Brufoli all’inguine: perché si formano e come rimediare

Prima o poi, può capitare di trovarsi con dei brufoli nella zona dell’inguine. Un problema non grave ma parecchio fastidioso. Scopriamone le cause e i rimedi più efficaci e indolori per i brufoli all’inguine.

Il problema dei brufoli all’inguine è più comune di quanto si pensi ed è scatenato da una serie di motivi che una volta compresi possono rappresentare un’arma per prevenire il problema.

brufoli all'inguine
(Adobe stock photo)

Questi, tendono a presentarsi in modo diversi. Ci sono quelli piccoli che regrediscono spontaneamente ma ce ne sono anche di più grandi che possono causare molto dolore e rappresentare un problema per chi si trova a doverci convivere. L’inguine, dopotutto, è una zona particolarmente delicata e che necessita di quante più accortezze possibili.

Anche per questo motivo, individuarne le cause più comuni può rivelarsi utile per combatterli e per far si che non si presentino più. Cerchiamo quindi di conoscere questo problema più da vicino e di capire anche come porvi rimedio nel minor tempo possibile, in modo indolore e, ovviamente, efficace.

Brufoli all’inguine: le cause e i rimedi da mettere in pratica

I brufoli all’inguine possono arrivare per motivi svariati. Il primo è sicuramente quello legato ad una pelle particolarmente delicata e quindi più soggetta ad infiammazioni.

brufoli all'inguine
(Adobe Stock photo)

Un’altra causa è senza alcun dubbio la depilazione che se non svolta nel modo corretto può irritare e infettare la zona, dando origine a brufoli anche grandi e con pus. Il motivo? Dei peli incarniti che possono apparire singolarmente o meno e che se non trattati nell’immediato finiscono con l’infettarsi crescendo e diventando sempre più dolorosi.

LEGGI ANCHE -> La vagina soffre il freddo? Ecco cosa sapere sulla vagina in inverno

A volte, anche degli indumenti stretti o che compromettono la corretta traspirazione della zona possono rappresentare una causa e tutto con effetti simili a quelli dati dalla depilazione errata.

Ma cosa fare quando si presentano i brufoli nella zona dell’inguine? La prima cosa da fare è sicuramente quella di accertarsi che si tratti effettivamente di brufoli e non di altri problemi. Per farlo, la prima volta è sempre consigliabile farsi vedere dal ginecologo. Nella zona dell’inguine (in particolare verso l’interno) ci sono infatti delle ghiandole che se si infettano o ostruiscono possono dar luogo a dei rigonfiamenti.
Prima di tutto, quindi, è importante imparare a distinguerle per non andare a peggiorare la situazione. Una volta compreso come fare la distinzione, in caso di brufoli accertati, si potrà pensare di agire per farli sparire nel minor tempo possibile.

Oltre ai rimedi proposti dal ginecologo e sempre dopo averne sentito il parere si possono effettuare degli sciacqui con bicarbonato. Questo aiuta infatti i brufoli a seccarsi più rapidamente portandoli a rompersi e a regredire. Il tutto disinfettando al contempo la zona.

Anche il tea tree oil si rivela ottimo, sopratutto per i brufoli ancora sotto pelle. Si tratta infatti di un disinfiammante naturale ed in grado di alleviare il dolore e di lenire l’infiammazione ed il rossore della zona dell’inguine. Anche il gel d’aloe vera è un ottimo rimedio e si può applicare fino a due o tre volte al giorno.

Un rimedio naturale e antico è quello dell’ittiolo che porta i brufoli a maturare e a rompersi spontaneamente. In questo caso, una volta drenati potranno essere disinfettati e curati con creme apposite che aiuteranno la zona a disinfiammarsi. Questo rimedio va bene solo nelle parti più esterne e una volta applicato (in piccolissime quantità) andrà coperto con una garza in modo da non spostarsi verso altre zone più delicate.

Ora che abbiamo capito come eliminare i brufoli è importante anche comprendere cosa è giusto fare per far si che non si presentino più. In questi casi l’aspetto più importante è quello della prevenzione.

Usare detergenti intimi delicati e idratare la zona subito dopo ogni depilazione (da effettuare sempre con strumenti ben puliti e disinfettati) è già una buona base di partenza. A questa si dovrà unire l’abitudine di non indossare capi stretti e di prediligere biancheria intima di cotone.

LEGGI ANCHE -> Vesciche pruriginose? Potrebbe essere herpes zoster

In questo modo si potrà evitare il problema dei brufoli all’inguine e dei rimedi da applicare e dimenticare al contempo il fastidio pungente dato dai brufoli all’inguine. Brufoli che, lo ricordiamo, se si presentano per la prima volta andrebbero individuati come tali grazie all’aiuto del ginecologo che saprà spiegare anche come fare le dovute distinzioni e in quali casi chiedere aiuto qualora dovessero presentarsi di nuovo.