Focaccia al formaggio da applausi, evitiamo questi errori e sarà fatta

Per una buona focaccia al formaggio servono gli ingredienti giusti ma anche le mosse giuste. Ecco quello che proprio non potete sbagliare

Si scrive focaccia di Recco, si legge focaccia al formaggio. Perché non stiamo parlando della classica pizza ai 4 formaggi, ma proprio di quella sottilissima e super buona focaccia che tutti almeno una volta nella vita abbiamo assaggiato.

Ma possiamo provare a prepararla in casa? Assolutamente sì, se però riusciremo ad evitare quegli errori che possono trasformare un’ottima idea in un pessimo risultato.

Focaccia
Canva

Dalla scelta delle materie prime alla loro lavorazione, ecco alcuni consigli che possono tornarvi utili quando decidete di mettervi alla prova con la focaccia al formaggio.

Focaccia al formaggio da applausi, tutti i segreti

FARINA E FORMAGGIO, LA SCELTA GIUSTA

farina
canva

La prima mossa da non sbagliare assolutamente è nella scelta degli ingredienti principali, la farina per la base e il formaggio morbido per il ripieno. A meno che non ci sia un motivo specifici, come un’intolleranza al frumento, la scelta della farina deve sempre andare in una direzione.
Se è vero che l’impasto della focaccia al formaggio deve risultare molto sottile, quasi un velo, è altrettanto vero che abbiamo bisogno di una farina forte: Per questo, lasciate perdere la farina 0 o altre soluzioni estemporanee. L’unica giusta è la farina 00.
Stesso discorso vale per il formaggio che è il protagonista assoluto di questa ricetta. Anche in questo caso, potete puntare su un prodotto senza lattosio, questo non lo vieta nessuno e non è un errore: ma deve essere comunque un formaggio con la pasta molle, come lo stracchino oppure la crescenza.

 

IMPASTO, ISTRUZIONI PER L’USO

Tutto quello che non dovete fare quando preparate la focaccia al formaggio, è avere fretta. Come per tutti gli impasti, anche questo ha bisogno della giusta lievitazione. Ma ancora prima di questo, c’è la lavorazione. Meglio qualche minuto in più che in meno, perché l’impasto deve risultare liscio e bello morbido.
Terminata la prima fase, comincia la seconda. Seguite quello che dice la ricetta, ma in genere almeno un’ora e mezza, meglio due di riposo sono il tempo minimo giusto. Minimo, abbiamo detto, perché in effetti se anche lo lasciate di più non gli fa male.

LAVORARE LA PASTA FA BENE
Sembra facile stendere la pasta della focaccia al formaggio, ma proprio questo è l’errore più comune. Pensare cioè che il più sia fatto, mentre c’è ancora un pezzo di lavoro.
Quindi fate così: dividete l’impasto in panetti quadrati, poi stendeteli usando un mattarello fino a farli arrivare all’altezza di un centimetro.

focaccia
canva

Poi sollevate la pasta usando i palmi delle mani e allargatela poso alla volta e con delicatezza fino a quando diventa un velo.