Mangiare il torrone a dieta rimanendo in forma è possibile: ecco come fare!

Se sei un amante di questo tipico dolce natalizio scopri come mangiare il torrone a dieta rimanendo perfettamente in forma!

Tra i dolci tipici del Natale non si può non menzionare il torrone. Dolce, in versione morbida o croccante e ricco di sfumature di gusto è senza alcun dubbio una delle preparazioni più apprezzate ed in grado di portare con se la tipica atmosfera del Natale.

torrone a dieta
(Adobe Stock photo)

Eppure, proprio a causa della sua dolcezza, rappresenta da sempre anche un problema per chi sta cercando di perdere peso o per chi, più semplicemente, desidera mantenere intatta la linea. Problema che in realtà è facilmente risolvibile. Basta infatti mettere in atto alcune semplici strategie per poter gustare il torrone anche quando si è a dieta. E tutto senza doversi sentire in colpa o sottoporsi a rinunce eccessive prima e dopo.

Torrone a dieta: come mangiarlo restando in forma

Bianco, al cioccolato, al pistacchio, in versione morbida o croccante, il torrone è uno di quei dolci ai quali è davvero difficile dire di no. Bello da vedere e ancor più buono da mangiare è infatti in grado di portare allegria ad ogni morso, conquistando tutti con la sua dolcezza.

torrone a dieta
(Adobe Stock photo)

Peccato che chi si trovi a dieta da spesso fatica a conciliare la voglia di perdere peso o di restare in linea con quella di affondare i denti in questo tripudio di dolcezza. Una fatica che da oggi potrà essere archiviata. Imparando a mangiare il torrone nel modo corretto e senza danni di alcun tipo. Ciò che conta è non esagerare con le quantità e seguire le piccole e semplici dritte dettate da un’alimentazione e bilanciata. Scopriamo insieme quali sono le più importanti.

LEGGI ANCHE -> Come mangiare pandoro e panettone restando in forma

Scegliere un torrone di qualità. La prima regola da seguire quando si decide di gustare del torrone è quella di optare per uno che si qualità. Un torrone con ingredienti naturali è infatti più digeribile, con meno zuccheri elaborati e pertanto più facile da smaltire per l’organismo. Un aspetto che si tende spesso a sottovalutare ma che invece riveste una certa importanza. Così facendo, tra le altre cose, si godrà di un prodotto ancor più saporito e per questo in grado di soddisfare già dal primo morso.

Inserirlo all’interno di un’alimentazione bilanciata. Un’altra dritta da seguire è quella di inserire il torrone all’interno di un’alimentazione bilanciata. Un picco glicemico all’interno di uno status ottimale è infatti meno decisivo per la linea e tende a comportare meno problemi. Inoltre, seguendo un’alimentazione di questo tipo si tende ad avere meno fame, cosa che porta a non esagerare con gli strappi alla regola.

Infine, consumarlo a fine pasto, dopo aver mangiato delle proteine aiuterà a mantenere i livelli di zucchero nel sangue bassi, evitando innalzamenti della glicemia e dell’insulina che poi è ciò che solitamente porta ad accumulare grasso e a prendere peso.

Non esagerare con le quantità. Un buon modo per non rischiare di non prendere peso è quello di consumare il torrone in piccole quantità. In questo modo si potrà infatti goderne più spesso e tutto senza rovinare la linea. Per riuscirci basta ritagliare da subito la quantità prescelta, e mangiarla senza concedersi bis. Un aspetto che si rivela utile per qualsiasi alimento dolce, sopratutto sotto le feste.

Mangiarlo sempre a stomaco pieno. Il torrone, come qualsiasi dolcetto, non ha la presunzione di voler saziare quanto quella di donare un momento di puro piacere per il palato. Per goderne a pieno bisogna quindi assaporarlo lentamente e per riuscirci la cosa migliore da fare è quella di mangiarlo a stomaco pieno. In questo modo non si correrà il rischio di divorarlo senza quasi sentirne il gusto e di dover ricorrere ad una seconda porzione. Goderne con calma renderà il tutto ancor più speciale. Una vera esperienza di gusto assolutamente da fare.

Non rinunciarvi per troppo tempo. Infine, un buon modo per seguire le dritte sopra elencate è quello di non far passare troppo tempo tra un torroncino e l’altro. Sapere di poterlo riassaporare presto è un buon modo per non cedere alla tentazione di fare bis o di esagerare con le porzioni. E, com’è facile immaginare, mangiarne in piccole quantità, quando si parla di linea, fa sicuramente meno danni.

Seguendo queste semplici regole, mangiare il torrone non sarà più un pericolo. E consentirà di godere a pieno di qualcosa di buono, senza sensi di colpa e con la consapevolezza di poter mangiare come tutti, inserendo nella propria dieta anche qualche dolcetto.

LEGGI ANCHE -> Vuoi arrivare in forma a Natale? Ecco come fare iniziando da ora

Ovviamente, se si è seguiti da un nutrizionista, il consiglio è quello di sentire prima il suo parere, stabilendo come fare o quanto torrone a dieta consumarne per non cambiare troppo il proprio piano alimentare e per evitare al contempo di rinunciare al piacere che può dare questo dolcetto.