Pollo arrosto perfetto: trucchi per farlo croccante fuori e morbido dentro

Il pollo arrosto è uno dei piatti domenicali più gettonati: ecco i trucchi per farlo perfetto, croccante fuori e morbido dentro.

Il pollo arrosto o al forno è un tipico secondo piatto della tradizione culinaria italiana che si serve in particolar modo la domenica o per le occasioni un po’ più speciali. Spesso è uno di quegli alimenti che molti amano acquistare anche già pronto al girarrosto.

pollo arrosto trucchi
Fonte: Canva

Ma se vogliamo avere la soddisfazione di prepararlo in casa dovremo conoscere tutte le dritte per far in modo di ottenere un pollo arrosto perfetto. In particolare dovrà essere croccante fuori e morbido dentro.

Non solo, il pollo arrosto è una di quelle ricette genuine che sanno di casa. Scopriamo allora tutti i trucchi per realizzare un pollo arrosto buonissimo, accompagnato magari anche ad un contorno di squisite patate.

Ecco i trucchi per realizzare un pollo arrosto perfetto

Una ricetta che mette tutti d’accordo: è il pollo arrosto con le patate. Un secondo piatto che piace a grandi e piccini e che prima o poi tutti prepariamo in casa. Generalmente il pollo arrosto deve essere cotto intero ecco perché può risultare difficile azzeccare i giusti tempi.

pollo arrosto trucchi
Fonte: Canva

Non solo, dobbiamo anche conoscere come deve essere marinato per far sì che si ottenga un pollo saporito. E poi esistono altri accorgimenti che ci permettono di ottenere una carne tenera all’interno, ma al tempo stesso una crosticina croccante e dorata fuori.

Vediamo allora come procedere passo passo per ottenere un pollo arrosto succulento e con una carne tenera, senza farlo seccare all’interno.

1) Scegliere il pollo. Se vogliamo ottenere un piatto più genuino il segreto è scegliere un pollo ruspante e allevato a terra. Meglio optare quindi per un prodotto biologico e di qualità allevato senza antibiotici.

2) Condire il pollo. Per realizzare un pollo arrosto perfetto dobbiamo condirlo come si deve e stando attenti a massaggiarlo in ogni sua parte. Come ingredienti possiamo utilizzare un mix di erbe aromatiche, come rosmarino e salvia, tritate perfettamente e mescolate con l’olio, rigorosamente extra vergine d’oliva. Evitiamo di lasciare le foglie intere perché non faranno altro che bruciarsi. Non dimentichiamo anche di aggiungere l’aglio che potremo disporre intero dopo averlo leggermente schiacciato, uno spicchio all’interno e uno all’esterno.

3) Cottura corretta. Il pollo intero ha bisogno dei giusti tempi per essere cotto in maniera omogenea all’interno. Ecco perché occorre calcolare per ogni chilo di carne un’ora e mezza. Se il pollo pesa due chili dovrà stare in forno almeno 3 ore.

4) Azzeccare la corretta temperatura. Se vogliamo ottenere una crosticina croccante all’esterno dovremo procedere con una cottura ad alte temperature. Preriscaldiamo il forno a 220°C o 230°C, e mettiamo il pollo ben condito dentro facendo attenzione a porlo nella parte inferiore del forno. Lasciamolo cuocere così per almeno 35-40 minuti. A questo punto, onde evitare che il pollo si colori troppo in superficie, copriamolo mettendo sopra di esso una leccarda del forno ma non a contatto, e abbassiamo la temperatura a 200°C. A questo punto procediamo calcolando almeno un’ora e mezza per ogni chilo di carne.

5) Bagnarlo di tanto in tanto. Non dimentichiamo di bagnare il pollo con l’acqua che sprigiona durante la cottura, e di metterla anche all’interno in modo che le carni restino tenere. Un’operazione da svolgere almeno ogni 30-40 minuti.

6) Aggiungere le patate al momento giusto. Se vogliamo preparare di contorno le patate, insieme al pollo, basterà aggiungerle già belle tagliate e condite e farle cuocere altri 40 minuti a 190°C-200°C.

LEGGI ANCHE -> Tagliatelle fatte in casa: ecco i trucchi per farle perfette

7) Non lavare il pollo. Evitiamo di lavare il pollo dobbiamo solo eliminare le eventuali piume rimaste o altre scorie.

LEGGI ANCHE -> La parmigiana di melanzane saporita e compatta si fa così: tutti i trucchi!

8) Legare le zampe. Infine, non dimentichiamo che al fine di ottenere una carne tenera dobbiamo legare le zampe del pollo al busto con uno spago da cucina. Questo stratagemma ci permetterà di mantenere le carni ben compatte.

Gestione cookie