Come tornare al colore naturale senza rovinare i capelli

Tornare al colore naturale dopo aver tinto i capelli è possibile? Scopriamo tutti i consigli per non rovinare i capelli.

Chi si tinge i capelli lo sa che spesso ci si stufa del colore o ci si rende conto di aver fatto un azzardo e di avere voglia di tornare al proprio colore naturale.
Sarà possibile rimuovere la tinta o scaricarla senza rovinare i capelli? La risposta non può essere certamente positiva perché i fattori che condizionano l’operazione sono diversi e vanno necessariamente presi in considerazione.

tornare al colore naturale capelli tinti ragazza con capelli rossi
Foto: Chedonna.it

Esistono però diverse strategie per cambiare colore ai capelli e il nostro consiglio è quello di affidarsi sempre alle mani di un professionista per evitare danni irreparabili alla fibra capillare.

 Come tornare al  colore naturale dopo aver tinto i capelli  e come trattare i capelli chiari,  scuri e rossi

Dato per assunto che qualsiasi intervento sui capelli tinti non potrà essere naturale e innocuo, il modo più sicuro per tornare al proprio colore naturale è la ricrescita delle radici. Unico requisito essenziale, la pazienza!

tornare al colore naturale capelli tinti
Adobe Stock

Raggiunta una lunghezza delle radici naturali tale da poter incorniciare il volto, si potrà procedere con il taglio delle lunghezze tinte che essendo eliminate lasceranno di volta in volta posto ai nuovi capelli. Questo sarà l’unico modo di tornare davvero al proprio colore naturale.
Ogni altra operazione comporterà la rimozione e l’applicazione di nuove colorazioni più vicine al proprio colore di capelli. Scopriamo come!

->>LEGGI ANCHE: Capelli ricci crespi: consigli e segreti per averli sempre definiti e lucidi

Schiarire i capelli colorati di castano, bruno o nero

Se avete tinto i capelli scuri ma naturalmente siete bionde, biondo cenere o anche castano molto chiaro, si potrà procedere in due modi il primo, sconsigliatissimo da molti professionisti, la decolorazione dell’intera chioma attraverso prodotti a base di ossigeno.
Questo trattamento molto aggressivo potrebbe rovinare i capelli in modo importante, come anche irritare il cuoio capelluto. L’altro procedere con una schiaritura parziale e dolce attraverso tecniche come il balayage, i colpi di sole o lo shatush.
Piano piano dunque si opereranno delle schiariture che nel tempo lasceranno il posto alla ricrescita dei capelli naturali rendendo lo stacco cromatico meno evidente.

Scurire i capelli tinti di biondo chiaro o dorato

Se avete schiarito i vostri capelli scuri attraverso tecniche di decolorazione e tinte bionde potrete attendere la ricrescita dei capelli naturali adeguando i capelli chiari alla stesso colore. Basterà applicare una tinta castana se si è castane, nera se si è nere e così per tutte le colorazioni di capelli naturali.

->>LEGGI ANCHE: Cura dei capelli in autunno: le 5 mosse per una chioma forte e sana

 Tornare al colore naturale: schiarire i capelli colorati di rosso

Un capitolo a parte va dedicato ai capelli rossi. Se avete deciso di applicare del rosso sui vostri capelli naturali, che siano di base biondi o mori, sarà davvero difficile eliminare queste sfumature accese.
Se si vuol tornare al proprio colore di base scuro, basterà applicare una tinta scura e intensa che camuffi leggermente il rosso, anche se sarà sempre evidente soprattutto alla luce del sole. Si aspetterà poi la ricrescita dei capelli scuri naturali.

Se il rosso si è applicato sul biondo naturale, aspettando la ricrescita dei nuovi capelli, si potranno praticare delle schiariture parziali come i colpi di sole o il balayage che subiranno poi un bagno di colore per renderli più vicini possibile al biondo naturale.