Voglia zero? La relazione complicata tra desiderio e mestruazioni

Desiderio sessuale e mestruazioni sono strettamente collegati nel corpo della donna, poiché entrambi sono regolati da un costante flusso di ormoni.

Molto spesso però le donne vengono “accusate” dal proprio partner di avere sempre poca voglia di fare l’amore, o di non essere abbastanza passionali. Di chi è la colpa?! Ma degli ormoni, ovviamente!

sesso mestruazioni
(Chedonna)

Tutte sappiamo che nel periodo delle mestruazioni il desiderio è pari praticamente a zero. Il motivo è che ci sentiamo gonfie, indolenzite e deboli, quindi lanciarci in una notte di passione non è esattamente la prima cosa che ci viene in mente di fare.

Purtroppo per noi (e per i nostri partner) il calo del desiderio sessuale nella donna si avverte ben prima del ciclo mestruale.

Questo avviene a causa della produzione del cosiddetto “ormone della calma” che, in un determinato periodo del mese arriva a “spegnere i bollenti spiriti” per dare all’organismo femminile la possibilità di prepararsi al ciclo mestruale. L’ormone più odiato dai maschi di tutto il mondo è il progesterone!

Ecco come funziona e soprattutto quando viene prodotto l’ormone che ci fa passare le serate in compagnia di Netflix, cioccolata e copertina.

Desiderio sessuale e mestruazioni: il segreto? Darsi una regolata!

Il ciclo ormonale femminile è molto complesso. In linea generale si presta la massima attenzione possibile al ciclo mestruale, poiché i suoi effetti sono tangibili e visibili. Il ciclo ormonale invece è assolutamente invisibile, i suoi effetti non sono evidenti (per gli altri) ma possono essere devastanti per la donna che li affronta.

desiderio sessuale mestruazioni
(Chedonna)

Quanto dura il ciclo? Dipende. Quello mestruale 5 giorni, quello ormonale 28 giorni (in media) e, per questo, può essere comodamente diviso in 4 settimane (7 giorni a settimana x 4 settimane = 28 giorni).

Per comodità considereremo che il ciclo comincia e finisce con il primo giorno del ciclo mestruale.  

Il desiderio nella prima settimana

La prima settimana del ciclo ormonale è occupata per lo più dai 5 giorni del ciclo mestruale e coincide con la massima produzione di progesterone, il famoso “ormone della calma” in grado di azzerare qualsiasi desiderio sessuale.

Al termine del ciclo l’organismo comincia a produrre meno progesterone e, di conseguenza, il desiderio sessuale comincia lentamente a risalire.

Il desiderio nella seconda settimana

Nel corso della seconda settimana del ciclo ormonale il progesterone è finalmente sceso a livelli normali e l’organismo ha cominciato a essere di nuovo inondato di estrogeni e testosterone. 

Gli estrogeni sono gli ormoni femminili per eccellenza e sono quelli che favoriscono l’accoppiamento. Non a caso il loro nome significa “generatori di desiderio” (estro = desiderio).

Inoltre, anche se in minima percentuale rispetto all’organismo maschile, anche l’organismo femminile produce testosterone, che è l’ormone in grado di renderci sicure di noi, più “aggressive” e “disinibite”.

Il desiderio nella terza settimana

Tra la terza e la quarta settimana di ciclo ormonale comincia la fase ovulatoria. Significa che l’apparato sessuale femminile sta producendo un ovulo pronto a essere fecondato e che tutto l’organismo della donna si prepara al concepimento.

Dal momento che il concepimento non può avvenire senza un maschio e nello specifico senza un rapporto sessuale, tra la terza e la quarta settimana del ciclo ormonale il desiderio femminile è assolutamente al massimo, e in questo periodo siamo più ricettive e più disposte a qualsiasi sperimentazione, anche un po’ “selvaggia”.

Leggi Anche => Vorresti proporgli qualcosa di piccante e non sai come fare? Tutte le tecniche giuste!

Il desiderio nella quarta settimana

Se il picco assoluto del desiderio sessuale femminile si raggiunge nel corso della terza settimana di ciclo ormonale, nella quarta settimana comincia la fase discendente. 

Il corpo infatti comincia di nuovo a produrre il progesterone che serve a prepararlo al ciclo mestruale. In questo periodo salgono irritabilità, ritenzione idrica, indolenzimento fisico e stanchezza mentale.

Si tratta del periodo in cui le donne vivono la fastidiosissima sindrome premestruale: una scocciatura per le donne e un vero spauracchio per gli uomini, i quali in genere si rassegnano ad andare in bianco per questo periodo del mese!

Come si gestisce il ciclo del desiderio femminile?

Se si ha un partner fisso la prima cosa da fare è capire se è informato sulle dinamiche del ciclo ormonale femminile. Se non lo è bisogna spigarglielo! 

Condividere i propri stati d’animo ma anche lo stato di salute fisica generale del nostro corpo è fondamentale per una relazione sana, matura e soprattutto duratura.

I maschi molto infantili stenteranno a capire questo scomodo meccanismo biologico (o fingeranno di non capirlo) per il semplice fatto che il desiderio maschile non conosce oscillazioni nel corso del mese o dell’anno. I maschi sono sempre “pronti” se una donna genera in loro attrazione sessuale, quindi faticano a capire che per le donne non funziona esattamente così.

I maschi più ragionevoli e maturi, invece, comprenderanno facilmente che non c’è quasi niente che le donne possano fare per “avere più voglia” in certi periodi del mese. L’unica cosa che si può fare è fingere di avere voglia o “costringersi” a un rapporto sessuale. Insomma, non esattamente la scelta più felice.

ciclo mestruale
Foto Adobe Stock

Per questo motivo è assolutamente sbagliato da parte dei maschi tentare di far sentire in colpa le donne per il loro scarso desiderio sessuale in un certo periodo del mese. Da parte nostra, è assolutamente sbagliato sentirsi in colpa o sentirsi inadatte! L’unica cosa che si può fare per avere una vita sessuale soddisfacente e armonica con il nostro ciclo ormonale? Comprendere e assecondare il rapporto tra ciclo ormonale, mestruazioni e desiderio sessuale