Riciclare il caffè avanzato? Prepara questo fantastico topping da gelato

Riciclare il caffè avanzato può essere il pretesto per preparare dolci gustosissimi, tra cui il sempre apprezzato tiramisù, ma oggi ti proponiamo una ricetta semplicissima per rendere unici i tuoi gelati.

Anche quando ci impegniamo al massimo perché non succeda, può capitare a volte che avanzi del caffè preparato con la moka. Purtroppo quando si tenta di riscaldare il caffè vecchio si finisce sempre per alterarne il sapore regalandogli un sapore di bruciato non esattamente piacevole.

Per questo motivo molto spesso il caffè avanzato finisce per essere gettato via, soprattutto perché non si ha sempre voglia di utilizzarlo per preparare un dolce e ancora più spesso ne è avanzato davvero poco.

La ricetta che stiamo per proporre è perfetta per riutilizzare piccole quantità di caffè avanzato in estate, quando si consuma il gelato anche a casa.

Riciclare il caffè avanzato non è mai stato così semplice

riciclare caffè avanzato
(Canva)

Per riciclare il caffè avanzato dopo aver fatto la moka basta aggiungere pochissimi ingredienti e trasformarlo in una perfetta e golosissima guarnizione per il gelato.

Leggi Anche => Gelato fatto in casa senza gelatiera e con due soli ingredienti: privalo!

Dato che siamo abituate ad acquistarlo già confezionato, quindi preparato con modalità industriali, il topping da gelato non è altro che una besciamella aromatizzata, quindi estremamente semplice da preparare a casa.

L’unica differenza (molto importante) tra la preparazione della besciamella e quella del topping per dolci è che per preparare il topping non è possibile utilizzare la farina, poiché il composto risulterebbe troppo granuloso e soprattutto il sapore della farina emergerebbe in ogni caso, qualsiasi sia l’aroma con cui si cercherà di coprirla.

Per addensare la crema sarà quindi necessario utilizzare la maizena o amido di mais, che conferirà al composto una consistenza leggerissima e setosa, che sarà in grado di esaltare il gusto degli altri ingredienti senza coprirli.

Ingredienti del topping al caffè fatto in casa

  • 30 grammi di zucchero a velo
  • 7 grammi di amido di mais
  • 7 grammi di burro
  • 60 ml di caffè (considerando che una tazzina standard ne contiene circa 50 ml)

Per realizzare il topping si parte esattamente come per la besciamella, cioè mescolando tutte le polveri in un pentolino. È importante fare in modo che non si formino grumi prima che il pentolino venga messo sul fuoco, quindi il suggerimento è di mescolare maizena e zucchero con una frusta per dolci.

A questo punto bisognerà aggiungere il caffè a filo continuando a mescolare fino a che non si otterrà un composto omogeneo.

A questo punto il pentolino andrà posto su una fiamma piccola a fuoco molto basso e, appena il composto inizia a intiepidire bisognerà aggiungere il burro tagliato a dadini.

Per evitare che si riformino i grumi contenuti che avevamo appena frammentato con la frusta sarà importante continuare a mescolare durante la cottura, che dovrà durare appena qualche minuto, il tempo che il composto si addensi e raggiunga una consistenza densa ma comunque molto fluida.

Non va dimenticato infatti che il topping deve essere versato a filo su dolci o gelati, quindi deve scorrere velocemente dal cucchiaio o dalla sacapoche quando lo si versa, non deve risultare spesso e grumoso.

Tolto il pentolino dal fuoco si dovrà attendere che il topping raggiunga la temperatura ambiente nel caso in cui debba essere utilizzato sul gelato, mentre potrà essere utilizzato ancora caldo per guarnire pancakes e altri dolci, come la classica, estiva e buonissima banana split (che si prepara in 15 minuti!).