Perché un rapporto fa male? Tutte le risposte (e le dimensioni contano!)

Provare dolore durante i rapporti sessuali è piuttosto comune ma si fa ancora molta fatica a parlarne. Quali sono le cause di questo fenomeno? Siamo noi ad essere “sbagliate”?

Bisogna dire che nella grande maggioranza dei casi il dolore durante i rapporti diventa via via meno intenso, fino a sparire del tutto nel momento in cui una donna comincia a trovarsi “a proprio agio” nella situazione. Altre volte però, il dolore durante i rapporti non sparisce, arrivando addirittura ad aumentare.

dolore durante rapporti
(Chedonna)

Se questa situazione perdura diventa sempre più difficile riuscire a trovare piena soddisfazione nel corso dei rapporti, quindi si potrebbe finire per perdere interesse nella propria sessualità o addirittura per sentirsi completamente inadeguate alla vita di coppia.

La conseguenza diretta di questo stato di cose è che l’autostima può crollare a livelli bassissimi: ci si sentirà incapaci di attrarre l’altro sesso o addirittura ci si potrebbe convincere di essere frigide o malate.

Una vera valanga di emozioni negative dalla quale potrebbe essere molto difficile riemergere: il modo migliore per non trovarsi in una situazione del genere è quindi affrontare il problema alla radice prima che diventi troppo difficile da gestire.

Dolore durante i rapporti: forse non sei ancora pronta

Quando si comincia ad avere rapporti sessuali e si prova dolore fisico è abbastanza naturale che ci si trovi davanti a un problema fisico.

dolore durante rapporti
(Canva)

Una delle convinzioni più diffuse tra le ragazze giovani, ad esempio, è di avere la vagina troppo piccola o qualche malformazione a livello genitale. Anche se entrambe le cose potrebbero essere vere, si tratta di casi davvero molto, molto rari.

Molto più spesso, infatti, il dolore durante i rapporti non si origina da malformazioni o problematiche fisiche ma da una condizione mentale o emotiva che impedisce al corpo di “lavorare” adeguatamente durante il rapporto.

Non bisogna dimenticare infatti che corpo e mente sono tutt’uno, sia nell’uomo sia nella donna. Esattamente come accade ai maschi che hanno problemi di erezione o di eiaculazione precoce quando sono troppo tesi, anche le donne possono incappare in problemi della sfera sessuale se non controllano le proprie emozioni.

Non bisogna dimenticare infatti che la vagina è circondata da muscoli molto potenti che determinano le sue contrazioni e, in un certo senso, anche le sue dimensioni.

Quando siamo tese tutti i muscoli del corpo si contraggono per “prepararci alla fuga” in caso di pericolo. Si tratta di un riflesso antichissimo che ha messo in salvo i nostri progenitori dai pericoli della vita preistorica e che sopravvive ancora oggi.

In certi contesti però la capacità di “stare in allerta” non è positiva. Al contrario, risulta soltanto dolorosa.

Se i muscoli delle gambe e quelli che circondano la vagina sono contratti il dolore durante i rapporti sarà inevitabile.

Inoltre, se la nostra mente non è nelle condizioni “adatte” ad avere un rapporto, non produrremo i fluidi che hanno lo scopo di “facilitare” le cose e quindi la sensazione di dolore potrebbe derivare dallo sfregamento tra le parti intime del partner e le nostre.

La contrazione involontaria dei muscoli intorno alla vagina prende nome di vaginismo ed è a tutti gli effetti un disturbo della sfera sessuale causato da problemi irrisolti a livello psicologico. Questa condizione non deriva dalla volontà delle donne e nemmeno dalla loro mente cosciente, quindi non si tratta di “essere sbagliate” ma di “non essere nelle condizioni ideali” per avere rapporti: se c’è un “blocco” bisogna scioglierlo a livello clinico, magari con l’aiuto di uno psicologo o di una psicologa che saprà darti i consigli giusti.

Va bene la psicologia, ma le dimensioni contano?

Secondo la cultura indiana (la stessa che ha prodotto il Kamasutra, quindi possiamo fidarci!) esistono uomini e donne hanno vari tipi di “fisicità sessuali”. Esistono uomini lepre, toro o cavallo e allo stesso tempo esistono donne cerbiatta, giumenta o elefantessa, a seconda delle dimensioni dei loro organi riproduttivi.

Questo significa che se per tua sfortuna sei una donna cerbiatta e hai incontrato un uomo cavallo ci potrebbe essere qualche (reale!) problema organizzativo. Del resto, se ti sei imbattuta in un uomo lepre e tu sei una donna elefantessa non ti divertirai gran che!

Nel primo caso ci potrebbero essere effettivamente problemi di penetrazione a causa del fatto che il tuo partner ha delle dimensioni inadatte alla tua fisicità.

Come si può capire se le dimensioni sono davvero un problema? Innanzitutto tentando con attenzione e con dolcezza (!!!) di eseguire una penetrazione completa prendendosi i propri tempi. Se proprio dopo vari tentativi non ci si riesce, oppure le cose rimangono dolorose in qualsiasi posizione, forse è proprio vero che le dimensioni contano.

Anche in questo caso, però, bisogna sottolineare che si tratta di situazioni molto rare. Da quel canale in cui il nostro partner non riesce a fare capolino la natura è in grado di far passare la testa di un neonato, quindi i problemi potrebbero essere altri.

Ci sono rimedi al dolore durante i rapporti?

Nella maggior parte dei casi, come già accennato, il dolore durante i rapporti potrebbe essere provocato da una tensione eccessiva dei muscoli e da una lubrificazione insufficiente.

donna in acqua
fonte foto: Adobe Stock

I rimedi “a portata di mano” sono diversi e possono essere acquistati letteralmente ovunque, anche nei supermercati. Si tratta di gel lubrificanti a base d’acqua che rendono la vita più semplice a entrambi i partner (la differenza sarà tale che sembrerà di tuffarsi in piscina!) e l’intera esperienza molto, molto più piacevole.

Alcune coppie però potrebbero sentirsi in imbarazzo a utilizzare “trucchetti” del genere: in questo caso significa che non ci sono ancora le condizioni emotive per avere rapporti soddisfacenti. Bisognerà prima raggiungere una vera intimità emotiva e solo dopo finire a letto: il contrario non funziona quasi mai!

A volte però la causa del dolore durante i rapporti è un’infezione vaginale come la candida. Se a livello emotivo ti senti rilassata e tranquilla, ma fa male lo stesso, è il momento di consultare il ginecologo e spigargli la situazione nel dettaglio.

Il Consiglio di Chedonna (clicca sull'immagine per vedere il prodotto su Amazon)

Caratteristiche:

  • GEL LUBRIFICANTE CON ESTRATTO DI ALOE VERA indicato in caso di secchezza vaginale con Aloe vera ad azione lenitiva; Può essere usato anche per massaggi sul corpo ed è adatto, per sesso orale, vaginale e anale
  • GEL LUBRIFICANTE CON FORMULA A BASE ACQUOSA. Si lava via facilmente non ungendo. Durex Massage 2in1 Aloe Vera non è dannoso se ingerito ma non è un alimento
  • ADATTO ALL’UTILIZZO CON PRESERVATIVI in lattice di gomma naturale, poliisoprene e poliuretano ma non è un contraccettivo e non contiene spermicide. Adatto per l’utilizzo con sex toys, vibratori e anelli vibranti Durex
  • CONFEZIONE REALIZZATA AL 100% CON PLASTICA RICICLATA. Conservare in luogo fresco e asciutto, lontano dalla luce diretta del sole
  • Il Ministero della Salute si dissocia da ogni informazione pubblicitaria non attinente alla destinazione d’uso del prodotto

Prezzo Di Listino:
10,00 € (50,00 € / l)

Nuova Da:
5,70 € (28,50 € / l) In Stock
acquista ora