Non riesci a cucinare il tofu? Ecco gli errori da non fare mai più

Cucinare il tofu ti riesce davvero difficile? Scopri tutto quel che c’è da sapere per preparare il tofu senza errori ed ottenere un piatto davvero gustoso.

Molta gente è erroneamente convinta che il tofu non abbia sapore o che, ancor peggio, non sia saporito.

tofu errori
(Adobe Stock photo)

La verità che molti ignorano è che questo ingrediente vegetale e ricco di proprietà benefiche è anche particolarmente buono. A patto di saperlo preparare, però.

Ebbene si, anche se è difficile crederlo, la difficoltà con il tofu sta proprio nella sua preparazione. Motivo per cui oggi scopriremo tutto ciò che riguarda il tofu e gli errori più comuni che la maggior parte delle persone compiono ogni volta senza rendersene conto.

Tofu: gli errori da non fare mai più

Il tofu è un alimento che in oriente è particolarmente apprezzato. Basi pensare che in Giappone, così come in Cina, tantissime preparazioni lo contemplano tra gli ingredienti principali.

tofu errori
(Adobe Stock photo)

Tutti piatti che, tra le altre cose, sono particolarmente gustosi. Qual è quindi il problema che porta a preparare sempre delle ricette che non sanno di nulla? Il motivo è legato a tanti errori che si compiono inavvertitamente e che una volta messi in atto possono compromettere anche in modo irreversibile la buona riuscita di un piatto. Scopriamo quindi quali sono gli errori più comuni e che da oggi è necessario evitare quando si decide di cucinare il tofu.

LEGGI ANCHE -> Fiori di zucca: gli errori da non fare mai per un risultato strepitoso

Sceglierne uno a caso. Partiamo dal principio, ovvero dalla scelta del tofu. Per prima cosa è importante sapere che il tofu che si trova in Asia è di base più saporito di quello nostrano. Per avvicinarsi al sapore originale è quindi importante acquistarlo fresco da chi lo produce o scegliere marchi che importano il tofu da Cina o Giappone.

Non prestare attenzione alla qualità. Un altro aspetto importante è legato al tipo di tofu che si sceglie. Un po’ come avviene per il riso che tra le sue qualità ne alcune più adatte a determinate ricette. Anche il tofu ha infatti qualità diverse. C’è quello vellutato, ottimo per creme o dolci e quello secco, più adatto a preparazioni salate, con sugo o che prevedono la frittura. Detto ciò, il tofu dovrà essere sempre non OMG.

Non sgocciolarlo. Esattamente come avviene per le mozzarelle, il tofu viene venduto in contenitori che contengono anche un liquido. Questo va sgocciolato per bene e per far si che l’operazione riesca al meglio è consigliabile pressare il panetto di tofu. In questo modo il sapore di per se delicato risulterà più intenso.

Tagliarlo male. Il tofu prevede un taglio particolare per ogni uso. Se nel caso di quello morbido è importante che non si sfaldi, per quello secco bisogna realizzare dei cubetti in caso di ragù o sughi a cui abbinarlo e delle fette spesse ma non troppo in caso si scelga di impanarlo e friggerlo. Non romperlo durante la cottura è infatti molto importante al fine di poter godere di un prodotto gustoso al punto giusto.

Non condirlo. Ma andiamo all’errore più grave tra tutti. Il tofu va necessariamente condito. Si tratta infatti di un alimento in grado di prendere il sapore degli alimenti che lo affiancano. Durante la sua cottura è quindi molto importante usare le spezie giuste e nel giusto quantitativo. Così facendo si godrà di un piatto così buono da sperare che non finisca mai.

Evitare di compiere questi errori grossolani ma in grado di compromettere la buona riuscita del tofu, si potrà godere di qualcosa di veramente buono e che sarà apprezzato anche dai più scettici.

Come usare il tofu in cucina

Ora che abbiamo visto quali sono gli errori da non compiere mai durante la cottura del tofu, scopriamo insieme alcune idee da portare in cucina.

tofu errori
(Adobe Stock photo)

I cubetti di tofu con verdure in agrodolce. Una ricettina veloce e super golosa? Quella dei cubetti di tofu con verdure in agrodolce. Basta scolare e tagliare il tofu a cubetti e aggiungerlo alla cottura delle verdure precedentemente messe a cuocere con aceto e zucchero. In questo modo anche il tofu acquisterà questo sapore, esaltandolo e rendendo il secondo piatto ancor più gustoso.

LEGGI ANCHE -> Pane da congelare? Gli errori da non fare per averlo sempre croccante

L’agedashi tofu. Questa preparazione è molto saporita e consiste nel friggere lievemente il tofu per poi bagnarlo con della salsa di soia. Contrariamente a quanto avviene di solito, viene usato il tofu vellutato che rimarrà tale anche una volta fritto. Una ricetta che chi frequenta i ristoranti giapponesi, probabilmente, conosce e ama già.

Il tofu in padella. Un altro modo veloce di preparare il tofu è quello di saltarlo in padella. Basta condirlo con un cucchiaio di salsa di soia e (per chi lo desidera) una punta di zucchero e si otterrà un secondo leggero e gustoso. Perfetto da gustare anche in insalata.

Il tofu fritto. Abbiamo parlato di tofu fritto, quindi perché non provare a realizzarlo? Per farlo basta tagliare il tofu a fette, passarle in un po’ di salsa di soia o in un condimento di proprio gradimento e panarle nel panko. Friggere il tutto (volendo si può usare anche la friggitrice ad aria) e gustare. Ottimo come spuntino o per secondo, rappresenta sempre una scelta vincente.

Le chips di tofu. Non tutti lo sanno ma il tofu si presta anche a trasformarsi in chips croccanti e gustose. Per ottenerle basterà condirlo e tagliarlo a fette sottili. Infornare il tutto fin quando non diventa croccante, cuocere anche dall’altra parte e gustare. Uno snack sano e perfetto per quando si ha voglia di qualcosa di buono senza compromettere la linea.

Queste sono solo alcune delle tante idee che si possono avere con il tofu. Imparando a conoscere i propri gusti e con un po’ di fantasia si avrà un parco infinito di ricette da preparare, gustare e condividere con chi si ama.