Di quanto tempo ha bisogno un uomo per avere una nuova erezione?

Avete appena concluso felicemente il vostro rapporto intimo ma voi avete ancora voglia di continuare a divertirvi? Quanto tempo dovete attendere?

Per quanto il partner sia eccitato e passionale, non è una macchina. Tra una erezione e l’altra deve passare del tempo per una questione fisiologica. In media di quanto tempo ha bisogno un uomo per poter avere una nuova erezione? Noi abbiamo la risposta.

coppia pausa tra due erezioni
Photo Canva

Dopo un rapporto sessuale concluso con un soddisfacente orgasmo la coppia potrebbe avere voglia di optare per un bis ma per gli uomini è fisiologicamente impossibile perché a differenza delle donne, hanno bisogno di tempo e gli serve per vere una nuova erezione. Gli uomini devono mettere in conto la necessità di un tempo refrattario prima di passare al bis. Sai già qual è la durata media di questa pausa tra una erezione e l’altra?

LEGGI ANCHE —-> Ecco a cosa pensano gli uomini mentre fanno l’amore

Uomini e durata media della pausa tra una erezione e l’altra

Abbiamo appena accennato al periodo refrattario che serve agli uomini per avere una nuova erezione dopo aver concluso un rapporto sessuale. Il periodo refrattario è una delle quattro fasi della sessualità maschile.

coppia pausa tra due erezioni
Photo Canva

La prima fase della sessualità maschile è l’eccitazione. Un uomo si eccita quando il suo corpo risponde a degli stimoli: visivi, olfattivi, tattili o a fantasie. Dopo l’eccitazione la frequenza cardiaca aumenta e il sangue che fluisce nelle parti bassa favorisce l’erezione.

L’erezione

La seconda fase riguarda l’erezione e questa dura per tutto il ciclo sessuale ed è caratterizzato da un livello quasi costante di eccitazione.

Orgasmo

L’orgasmo è il picco ella fase sessuale che porta al culmine del godimento e termina con l’eiaculazione.

Fase refrattaria

Questa è l’ultima fase del ciclo sessuale di un uomo e coincide con il riposo post-orgasmico. Dopo l’orgasmo la respirazione e la frequenza cardiaca viene ripristinata e il pene perde l’erezione. In realtà in questa fase tutto il corpo si rilassa, inclusa la mente. La durata di questo stato di relax varia da un uomo all’altro per via di diversi fattori.

I film spesso mostrano scene in cui una coppia ha 3 o 4 rapporti sessuali in poche spinti dalla passione. Questa scena è poco realistica. Secondo il dottor Richard K. Lee, urologo presso la Weill School of Medicine di Cornell: ” un uomo ha bisogno di almeno un’ora o due per tornare ad avere una nuova erezione dopo l’eiaculazione”.

Il periodo refrattario ha una durata variabile, potrebbe aggirarsi tra i 30 minuti e le 24 ore ed aumentare con l’età. Questo periodo di latenza oltre che dall’età può dipendere da altri fattori come ad esempio dal livello della prolattina, un ormone che ostacola l’eccitazione e l’eiaculazione.

Inoltre anche lo stile di vita, l’assunzione di alcolici e la frequenza degli atti di autoerotismo possono allungare il tempo necessario a un uomo per avere una nuova erezione.

Infine lo stress, l’assunzione di alcuni farmaci o altri problemi di salute possono essere alla base di disfunzioni erettili che necessitano del parere esperto di un medico per avviare un trattamento risolutivo.