Insalata di rinforzo: i trucchi per prepararla senza far puzzare la casa

Insalata di rinforzo: preparala con la ricetta originale napoletana! Ti diciamo anche come evitare che la puzza del cavolfiore si diffonda per tutta la casa.

I piatti tipici delle festività natalizie sono un piacere per il palato! I menù sono più ricchi e corposi, di solito a base di pesce per le vigilie e di carne per il Natale e il Capodanno.

insalata di rinforzo trucchi
(Adobe Stock)

Tra le pietanze più apprezzate della cucina partenopea c’è l’insalata di rinforzo, mix gustoso di ortaggi e verdure che, in genere, si serve come antipasto oppure come contorno con la frittura di pesce.

La storia dell’insalata di rinforzo affonda le sue radici nell’Ottocento. Secondo alcuni, il termine rinforzo sarebbe da attribuire alla stimolazione dell’appetito che deriverebbe proprio da questo piatto, irrinunciabile nei giorni di festa per quasi tutte le famiglie di Napoli e provincia.

Questa pietanza è molto apprezzata anche oltre i confini campani. Il segreto del suo successo è da ricercare nel sapore intenso, tipico della cucina povera delle nonne.

In questo articolo vogliamo concentrarci su due aspetti, ovvero come preparare una buona insalata di rinforzo e come evitare che la casa possa puzzare troppo. Dobbiamo considerare, infatti, che uno degli ingredienti principali è il cavolfiore, il cui odore risulta sgradevole a molti.

Insalata di rinforzo: trucchi geniali per non far puzzare tutta la casa

L’insalata di rinforzo è un piatto che soddisfa i palati di coloro che amano i sapori più tradizionali. Sai come si prepara? Se le risposta è no, tranquilla, ti sveliamo la ricetta autentica napoletana.

insalata di rinforzo trucchi
(Adobe Stock)

LEGGI ANCHE –> Dolce di Capodanno 2022: le coppette con pandoro e crema alla nocciola

INGREDIENTI (per 6 persone):

  • 1 cavolfiore;
  • 100 gr. di olive nere di Gaeta;
  • 100 gr. di olive verdi;
  • 100 gr. papaccelle (che sono peperoni tipici campani);
  • 100 gr. capperi sotto sale;
  • 100 gr. sottaceti misti;
  • qualche acciuga sotto sale;
  • olio extravergine d’oliva;
  • aceto e sale.

PROCEDIMENTO: Procurati un cavolfiore, lavalo bene e, poi, taglialo a pezzetti. Dopodiché lessalo in acqua salata e bollente per almeno 10 minuti. Con una forchetta, verifica che abbia raggiunto una cottura ottimale (non deve essere mai troppo molle). Poi, metti i pezzetti in una ciotola e condiscili con olio, aceto, sale e pepe. Mescola bene il tutto per qualche minuto, perché il cavolfiore deve insaporirsi.

Fatto questo, aggiungi le papaccelle, togliendo il torsolo e tagliandole a spicchi. A seguire, unisci alcuni filetti di acciughe sotto sale, che daranno un sapore più intenso al piatto. Dopodiché aggiungi i sottaceti tagliati a pezzetti, le olive e i capperi, rigorosamente dissalati sotto acqua corrente. Fai insaporire l’insalata girandola spesso con un cucchiaio.

Lo abbiamo detto poche righe sopra: l’ingrediente jolly di questa pietanza è il cavolfiore, ortaggio ricco di virtù. Ha proprietà antiossidanti e antinfiammatorie e, il suo consumo, è particolarmente raccomandato ai diabetici, perché aiuta a migliorare i livelli di glicemia nel sangue. Addirittura, secondo alcuni scienziati, avrebbe delle spiccate proprietà antitumorali.

Su una cosa, però, possiamo essere quasi tutti d’accordo. L’odore del cavolfiore non è proprio piacevole. Anzi, alcuni lo detestano! Ma per fortuna si può rimediare! Ecco come evitare che la puzza si diffonda per tutta la casa, soprattutto quando hai ospiti.

Aggiungi un po’ di aceto in una tazzina da caffè e posizionala sul coperchio della pentola, in corrispondenza dell’uscita del vapore. In alternativa, metti all’interno della pentola una fetta di pane con tanta mollica imbevuta di aceto o limone. Questi due ingredienti assorbiranno tutto l’odore del cavolfiore.

Un ultimo trucco consiste nel mettere una fetta di alloro nell’acqua in cui dovrà bollire il cavolfiore. Sono tutti e tre dei validi rimedi, scegli quello che più ti aggrada!

I consigli di Chedonna.it: Carbone Papaccelle

Caratteristiche:

  • Carnosa, profumata e saporitissima, la papaccella è uno dei simboli della cultura gastronomica campana.
  • Ha un diametro tra gli 8 e i 10 cm ed ha un gusto dolce. Dopo la raccolta a mano, viene immersa in aceto e lasciata insaporire.
  • Gustatela nelle insalate o, come da tradizione, per accompagnare ed esaltare le costolette di maiale.

Prezzo Di Listino:
14,99 €

Nuova Da:
14,99 € In Stock
acquista ora