Vuoi una pavlova perfetta? Ecco i trucchi che ti aiuteranno a realizzarla

Ami la pavlova ma proprio non ti riesce bene? Scopri i trucchi che ti aiuteranno ad ottenere un ottimo risultato ed una pavlova perfetta come nei tuoi sogni.

Si dice che la pavlova sia un dolce estremamente romantico nonché elegante e particolarmente bello da vedere. Ciò nonostante o forse proprio per questo è anche uno tra i più difficili da realizzare.

pavlova perfetta
(Adobe Stock photo)

Durante la sua preparazione ci sono infatti diversi passaggi che se compiuti in modo errato possono compromettere del tutto il risultato finale. Al contempo ci sono però anche dei trucchi preziosi che messi a punti nel modo corretto possono portare ad un dolce bellissimo e sopratutto buonissimo.

Scopriamo quindi quali sono e come metterli a punto per sorprendere tutti con una pavlova semplicemente perfetta.

Pavlova perfetta: i trucchi per ottenere il meglio da questo dolce

Realizzare una pavlova perfetta non è semplicissimo ma non è neppure impossibile. Basta infatti seguire alcuni semplici accorgimenti per poter ottenere il risultato desiderato e contare su un dolce buono, bello e con le giuste consistenze.

pavlova perfetta
(Adobe stock photo)

Ecco quindi i trucchi da tenere sempre a mente quando si decide di prepararne una.

LEGGI ANCHE -> Sciogliere il cioccolato nel modo perfetto. I trucchi per un risultato goloso

Usare sempre materiali pulitissimi. Ebbene si, la parola d’ordine per ottenere una buona pavlova è “pulizia”. Occorre infatti che la ciotola e tutti gli strumenti di lavoro siano pulitissimi e privi della minima traccia di grasso. In presenza di olio o di anche un solo pizzico di tuorlo il rischio è infatti quello di non ottenere degli albumi ben montati a neve. Cosa che, inutile dirlo, comprometterebbe il risultato finale. Per ottenere il meglio dagli strumenti di cucina si può usare dell’aceto nell’ultimo risciacquo.

Montare gli albumi da soli. Prima di aggiungere lo zucchero è molto importante iniziare a montare gli albumi da soli. In questo modo l’effetto spumoso sarà più semplice da ottenere e tutto senza correre il rischio di veder impazzire il composto. Dopotutto, questa è uno dei passaggi più delicati di tutta la ricetta e per questo va sempre eseguito con le giuste attenzioni.

Agire con cautela. La meringa che fa da base alla pavlova è molto delicata. Basta quindi il più piccolo urto per rovinarne l’essenza portandola a rompersi in forno. Durante la lavorazione è quindi opportuno agire sempre con cautela. Aspetto importante sopratutto quando si trasferisce il tutto nella teglia da forno. Agire con estrema calma è indispensabile per non vedere andare in frantumi il lavoro svolto in precedenza.

Meglio il forno statico. Per la pavlova è meglio evitare il forno ventilato. Il rischio è infatti quello di agitarla troppo. Molto meglio impostare la funzione statica e lasciarla cuocere ad una temperatura costante. In questa fase è inoltre importante ricordare di non aprire mai il forno e di tenere sempre d’occhio le temperature.

Conservarla in frigo. Una volta pronta, la pavlova andrebbe conservata sempre in frigo e ben chiusa in un contenitore ermetico. In altro modo si corre il rischio di farle inumidire. Cosa che ne cambierebbe consistenza e sapore.

Seguendo questi piccoli trucchi, realizzare una buona pavlova sarà molto più semplice e offrirà la possibilità di presentare un dolce sofisticato ad amici e parenti.

LEGGI ANCHE -> Vuoi un pan di Spagna perfetto? I trucchi per realizzarlo alto e soffice

Quanto alla decorazione, il bello è che si può puntare praticamente su tutto. Potendo scegliere è però consigliabile andare su frutti di stagioni e su confetture dolci ma con un retrogusto acidulo ed in grado di contrastare in modo delicato ma d’effetto la dolcezza tipica di questo dolce. Un dolce che sarà finalmente divertente da cucinare.