Preliminari, questi sconosciuti: ecco qualche consiglio da provare

Basta imbarazzi, oggi parliamo di preliminari (sessuali, non quelli della Champions!). Impariamo insieme come e cosa fare per prepararci ad un rapporto con i fiocchi!

Va bene, va bene: niente fiocchi nel vostro rapporto intimo, ok?
Quello di cui vogliamo parlare oggi sono alcune tecniche per assicurarci che il vostro rapporto vada veramente alla grande.
Chi è che non vorrebbe un consiglio del genere?

preliminari sessuali
(fonte: Unsplash)

Pensi di essere un vero mago sotto le lenzuola e che non ci sia assolutamente tecnica che non conosci?
Il Kamasutra non ha segreti per te e sei sicuro che il tuo partner semplicemente adori come lo fate? Bene: forse (ma diciamo forse) è arrivato il momento di ricredersi.
Possibile che tu non abbia ancora fatto menzione dei preliminari?
Invece di iniziare in medias res, abbiamo deciso di proporti qualche idea che parta da “prima” che inizi il rapporto. Che ne dici: qualche consiglio potrebbe esserti utile?

Preliminari sessuali: ecco quelli importanti da non scordare mai

Alzi la mano chi ha un partner che, di punto in bianco, vorrebbe fare sesso.
No, non parliamo di un incrocio focoso di sguardi sopra un bicchiere di vino ma proprio di tuo marito che, mentre stai cucinando (dopo essere andata sia al lavoro che a fare la spesa) ti mette una mano sul sedere e ti dice: “Ho tantissima voglia, e tu?”

preliminari sessuali
(fonte: Unsplash)

Non vogliamo di certo mettere alla gogna nessuno ma sappiamo bene come, soprattutto nelle relazioni eterosessuali e lunghe, capita di perdere l’abitudine a lasciarsi andare ai preliminari.
Magari è perché puntate entrambi ad arrivare immediatamente al cuore del rapporto oppure perché pensi di avere poco tempo.
Fare l’amore, però, è molto di più che il semplice atto della penetrazione e, non ci crederanno gli scettici, molto di più dell’orgasmo.

LEGGI ANCHE –> Vuoi godere di più tra le lenzuola? C’è un segreto “musicale” da conoscere

Certo: entrambi questi elementi sono importanti e tutti, sotto sotto, ci pensiamo abbastanza spesso.
Quello di cui si parla veramente poco, soprattutto nelle coppie di lunga data, sono i preliminari.
Eh sì, tutte quelle cose che, da giovani, ci sembravano il massimo della trasgressione ed erano quanto potevamo permetterci prima della prima volta sono tornate!
Anzi, diciamoci la verità: non se ne sono mai andate!

Saper fare bene l’amore, infatti, vuol dire saper eccitare l’altro.
Questo vuol dire, semplicemente, che no, non basta metterti una mano sul sedere senza fare assolutamente nient’altro e che anche tu, prima o poi, devi ricominciare a fare il primo passo.
Se il tuo partner, infatti, è estremamente goffo nei suoi approcci possiamo assicurarti che anche il fatto che tu li faccia poco o male è altrettanto deleterio!
Ma come si ritorna a fare i preliminari se, dopo tanti anni, non vi lasciate più andare a lunghe sessioni di baci e carezze?

LEGGI ANCHE –> Come (e perché) utilizzare le manette a letto: i nostri suggerimenti

Qualche idea noi ce l’abbiamo: leggerle potrebbero esserti utili per tornare a fare scintille sotto le lenzuola!

  • ti tocco… in pubblico: ehi, no fermate subito i vostri bollenti spiriti. Non vi stiamo di certo suggerendo di darvi da fare in pubblico con il vostro partner, sotto gli occhi di tutti!
    (E se lo fate, non ve lo abbiamo detto noi: non ci conoscete proprio, va bene?).
    Invece di lasciare che il primo approccio avvenga nella cucina di casa, per l’appunto, oppure quando siete già sotto le coperte provate a farlo… prima!
    Toccatevi sotto il tavolo a cena, in mezzo agli amici oppure mentre siete al cinema: niente di troppo spinto ma abbastanza per far capire al partner che lo volete.
    Accarezzatevi le cosce, il collo, la nuca e usate lo sguardo per far capire al vostro partner che… a casa darete il meglio di voi!
  • parole, parole, parole: i preliminari sessuali migliori di tutti partono dalle parole e dal cervello. C’è poco da fare! Che ne dici di sussurrare al tuo partner qualche “sconcezza” anche e soprattutto prima di tornare a casa?
    L’idea è quella di raccontarvi quello che vi volete fare: dopotutto, a parole, è tutto più semplice e divertente! Ovviamente ci sono tantissime persone che trovano veramente molto imbarazzante parlare al proprio partner in questa maniera.
    Magari cercare di mettervi d’accordo prima o chiedete al partner di guidarvi in questo nuovo mondo. Non è vietato ridere ma è vietato prendere in giro e mettere l’altro a disagio: partite con dei piccoli passi e vedete dove vi portano le parole!
  • zone erogene “dimenticate”: quanto spesso stimoli la nuca del tuo partner? Non esistono, infatti, solo le zone erogene che siamo abituati a conoscere (ed usare!).
    Ce ne sono tantissime altre che possono aiutarci a raggiungere l’orgasmo e divertirci: perché non sfruttarle, già che ci siamo?
    Lobi delle orecchie (o le orecchie in generale), le dita, la nuca, i piedi sono solo alcuni dei punti più erogeni del corpo che spesso non vengono stimolati abbastanza!
    Ci sono poi l’incavo delle ginocchia, l’osso sacro e le mezze lune del vostro sedere oltre che, ovviamente, tutto quello che vi viene in mente che voleste fosse baciato, palpato o leccato!
    Il modo migliore sarebbe iniziare con un bel massaggio: piano piano vi toccherete dappertutto e, senza neanche rendervene conto, sarete pronti per un rapporto intimo decisamente soddisfacente!
  • un programma ben definito: infine, per fare dei preliminari (sessuali) veramente fantastici, potete provare a mettere giù un bel programma.
    Eh sì, stiamo parlando proprio di decidere insieme al partner cosa fare e per quanto tempo farlo!
    Sappiamo che l’idea di un “programma” potrebbe non sembrarvi ottimale ma vi possiamo assicurare che è, invece, veramente fantastica e porta a grandi risultati.
    Seguite il vostro programma alla lettera oppure rivoluzionatelo: vi farà ridere e non c’è niente di meglio che ridere sotto le lenzuola!