Ti senti depressa? Forse è tutta colpa della pillola anticoncezionale

La depressione causata dalla pillola è una realtà che molte donne ancora non conoscono e che è importante tenere a mente quando si assume questo tipo di farmaco.

Chi ha sofferto almeno una volta di depressione sa bene come si tratti di una situazione difficile da gestire e dalla quale uscire. A volte può instaurarsi a causa di un periodo nero o di un trauma, in alcuni casi può dipendere da problemi ormonali o di tipo medico e talvolta può giungere anche a causa dell’assunzione della pillola anticoncezionale.

depressione pillola
(Adobe Stock photo)

Un problema che non tutte conoscono e che pertanto può creare grandi problemi a chi non sapendolo non è in grado di riconoscere la causa pur avendola sempre sotto gli occhi. Cerchiamo quindi di fare maggior chiarezza e di capire quali sono i sintomi a cui prestare attenzione e come comportarsi.

Depressione da pillola: i sintomi da riconoscere

Che la pillola possa portare a sbalzi d’umore e depressione è ormai un dato di fatto. La stessa Aifa ha confermato la cosa ormai da qualche anno, tanto da poter trovare una voce a riguardo nei vari bugiardini.

depressione pillola
(Adobe Stock photo)

Eppure, ancora oggi, tanti medici sembrano sottovalutare questo problema, suggerendo alle pazienti che accusano depressione di distrarsi o di cercare altrove la possibile causa.

LEGGI ANCHE -> Ti hanno detto che soffri di intestino irritabile? Cos’è e come rimediare

Un errore che non deve essere commesso anche da chi i problemi li vive ogni giorno e che pertanto merita di trovarvi una soluzione. È bene quindi imparare a riconoscere i primi sintomi di depressione e capire se sono sopraggiunti dopo l’assunzione della pillola in modo da riferirlo con certezza al proprio medico e decidere insieme il da farsi.

Tra i sintomi da verificare ci sono quindi:

  • Tristezza immotivata
  • Svogliatezza
  • Cambiamenti di umore
  • Irritabilità
  • Istinti suicidi
  • Difficoltà a dormire
  • Attacchi di panico
  • Ansia immotivata
  • Difficoltà nel gestire lo stress

Questi sono solo alcuni dei tanti sintomi che possono insorgere in seguito all’assunzione della pillola contraccettiva. Sintomi che andrebbero sempre presi in considerazione e valutati di volta in volta con il medico al fine di capire il da farsi.

La risposta ai vari farmaci è infatti soggettiva al punto che a volte basta cambiare con un altro prodotto per vedere svanire gli effetti negativi. Quando ciò non succede è ovviamente importante capire il rapporto che c’è tra benefici e rischi e decidere se passare ad un altro metodo contraccettivo.

Questione che si fa più complessa per chi soffre di problemi ormonali o di endometriosi e assume la pillola per cercare di tenere a bada una patologia difficile da gestire in altro modo. Cosa fare quindi oltre a tenersi costantemente monitorizzate e avvisare il medico?

La prima cosa da fare è non accontentarsi di chi cerca di ridurre il problema e cercare qualcuno che sia empatico oltre che competente. La propria salute mentale è indispensabile per vivere bene e nessuno dovrebbe mai metterla in secondo piano.

Detto ciò, oltre a cercare di cambiare farmaco fino a trovare quello più adatto si può tentare di mettere a punto delle strategie per limitare gli effetti collaterali della pillola. A ciò si può aggiungere l’uso di integratori come la vitamina B, la Centella asiatica e il magnesio che in modi diversi agiscono positivamente sull’umore.

LEGGI ANCHE -> Problemi di fame nervosa prima del ciclo? Da cosa dipende e come rimediare

Non arrendersi mai è quindi la prima regola alla quale andrà associato un buon medico in grado di seguire e consegnare e un sostegno di tipo psicologico al quale unire anche quello dato da persone che si trovano nella stessa situazione. Persone che spesso si riuniscono in gruppi appositi sul web dove accorciando le distanze si può restare informate su tutte le novità e avere al contempo qualcuno con cui confrontarsi. Un mix di azioni che in sinergia tra loro potranno aiutare a trovare la giusta via per riappropriarsi della propria preziosa serenità.