Drusilla Foer senza trucco: la (piccola) trasformazione di Gianluca Gori

Com’è Drusilla Foer senza trucco? E perché dovremmo prendere tutte spunto da una lei che in realtà è un lui: tutti i suoi segreti de beauté.

L’Italia del grande schermo ha scoperto Drusilla Foer durante la terza puntata del Festival di Sanremo. Attrice ma soprattutto “cantante di grande talento”, come lei stessa si è definita, Drusilla è fatta della stessa materia di cui sono fatti i sogni, nel senso che non esiste.

drusilla foer
(Instagram)

La sua infatti è un’identità fittizia nata dalla fantasia dell’attore di teatro Gianluca Gori, quasi sessantenne.  Partendo quindi dal fatto che in realtà Drusilla Foer è un uomo, chiediamoci una cosa: cosa dovremmo imparare da questa grande performer sulle tecniche più adatte a truccare un viso dalla pelle matura?

Innanzitutto, forse, dovremmo imparare a far pace con le piccole rughe di espressione, con le occhiaie che spuntano con la stanchezza, con le zampette di gallina che si affacciano inevitabilmente da sotto al trucco.

Poi dovremmo rubarle qualche segreto di bellezza che ci faccia brillare almeno un decimo di quanto ha brillato lei sul palco dell’Ariston di Sanremo.

Drusilla Foer con e senza trucco: quando il make up è al servizio della personalità

Si è definita ironicamente come una valletta agée, cioè come una “valletta attempata” che avrebbe cercato di tenere il passo con il ritmo frenetico della serata. Fedele al suo personaggio si è anche presentata in vestaglia bianca e caffè  quando le esibizioni erano poco più che a metà, affermando che non ne poteva già più.

drusilla foer
(Instagram)

Drusilla Foer ha scherzato per tutto il tempo sulla sua età ormai avanzata, ma la verità è che il suo make up non faceva nulla per nasconderla.

Il segreto di bellezza della “valletta agée” sta tutto nella profonda cura della pelle del viso e nella creazione di una base trucco assolutamente impeccabile ma non troppo pesante.

Per ottenere questo risultato è assolutamente necessario curare la pelle con una routine di bellezza giorno – notte e soprattutto con un’esfoliazione delicata ma costante.

Per l’esfoliazione, il consiglio è di procedere a un’esfoliazione delicata con scrub naturali almeno una volta alla settimana. Di fondamentale importanza la scelta dello scrub, che dev’essere a grana fine e non troppo grossa, per evitare irritazioni.

LEGGI ANCHE -> Scrub viso da fare a casa: le ricette più facili ed efficaci

Dai 35 anni in poi la pelle può essere considerata una pelle matura. Per prendersi cura correttamente di questo tipo di epidermide è necessario intensificare l’idratazione ma anche l’applicazione di creme con vitamine, retinolo e acido ialuronico.

Si tratta di agenti antirughe che permettono alla pelle di rimanere elastica e tonica, minimizzando la formazione delle rughe di espressione.

LEGGI ANCHE -> Crema o siero? Come scegliere l’antirughe perfetta per te

La perfetta base viso per la pelle matura

Come si è potuto notare in televisione e nelle numerose fotografie che la ritraggono sui social, Gianluca Gori non indossa un make up eccessivo quando interpreta Drusilla. Al contrario, si limita ad accentuare i pregi naturali del volto con un trucco leggero ma ben studiato.

Per la realizzazione della base viso perfetta come quella di Drusilla il consiglio è partire dalla “neutralizzazione” della discromie. Sul viso di molte donne di una certa età compaiono inevitabilmente macchie più scure dovute all’esposizione al sole ma anche rossori dovuti alla maggiore sensibilità della pelle matura agli agenti atmosferici.

Per coprire le discromie è necessario utilizzare correttori colorati del giusto colore (giallo per le occhiaie viola, verde per i rossori diffusi o piccoli brufoli, arancione per le macchie brune), anche se il correttore universale si può dire sia il color pesca.

Dopo aver reso il colorito più uniforme si dovranno utilizzare solo fondotinta fluidi (e non minerali o in polvere, poiché accentuano rughe e pori dilatati).

Inoltre la quantità di prodotto applicato sul viso dev’essere davvero minima per non rischiare il temutissimo “effetto mascherone”:

L’ideale è applicare il fondotinta con il pennello e poi sfumarlo con la beauty blender.

Bisogna ammettere però che dopo i 50 anni il fondotinta non è sempre amico delle donne. Un’alternativa validissima, in grado di idratare la pelle in profondità mentre ne uniforma il colore, è la BB Cream: una volta provata non tornerai più indietro!

Blush e trucco occhi

Come tutte le “signore attempate” Drusilla evita il contouring classico, cioè quello realizzato con diversi colori di fondotinta. Preferisce invece mettere in risalto gli zigomi utilizzando solo una piccola quantità di blush.

Quella del blush contouring è una tecnica molto utilizzata soprattutto in primavera, che si presta benissimo alla creazione di look freschi, giovanili e … ringiovanenti!

Per quanto riguarda gli occhi, nelle sue apparizioni di Sanremo ma anche nella maggior parte dei casi in cui si mostra in video, Drusilla sceglie immancabilmente un half cut crease dai toni freddi.

L’half cut crease non è altro che un cut crease molto leggero, che lascia la palpebra mobile chiara e concentra le ombre solo nell’angolo esterno dell’occhio e lungo metà della piega della palpebra.

Si tratta di un make up che può essere declinato in moltissime versioni, anche molto aggressiva, ma da nobildonna qual è, Drusilla opta per un make up minimal. Addirittura spesso la linea scura lungo la palpebra mobile non viene tracciata, al fine di non appesantire troppo lo sguardo.

half-cut-crease-look
(Chedonna)

Per quanto riguarda invece le ciglia, il mascara e spesso le ciglia finte sono assolutamente immancabili nel make up di Drusilla Foer. Per chi non vuole lanciarsi nell’applicazione di ciglia finte il consiglio è di usare il piegaciglia e dare almeno due passate di mascara, la seconda delle quali solo quando la prima è perfettamente asciutta.

Il trucco labbra

Il trucco labbra è spesso il punto focale del make up della Foer, che si lancia spesso nell’utilizzo di colori molto intensi. Se si vuole seguire le sue orme il consiglio è di utilizzare solo rossetti cremosi e non long lasting.

Il motivo è che i prodotti a lunga durata tendono a seccare molto le labbra e, per questo motivo, accentuano le tipiche linee verticali che diventano via via più profonde con il passare degli anni.

Inoltre, se si hanno labbra un po’ sottili, è fondamentale ingrandirle un po’ con la tecnica dell’overline prima di applicare un colore molto scuro o molto intenso. Questi colori hanno infatti il difetto di far apparire le labbra più piccole di quanto siano in realtà.

Drusilla Foer senza trucco? Non è poi troppo diversa

Anche essendo un’icona di stile, il personaggio di Drusilla Foer non ha avuto alcun timore di mostrarsi alla macchina fotografica senza trucco. Anzi, per essere precisi, solo con un filo di mascara.

Drusilla foer senza trucco
(Instagram)

Per quanto le borse sotto gli occhi siano evidenti, così come le ombre scure sotto gli zigomi, è evidente che il trucco di Drusilla non è correttivo in maniera invasiva. Si limita a cancellare le ombre e i segni della stanchezza, ma non quelli dell’età.

La pelle di Gianluca Gori è idratata, compatta e ha una grana omogenea: segno che la cura della pelle è molto più importante dell’esecuzione di un make up complesso!