi sdraiati a guardare il soffitto e pronti per il riposi… ehm, no, non dormite!
    Da questo “angolo” la penetrazione non è così profonda e ti permette di gestirla come meglio credi. Provare per credere!

Le posizioni migliori se il tuo partner non ha un pene lunghissimo

Anche se si tratta di un argomento delicato perché, lo sappiamo, gli uomini sono veramente sensibili a riguardo, ci sono anche le persone che non hanno un pene lunghissimo.
Niente di male in questo, anzi!
Ci sono tantissime donne che preferiscono le misurazioni più corte rispetto a quelle più lunghe: riescono a “gestire” meglio il rapporto e si divertono molto di più senza farsi mai male! (E, poi, provare a farlo dal lato B è più semplice: qui, se vi interessa, vi abbiamo dato altri suggerimenti).
Ma quali sono le posizioni migliori per chi ha un pene un poco più corto?

  • il “ventilatore”: perché si chiama così questa posizione? No, il tuo partner non ti deve sventagliare come gli schiavi facevano con i faraoni, non ti preoccupare!
    Sdraiati in avanti (quasi a 90 gradi) su una superficie poco più bassa del tuo busto e lascia che il partner ti possa prendere da dietro.
    In questa maniera l’angolazione delle penetrazione è perfetta per stimolare il punto G: non importa la lunghezza!
  • il “cuscino”: ti abbiamo già spiegato qui perché dovresti prendere un cuscino per i tuoi rapporti intimi! (Spoiler: è comodissimo).
    Usare un cuscino da mettere sotto le natiche è fondamentale quando il tuo partner non è estremamente dotato. Il motivo? Semplicemente che sei più “alta” e, quindi, è più facile fare l’amore!
    Il pene del partner “scivola” fuori molto di meno (sappiamo che potrebbe essere un problema) e voi due vi divertite molto (ma molto) di più!