È vero che gli orgasmi sono più deboli se prendo la pillola per tanto tempo?

Prendere a lungo la pillola anticoncezionale causa problemi di orgasmo a molte donne. Ecco cosa succede e quali sono le ricadute sulla sessualità femminile.

Per molte donne prendere la pillola anticoncezionale significa vivere la propria sessualità più liberamente e con meno pensieri. Le mestruazioni sono più regolari, meno intense e meno dolorose, il pensiero di una gravidanza indesiderata è lontanissimo e si ha l’impressione di essere libera dagli “effetti indesiderati”  della propria sessualità.

pillola problemi orgasmo
(Chedonna)

Purtroppo le cose non stanno esattamente così. La pillola anti concezionale altera gli equilibri ormonali dell’organismo femminile e, di conseguenza, anche la capacità di provare l’orgasmo e la sua intensità.

In particolare, la pillola anti concezionale introduce del progesterone sintetico nell’organismo. Questo implica che si vadano ad abbassare i livelli di testosterone libero nell’organismo femminile.

Anche se non sono in molti a saperlo, infatti, anche l’organismo femminile produce testosterone (ovviamente in quantità molto molto inferiori rispetto all’organismo maschile). Dalla quantità di testosterone presente nell’organismo dipende la libido di un individuo (che sia maschio o femmina, indifferentemente). Questo significa quindi che con un livello più basso di testosterone la libido cala e si diventa molto meno ricettive nei confronti del piacere.

Inoltre, dal momento che nell’organismo si introducono estrogeni sintetici dall’esterno, l’organismo cessa di produrne di propri. In questo modo la vagina e tutte le strutture che la circondano ricevono un flusso sanguigno minore.

Con meno sangue, quindi meno ossigeno e meno sostanze nutritive, le terminazioni nervose della vagina funzionano meno e, tra queste, c’è anche il clitoride.

Il clitoride è l’unico organo del corpo femminile deputato solo al piacere erotico, cioè è l’organo da cui si origina gran parte del nostro piacere sessuale.

È facile intuire che se il clitoride funziona meno anche i nostri orgasmi saranno meno intensi!

Quali sono i rimedi per i problemi di orgasmo dovuti alla pillola?

Dopo aver scoperto quali sono i meccanismi biochimici che legano la pillola all’orgasmo bisogna pensare ai rimedi!

pillola problemi orgasmo
(Canva)

Innanzitutto è fondamentale convincersi del fatto che non si tratta di un problema personale, cioè avere orgasmi meno intensi e meno desiderio sessuale è normale quando si assume per lungo tempo la pillola contraccettiva.

Questo fatto è indipendente dalla nostra volontà e non indica che siamo “sbagliate” o “frigide” o che la “magia” con il nostro partner è svanita all’improvviso. Significa solamente che il nostro corpo sta venendo “pilotato” dall’esterno per reagire in una determinata maniera e che, quindi, è tutto perfettamente sotto controllo.

Questo però non significa che non è più possibile avere orgasmi anche se si utilizza l’anticoncezionale per via orale per lunghi periodi di tempo. Significa semplicemente che bisogna lasciare al proprio corpo il tempo di reagire.

Per cominciare, prendete sempre un buon caffè prima di un rapporto sessuale. Il caffè è infatti un potente vaso costrittore: favorirà la circolazione sanguigna permettendo sia al pene di gonfiarsi più facilmente sia al clitoride (che funziona esattamente come il pene!) di diventare ricettivo in tempi più brevi. Non ti piace il caffè? Ginseng e Coca Cola saranno i tuoi migliori alleati. Alcool? Assolutamente no, perché è un vaso dilatatore.

Una volta arrivati al dunque sarà necessario prolungare i preliminari il più possibile, al fine di raggiungere lo stato di eccitazione necessario a far arrivare più sangue all’area genitale e “risvegliare” il clitoride.

Inoltre la stimolazione del clitoride diventa fondamentale, perché attraverso la stimolazione manuale si riattivano le terminazioni nervose “addormentate”. Per rendere più piacevole ed eccitante il processo si potrebbe cominciare a utilizzare lubrificanti a base acquosa che rendano il tutto più semplice e facciano andare tutto “più liscio”.

Per rendere più intenso l’orgasmo si potrà ricorrere con grande efficacia agli esercizi per il pavimento pelvico, che rafforzando la muscolatura interna della vagina favoriranno anche contrazioni più forti e quindi il raggiungimento di un piacere più intenso.

Infine non bisogna dimenticare che l’orgasmo femminile è spesso una questione mentale. Cerca di ascoltare le tue fantasie e di metterti nelle condizioni di poterle mettere in atto in completo relax e sicurezza emotiva.

Leggi Anche => Vuoi provare qualcosa di “piccante”? Ecco come non chiederglielo mai!

In questi casi la comunicazione e la complicità con il partner sono assolutamente essenziali per metterti a tuo agio e farti raggiungere il picco del tuo piacere (anche se magari potrebbe volerci un po’ più di tempo)!