Esiste la posizione perfetta per i rapporti orali? La risposta è sì

O meglio, sì esiste una posizione perfetta per i rapporti orali ma, ovviamente, non è solo una! Scopriamone alcune insieme, ti va?

Ebbene sì, anche in determinati momenti della nostra vita (decisamente intimi) ci sono delle regole da seguire.
Ovviamente se vuoi o se volete: è questo il bello delle regole! (Più o meno).

posizione perfetta rapporti orali
(fonte: Canva)

Oggi vogliamo parlarti di posizioni in intimità ma abbiamo deciso di affrontare l’argomento da un punto di vista decisamente curioso.
Scopriamo se, quando parliamo di rapporti orali, esiste qualche tipo di posizionamento che può fare la differenza!

Posizione perfetta per i rapporti orali: scopriamo insieme quali sono quelle migliori

Va bene, è inutile fare i timidi o cercare di girarci intorno con lunghi giri di parole.
Ci sono tantissime guide sulle posizioni in intimità per raggiungere l’orgasmo, per farlo in piedi, sdraiati o capovolti (ok, capovolti no, stiamo scherzando) e quasi nessuna che riguardi i rapporti orali.

posizione perfetta rapporti orali
(fonte: Canva)

Abbiamo pensato che è ora di finirla: eh sì, esistono le posizioni perfette anche per quando vi lasciate andare ad un rapporto orale.
Basta pensare che vadano bene sempre le stesse due!

LEGGI ANCHE –> Volete tornare a fare l’amore? Allora ecco la routine che dovete seguire

I rapporti orali, infatti, possono essere semplicemente fantastici a seconda che si ricevano o che si pratica.
Siate oneste, però: alcune volte, sia mentre ricevete ma soprattutto mentre lo praticate, il rapporto orale ha un grande problema. Quale? Ma semplicemente la sua scomodità!
Capita spessissimo, infatti, di trovarsi con le ginocchia doloranti ed il collo indolenzito. E, soprattutto, se siamo nel mentre di una questione delicata diventa di certo molto più difficile concentrarsi su quello che stiamo facendo!

Ecco perché, quindi, abbiamo pensato di suggerirvi la posizione perfetta per i rapporti orali. Va bene, saremo sinceri: non ne esiste solo una ma abbiamo scelto alcune delle migliori.
Sempre meglio avere delle opzioni, non trovate?

  • andiamo dal dottore: dai, su, lo sai che non intendiamo davvero! La posizione del dottore, però, prevede che vi mettiate proprio come quando andate dal ginecologo.
    Forse il tuo partner non la conosce quindi è un’ottima occasione per fargliela imparare!
    Sdraiati sulla schiena, con le gambe allargate e qualcosa sotto il sedere per avere le gambe posizionate in alto.
    Magari, per stare ancora più comoda, puoi provare a metterti su una sedia o su un divano. Ovviamente la posizione vale per entrambi!
  • sdraiati è meglio: sì, è vero. Generalmente ad essere sdraiato è colui o colei che riceve, vero? Bene, in questo caso potreste provare, invece, a lasciare che sia sdraiato colui che pratica la fellatio o il cunnilingus. Chi lo riceve, quindi, deve sistemarsi in una posizione che può sembrare scomoda ma (fidatevi di noi) non lo è.
    Mettetevi in ginocchio di fronte al volto del partner che si tirerà su sui gomiti e potrà darsi da fare in una nuova posizione. Chissà se stare sdraiato gli suggerirà nuove evoluzioni con la lingua!

LEGGI ANCHE –> Vuoi provare l’orgasmo simultaneo? Prova la posizione del ragno

  • dal balcone: e no, ovviamente vi sconsigliamo di esporvi agli occhi di vicini di casa e passanti durante un momento così intimo!
    Quello che intendiamo, però, è che questa potrebbe essere un’ottima nuova posizione per voi e per il vostro partner.
    Questa posizione è solo per le donne ma, se volete, potete far provare anche il vostro partner, ovviamente girato.
    L’idea è che vi appoggiate al muro (o alla finestra) come se steste guardando fuori dal balcone, appoggiate alla ringhiera.
    Il vostro partner, quindi, può inginocchiarsi dietro di voi e praticare il rapporto orale da questa posizione. Vedrete che il cambio di prospettiva vi farà bene!
  • la comodissima: sempre per le ragazze anche se, con qualche variazione sul tema, possono provarla anche gli uomini.
    La comodissima si chiama così per l’appunto perché è… comoda! Siete sdraiate sul letto ma, invece di lasciare che le gambe siano in posizione orizzontale, posatele sulle spalle del vostro partner.
    A questo punto il partner si “sdraia” su un fianco e, da questa posizione, può iniziare a darci dentro. Voi siete, quindi, non solo sdraiate ma avete anche la possibilità di muovervi meglio avanti e indietro o come preferite. Avrete più controllo sulle vostre gambe ma sarete comunque sempre sdraiate e… comodissime!