Come conservare salumi e insaccati, affettati o interi?

Quando abbiamo esagerato con gli insaccati e non vogliamo buttarli, dobbiamo trovare il modo giusto per conservare i salumi

Vi siete fatte prendere dalla mania di grandezza e avete acquistato più salumi e affettati del dovuto pensando al pranzo di Natale? Avete pensato che un prosciutto crudo o un salame intero siamo meglio di quelli affettati al banco? Assolutamente comprensibile, ma poi c’è un problema: come fate a conservarli una volta che avete esaurito i pranzi?

 

salumi
Canva

Stiamo parlando di salami e prosciutti, crudi e cotti, ma anche mortadelle, speck, soppressate, culatelli e molto altro. Conservare correttamente il cibo, tutto il cibo, è il primo passo per un’alimentazione sana e per questo serve qualche trucco. E allora scopriamo insieme quelli più semplici.

Il metodo migliore per conservare i salumi già affettati o interi per un medio o lungo periodo è metterli sottovuoto perché la mancanza di ossigeno interrompe il processo di ossidazione. Inoltre impedisce che si formino batteri e questo consente di conservare i salumi anche fino a sei mesi.

->> LEGGI ANCHE: Focaccia intrecciata con verdure e salumi | idea originale e buonissima

Ma attenzione, comunque le buste sottovuoto devono essere tenute in frigorifero e dopo aver aperto la confezione, salumi e insaccati hanno bisogno di essere consumati entro un massimo di 6 giorni.

Come conservare più a lungo salumi e insaccati, va bene anche il freezer

I salumi e gli insaccati si prestano anche alla congelazione anche se è un metodo da non preferire in assoluto perché aumenta il rischio che si ossidino, soprattutto quando parliamo di salumi interi.

Come comportarsi quindi in questo caso? Verificate, prima di congelare un salume, che sia ben tagliato e messo sottovuoto. Poi eliminate le parti troppo grasse e segnate sulla confezione la data di inserimento nel freezer. Inoltre ricordatevi che i salumi, dopo essere stati scongelati, non possono assolutamente essere ricongelati e dovete utilizzarli in cucina al massimo entro 3 giorni.

Il vero trucco per conservare a lungo salumi e incassati però si chiama cantina. Come fare è semplice: dovete appendere salami e prosciutti interi in una zona non troppo umida, con una temperatura indicativamente tra i 15° e i 20°.
Poi cercate di coprire le parti tagliate con un foglio di carta leggermente unta con olio oppure con un panno di cotone imbevuto con olio extravergine di oliva. A cosa serve? A fermare il processo di ossidazione e permette la conservazione di salumi e insaccati anche interi fino a tre mesi.