Menù di Natale: una perfetta frittura di pesce? Evitate questi errori

Se anche a Natale non riuscite a fare a meno di una bella frittura di pesce, ricordatevi poche semplici regole per renderla perfetta

Per i pranzi delle feste ci sono due scuole di pensiero, o forse anche tre. C’è chi punta tutto sulla carne, chi invece pensa solo al pesce. E poi c’è chi non fa differenza e porta in tavola quello che vuole, senza problemi. Voi fate come volete, ma se pensate di preparare una bella frittura di pesce, ricordatevi che ci sono regole da seguire ed errori da non commettere.

frittura errori
canva

A qualcuno può sembrare strano, ma il metodo migliore di frittura per il pesce è con lo strutto che anche a temperature molto alte non produce scorie dannose per la salute. L’alternativa più semplice resta l’olio, ma non tutti sono uguali e funzionano allo stesso modo.

->> LEGGI ANCHE: Il trucco per cucinare il pesce senza fare odore: sicuramente non ci avete pensato

Lo scelta dell’olio per la frittura è fondamentale per ogni ricetta, questa non fa eccezione. Quello d’oliva è uno spreco, quindi puntate su un ottimo olio di semi. Funzionano più o meno bene tutti, ma il più adatto è quello di arachidi perché ha un punto di fumo più alto, che arriva sopra i 200° senza problemi.

Menù di Natale: una perfetta frittura di pesce con queste mosse

Ma qual è la temperatura giusta per friggere? Per molte altre ricette bastano 170°. In questo caso invece dovete arrivare almeno a 180°: se è più bassa, invece di avere una frittura bella croccante, sarà molto unta e moto molle. Se è più alta invece, correte il rischio di bruciare la pastella esterna e di non cuocere bene il pesce all’interno.

olio
Canva

Allora come fare per capire quando è il momento giusto? Non fidatevi dell’istinto, misurate la temperatura dell’olio con un termometro da cucina. Costano poco e danno una grossa mano.

L’olio per la frittura è l’unico particolare che dovete curare? No, perché anche la padella ha la sua importanza e non tutte sono adatte. C’è bisogno di una padella bassa e larga, possibilmente in ferro che trasmette il calore in modo uniforme all’olio. Se poi non avete il ferro, anche l’acciaio è molto utile.

E adesso che abbiamo visto come e quando friggere, qualche regola per una frittura perfetta. Prima di infarinare il pesce, asciugatelo sempre e non salatelo. Servirebbe solo a far uscire i liquidi dal pesce e farli passare nella pastella che quindi diventerà più molle, non croccante.

Se utilizzate pesce congelato, ricordatevi di tirarlo fiori dal freezer o dal frigo almeno mezz’ora prima di prepararlo. Nel caso sia troppo freddo, abbasserebbe la temperatura dell’olio e ne farebbe assorbire di più.
Infine la regola che vale per tutti i fritti: salate soltanto un minuto prima di portare la frittura di pesce in tavola. Vale sempre lo stesso discorso: se volete croccantezza, è l’unico modo