Le donne si masturbano (e altre verità “shock” sull’autoerotismo femminile)

Le donne si masturbano, anche se per secoli e secoli si è preferito far finta che non fosse così! Anzi, la masturbazione femminile svolge una funzione importantissima sul nostro benessere psicofisico! 

A causa del fatto che se ne è sempre parlato il meno possibile in merito all’autoerotismo femminile si sono sviluppati moltissimi tabù, miti e false credenze sui quali è assolutamente necessario fare un po’ di luce per vivere una vita sessuale più piena, appagante e consapevole!

masturbazione femminile
(Chedonna)

Tra le altre cose, le donne che non si masturbano conoscono molto poco il proprio corpo, tanto poco che spesso fanno molta fatica a raggiungere l’orgasmo: il motivo è da ricercare proprio nella scarsa capacità di riconoscere e gestire gli stimoli del proprio corpo!

Questo significa che le donne che da giovani non hanno cominciato a masturbarsi vivono una vita sessuale piuttosto complicata anche se hanno un partner e che, molto probabilmente, daranno all’incapacità del partner la colpa della loro insoddisfazione.

Purtroppo sono ancora molte le giovani donne che ricevono un’educazione molto tradizionale e restrittiva in merito al sesso e, quindi, il problema della scarsa soddisfazione sessuale è molto più diffuso di quanto si pensi.

La cattiva informazione ovviamente ha portato alla nascita e alla stratificazione di leggende metropolitane e di false credenze che hanno reso ancora più complicato il rapporto tra le donne e l’autoerotismo. Per esempio ci sono donne convinte che masturbarsi faccia male oppure che se ci si masturba troppo spesso non si riuscirà ad avere orgasmi con il partner.

Si tratta di argomenti spinosi, e siamo pronte a dare tutte le risposte necessarie!

Le donne che si masturbano sono più felici (provare per credere!)

Prima di parlare di tutte le implicazioni dell’autoerotismo femminile è bene chiarire un punto fondamentale: la masturbazione femminile, come quella maschile, è un istinto normale e naturale come mangiare e dormire.

masturbazione femminile vibratori
(Canva)

Per questo motivo, a livello biologico e psicologico assecondare il desiderio di masturbarsi per raggiungere l’orgasmo è molto positivo.

Le donne si masturbano più o meno degli uomini?

Le esigenze sessuali delle donne sono molto diverse da quelle degli uomini, i quali pensano al sesso davvero molto più spesso di quanto faccia una donna. Gli uomini hanno anche la necessità di “svuotare” lo scroto dallo sperma prodotto nel corso del tempo, quindi nel loro caso la masturbazione serve anche a prevenire patologie e problemi a carico dell’apparato riproduttivo.

E le donne hanno problemi simili? Le donne no: la vagina funziona perfettamente anche se non si pratica la masturbazione, da questo deriva che le donne non avvertono l’urgenza della masturbazione a livello strettamente fisico.

Possiamo quindi affermare che le donne si masturbano in media più raramente degli uomini perché non hanno la necessità “tecnica” di farlo.

Se non ne hanno bisogno, perché le donne si masturbano?

Affermare che a livello “funzionale” le donne non hanno bisogno della masturbazione non significa che debbano fare a meno di questa pratica.

Raggiungere l’orgasmo alle donne serve come stress relief, cioè come strategia per smaltire lo stress e le tensioni psicologiche accumulate durante la giornata. Del resto anche gli uomini praticano molto spesso la masturbazione per questo motivo.

Qual è il modo migliore di masturbarsi?

La tecnica di masturbazione femminile più semplice in assoluto è la stimolazione del clitoride con le dita, attraverso un massaggio ritmico e prolungato.

Eseguire questo massaggio è estremamente semplice per il semplice fatto che il clitoride è un organo esterno come il pene, quindi è facile da rintracciare e da stimolare per raggiungere un orgasmo clitorideo.

Leggi Anche => Quanti tipi di piacere femminile esistono? 2 (+1)! Tu li hai provati tutti?

Alcune donne invece preferiscono la penetrazione per ottenere un orgasmo di tipo vaginale. Si tratta di una pratica piuttosto scomoda da mettere in atto con le dita, quindi nella maggior parte dei casi vengono utilizzati sex toys di vario tipo. Alcuni di essi sono in grado di stimolare contemporaneamente vagina e clitoride per raggiungere un piacere ancora più intenso.

I segreti di una masturbazione perfetta

Le donne hanno l’enorme fortuna di poter controllare l’orgasmo molto meglio di quanto possano fare i maschi. Per questo motivo possono riuscire a ritardare il piacere oppure, con un po’ di allenamento, possono raggiungere l’orgasmo multiplo attraverso la masturbazione.

Leggi Anche => Orgasmo Multiplo | Cos’è, chi lo ha e (soprattutto) come si fa?

Il motivo per cui l’ideale sarebbe raggiungere orgasmi molto intensi o orgasmi multipli è che l’orgasmo di una donna dura pochissimi istanti, così come la sensazione diffusa di piacere e di rilassamento che lo segue immediatamente.

Attraverso la masturbazione si può ottenere l’orgasmo molto velocemente, quindi sia la pratica in se stessa sia la durata della sensazione di benessere possono essere molto brevi e quindi poco appaganti. Meglio abbondare!

Masturbarsi troppo fa male?

Come già accennato, i pregiudizi sulla masturbazione femminile hanno portato alla diffusione di false credenze, tra cui quella secondo la quale si potrebbe “danneggiare” la vagina attraverso una masturbazione eccessiva.

Si tratta di una bufala completa. L’unico problema che si potrebbe riscontrare riguarda l’irritazione del clitoride, se lo si stimola troppo a lungo attraverso lo sfregamento, ma si tratta davvero di casi limite.

Le donne che si masturbano non raggiungono più l’orgasmo con il partner?

Assolutamente no. Al contrario, le donne che conoscono bene il proprio corpo e sanno come stimolarlo per provare piacere saranno in grado di fornire indicazioni al proprio partner per ottenere orgasmi più frequenti e appaganti!

orgasmo
Foto da Canva

Si può sviluppare una dipendenza dalla masturbazione?

La risposta a questo quesito è “sì”, ma si tratta davvero di casi estremamente rari, in cui una persona non riesce a fare a meno di masturbarsi un certo numero di volte al giorno.

Si tratta di un meccanismo molto simile allo sviluppo della dipendenza da tabacco: si diventa dipendenti dalla sensazione di benessere, appagamento e rilassamento che si sperimenta appena dopo una sigaretta o un orgasmo, quindi si tende a fumare sempre più spesso e a masturbarsi sempre più spesso.

Se ci si dovesse rendere conto che la masturbazione è diventata una dipendenza è fondamentale rivolgersi a uno psicologo, che sarà in grado di mostrarci come gestire lo stress alla base della dipendenza senza ricorrere alla masturbazione eccessiva.